Anno 7°

venerdì, 29 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

MediaWorld, trasferimenti selvaggi: due ore di sciopero al punto vendita di Lucca

venerdì, 5 aprile 2019, 23:16

Massimo Dinelli della Filcams Cgil denuncia l'avvenuto trasferimento di tre dipendenti del punto vendita di Lucca all'interno del centro commerciale I Gigli di Firenze:

Per quanto ci risulta, ad oggi, sono tre i lavoratori che hanno ricevuto la lettera di trasferimento dal punto vendita di Lucca a quello di Firenze sito all'interno del centro commerciale “I Gigli”.

Così senza preavviso né una parola, ma soltanto attraverso la consegna brevi manu della comunicazione e in totale assenza di un confronto sindacale preventivo che abbia dato indicazioni su una situazione di criticità particolare del negozio di Lucca, che peraltro non ci risulta tra quelli indicati come insostenibili in alcuna delle comunicazioni formali tra le procedure aperte dall'azienda Mediamarket spa a livello nazionale, come invece accaduto per tanti altri punti vendita.

Dobbiamo constatare peraltro che le relazioni sindacali a tutti i livelli si sono rotte da tempo, dopo le note vicende legate alle chiusure di Grosseto e Milano Stazione Centrale e al trasferimento fisico della sede amministrativa. Nonostante l'intervento di mediazione tra le parti posto dal MISE tali vicende hanno portato a trasferimenti e licenziamenti del personale e ad altre iniziative unilaterali tra le quali la cancellazione del riconoscimento della maggiorazione domenicale scesa dal 90% al 30% minimo sindacale previsto dal Contratto Collettivo nazionale di lavoro.

E sul territorio i metodi sono gli stessi, assenza di confronto e provvedimenti presi senza tener conto delle esigenze dei lavoratori, i quali venerdì si sono riuniti in assemblea dove, dopo un dibattito acceso, è stato deciso di mobilitarsi: lo sciopero è stato indetto per le ultime due ore del turno di sabato 6 aprile. La decisione è determinata non solo per la solidarietà ai colleghi colpiti dal provvedimento, ma anche per dare un segnale chiaro all'azienda che i lavoratori sono stufi di accettare interventi unilaterali che ricadano così negativamente sulla pelle delle persone e delle loro famiglie, perché quando trasferisci un lavoratore part-time definitivamente ad oltre 60 km (120 A/R), a parità di stipendio e senza alcun rimborso spese per il viaggio e per il tempo impiegato, in realtà stai mascherando un licenziamento.

Nel frattempo al di là delle ulteriori iniziative collettive di lotta che verranno messe in campo, come Filcams-CGIL garantiremo tutte le forme di tutela necessaria ai lavoratori trasferiti anche col supporto dell'assistenza legale, fino a contestare il provvedimento davanti al giudice del lavoro, qualora l'azienda non ci convochi nell'immediato, non ci dia informazioni precise sullo stato di salute del punto vendita, revocando i trasferimenti e trovando soluzioni condivise coi lavoratori per il nostro tramite. 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 29 maggio 2020, 17:16

Coronavirus, il plasma della Kedrion odora di Marcucci: accuse politiche strumentali e senza senso

Mai avremmo immaginato, neppure nei nostri incubi peggiori, che avremmo finito, un giorno, per difendere la famiglia Marcucci, ma tant'è: l'imbecillità umana non conosce confini, ma, purtroppo, partiti


venerdì, 29 maggio 2020, 14:07

Giambastiani: "Misure più incisive sul fronte dei parcheggi da parte del comune"

E’ il responsabile Centro Storico di Confesercenti Lucca, Massimiliano Giambastiani, ad intervenire sulla fase 2 con particolare riferimento alla necessità di incentivare l’afflusso dei clienti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 29 maggio 2020, 13:59

Vacanze e coronavirus: ecco i suggerimenti degli esperti

Ripartenza. Mare, montagna o città? Distanziamento sociale e mascherine: come comportarsi con i bambini in vacanza?


venerdì, 29 maggio 2020, 12:12

Tuinà, cura del corpo con professionalità e innovazione contro ogni abusivismo

Sentirsi coccolati e curati da mani professionali, e sempre aggiornate sulle ultime tendenze, è il desiderio di ogni – assiduo o meno – frequentatore di centri benessere e dedicati alla cura del corpo. Lo ha capito bene Tuinà, il centro estetico di San Marco che ogni giorno accoglie la propria...


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:42

Didattica a distanza, i genitori si sono rotti le palle e hanno ragione: "A settembre si ritorni in classe"

Il comitato No dad di Lucca e provincia stronca senza possibilità di appello la didattica a distanza adottata senza alcuna sperimentazione durante questa fase emergenziale: finalmente qualcuno che apre il cervello


mercoledì, 27 maggio 2020, 18:37

Dai campeggi alle spiagge e gli estetisti, un’ordinanza con tutte le linee guida anti-Covid

Prima regola, che è poi una conferma: la distanza di sicurezza obbligatoria tra le persone per ridurre il rischio di contagio da coronavirus è un metro, ma in Toscana continua ad essere raccomandato il metro e ottanta. In caso di attività sportiva i metri diventano due