Anno 7°

venerdì, 18 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Agricoltura di Lucca e Piana: il Consorzio accoglie le richieste degli agricoltori e rinvia i lavori sul pubblico condotto

sabato, 6 luglio 2019, 14:03

Il Consorzio di Bonifica accoglie le richieste degli agricoltori e posticipa gli interventi sul pubblico condotto per non togliere acqua all’irrigazione. Il Presidente Ismaele Ridolfi, insieme ai tecnici, ha incontrato i rappresentanti degli agricoltori, che chiedevano di non eseguire adesso i lavori sul pubblico condotto, ma di rinviarli a settembre. Il motivo della richiesta, che il consorzio ha accolto, sta nella natura dei lavori, che seppur per pochi giorni, avrebbero comportato la messa in asciutta del Condotto - infrastruttura realizzata principalmente per fini irrigui - e quindi di fatto la temporanea sospensione della distribuzione dell’acqua nella Piana. 

“Con i tecnici abbiamo deciso di poter attendere il termine della stagione irrigua per intervenire sul Pubblico Condotto, una volta valutato che procrastinare gli interventi di manutenzione previsti, non comporta problemi dal punto di vista idraulico e nemmeno limiti alla fornitura dell’acqua. – spiega Ridolfi –Ancora una volta gli effetti dei cambiamenti climatici ci impegnano ad essere flessibili e pronti a rispondere alle esigenze del territorio, in questo caso, stretto dalla morsa del caldo eccezionale già all’inizio dell’estate.”

Dopo un maggio piovoso, giugno si è rivelato infatti un mese asciutto e caldissimo come non accadeva da anni: due condizioni che colpiscono il comparto agricolo. Per questo i rappresentanti di Cia, Coldiretti e Unione, hanno chiesto al Consorzio di rivedere il piano dei lavori che erano stati pianificati mesi fa, in tempi ben lontani dalla eccezionale calura di questa stagione.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


tambellini


brico


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


giovedì, 17 ottobre 2019, 18:28

Al via i workshop di Conflavoro Pmi Lucca e Associazione SSI su crisi d’impresa

Incontri informali, consulenza e pillole informative per gli attori economici e il tessuto imprenditoriale lucchese. Primo worshop il 20 novembre nella sede di Conflavoro Pmi Lucca


giovedì, 17 ottobre 2019, 15:48

La sezione di Lucca a Rimini per il centenario SNA

Il presidente della sezione provinciale SNA di Lucca, Enrico Torrini, rende noto che una delegazione locale è a Rimini, dove si svolge in questi giorni il congresso del centenario di SNA (Sindacato Nazionale Agenti).


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 16 ottobre 2019, 17:24

Tassa sulla plastica, le reazioni delle imprese di Confindustria Toscana Nord

Contrarietà, preoccupazione e sconcerto: queste le reazioni che si colgono nelle imprese della plastica socie di Confindustria Toscana Nord di fronte alla notizia della nuova tassa che andrebbe a colpire il settore


mercoledì, 16 ottobre 2019, 15:37

"Da mesi ormai la situazione è insostenibile al Calzaturificio Petrini di Segromigno"

Il sindacalista Franco Galeotti della Filmtec Cgil denuncia la grave situazione occupazionale presso il calzaturificio di Segromigno a Capannori


mercoledì, 16 ottobre 2019, 14:33

Premio Vaona a studentessa della Scuola IMT oggi ricercatrice in Belgio

Ancora un prestigioso riconoscimento per la Scuola IMT Alti Studi Lucca. Giovanna D'Inverno, già allieva del Dottorato di Ricerca in Economics, Networks and Business Analytics (ENBA) presso la Scuola IMT, si è infatti aggiudicata l'edizione 2019 del Premio Andrea Vaona per tesi di dottorato, istituito dall'Università di Verona


martedì, 15 ottobre 2019, 22:25

Cgil: "Lo studio Martini si riorganizza e licenzia per ridurre i costi"

Massimo Dinelli della Filcams-CGIL accusa apertamente lo studio fisioterapico Martini di aver licenziato cinque professionisti per motivi attinenti alla riduzione dei costi senza tenere conto delle esigenze dei lavoratori