Anno 7°

mercoledì, 3 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Bpm, un diamante è per... mai

sabato, 6 aprile 2019, 19:50

Si è svolta nella giornata di oggi (sabato 6 aprile) l'assemblea dei soci di Banco Bpm, il terzo Gruppo bancario del nostro Paese. All'evento era presente anche una delegazione unitaria dei sindacati di categoria (Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin), composta da sindacalisti provenienti anche da diverse province della Toscana.

Tra questi era presente anche Luca Della Pina, il segretario coordinatore della FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani, il sindacato più rappresentativo della categoria) di Lucca e Massa Carrara, il quale spiega le motivazioni di questa protesta contenute in un comunicato stampa unitario:

Nelle ultime settimane i bancari di molte realtà del Gruppo colpite dallo scandalo diamanti, tra cui la nostra Provincia, si sono riuniti in assemblee in cui è stata decisa all'unanimità la proclamazione dello stato di agitazione, che porterà anche allo sciopero e a manifestazioni di piazza, se la banca non adotterà le misure richieste dai lavoratori.

In pratica i dipendenti del Banco Bpm chiedono con forza che la banca, così come stanno facendo gli altri tre Gruppi bancari coinvolti nella vicenda (Banca Intesa, Unicredit e Mps), risarcisca totalmente i clienti che  hanno investito in diamanti, prendendo indietro le pietre o i certificati (in caso di deposito presso la società IDB, la società che vendeva i i diamanti fallita il 15 gennaio scorso).

Della Pina ribadisce la piena buona fede da parte dei dipendenti, in quanto  sono stati essi stessi destinatari delle medesime informazioni trasferite alla clientela, poi rivelatesi successivamente omissive ed ingannevoli, come ha stabilito anche il provvedimento dell'Antitrust del  30 ottobre 2017. La buona fede dei lavoratori è confermata inequivocabilmente  anche dal fatto che spesso i diamanti sono stati acquistati dai colleghi stessi e dai loro familiari e conoscenti. Queste nostre iniziative hanno lo scopo di far recuperare quel rapporto fiduciario con la clientela che è alla base del futuro lavorativo dei dipendenti del settore del credito. 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


mercoledì, 3 giugno 2020, 15:42

Il commercio sulle aree pubbliche chiede la riapertura delle fiere

Nel giorno dell’apertura dei confini fra le Regioni italiane ci sono ancora settori di attività che non vedono all’orizzonte la possibilità di riprendere il proprio lavoro. Nonostante molte evidenti incongruenze fra le varie merceologie. E’ il caso dei mercati e delle fiere, riaperti i primi, ancora ferme le seconde


mercoledì, 3 giugno 2020, 12:00

Da Crédit Agricole Italia e Fondazione Carismi 300 tablet per la Federazione Regionale delle Misercordie della Toscana

Ogni Associazione ha ricevuto un tablet per far collegare i pazienti e gliCrédit Agricole Italia e Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato di nuovo insieme per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e fornire un aiuto concreto alle associazioni presenti sul territorio ospiti di RSA e RSD con i propri familiari


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 3 giugno 2020, 08:36

Nasce a Lucca “Max Ima Srl”: un nuovo successo per l'imprenditoria del territorio

Si consolida e si espande a Lucca la presenza del Gruppo Deverio, da sempre un riferimento nella Lucchesia per l’industria meccanica, grazie alla volontà ed alla intraprendenza di una imprenditrice, Ing. Ilaria Deverio


lunedì, 1 giugno 2020, 12:44

Covid-19: l'infettivologo della Asl Spartaco Sani contro la riapertura delle regioni

Spartaco Sani, primario delle malattie infettive dell’ospedale di Livorno e responsabile delle malattie infettive per l’ASL Toscana nord ovest si dice preoccupato per una eventuale seconda ondata: ci mancava solo lui!


lunedì, 1 giugno 2020, 12:11

Disservizi telefonici, responsabilità del gestore ed obbligo di risarcimento in favore dell'utente

Una recente delibera del Co.Re.Com. Toscana ha accolto le richieste di un utente di Altopascio nei confronti di un gestore telefonico, a seguito della contestazione per gravi disservizi. Nel merito, il consumatore ha contestato la mancanza di trasparenza della proposta contrattuale, nonché le fatture emesse dal gestore per l'importo di...


lunedì, 1 giugno 2020, 12:11

Pubblicato il nuovo bando per l’assegnazione delle borse di studio dedicate a Carlo Ludovico Ragghianti e a Licia Collobi

La Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, bandisce per il quarto anno consecutivo due borse di studio del valore di 10 mila euro ciascuna finalizzate a percorsi di ricerca aventi per oggetto le personalità e l’opera di...