Anno 7°

sabato, 14 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Confartigianato: "Disorientati dalla notizia dell'affidamento del Mercato del Carmine a una comunità religiosa filippina"

venerdì, 9 agosto 2019, 18:03

"La notizia apparsa sulla stampa, di affidare il Mercato del Carmine, naturalmente con tutte le garanzie che un contratto prevede, ad una comunità religiosa filippina, ci ha letteralmente disorientati - esordisce Confartigianato Imprese Lucca -.

Solo ora, dopo lo shock iniziale ci siamo ripresi e ritroviamo la forza di commentare questa che per noi è ancora una notizia inverosimile.

Vogliamo sperare, e lo speriamo per tutti i cittadini lucchesi, che questa  dichiarazione da parte dell’amministrazione lucchese sia solo una minaccia per quietare tutti i figli di questa città che ambiscono a non far diventare il centro storico una conchiglia vuota priva del mollusco che l’ha generata.

Dobbiamo però arrenderci e ammettere che la nostra ragionevole lotta, vanificata da questa amministrazione, probabilmente debba chiudersi qui.

Ci è stato fatto capire che è molto meglio che il Comune non si muova assolutamente e che il Carmine, nonostante la spesa di alcuni milioni di euro, torni nell’oblio per evitare ulteriori irreversibili “danni” - prosegue la Confartigianato Imprese Lucca -.

Ci è stato dimostrato che le opzioni nelle loro mani, avendo realizzato un bando di gara per l’affidamento andato più che deserto, siano molteplici.

Pensate…una comunità di una qualsiasi confessione religiosa che può, dietro l’esborso di denaro, impossessarsi dell’ex Chiesa del Carmine! L’impatto a livello identitario di Lucca sarebbe indescrivibile e irreparabile e, per favore, non portiamo ad esempio la meravigliosa e rispettosa trasformazione in luogo di culto ortodosso che la Chiesetta di S.Anastasio ha ricevuto. Si tratta di una realtà che alcune volenterose e capaci persone, di fede ortodossa, hanno salvato da un degrado imminente e dichiarato. Ma, intendiamoci, una microscopica realtà.

Qui stiamo parlando di un gigantesco complesso che da quasi cento anni ha perso la sua identità religiosa, essendo stata trasformata in mercato intorno agli anni trenta, per diventare il luogo storico e centrale del commercio dei prodotti lucchesi.

Alla notizia che circola già da qualche settimana alcuni hanno scritto: “ma con tutte le chiese dismesse a Lucca proprio il Carmine?”. Certo proprio il Carmine. Questo gigante che sembra incutere tanta paura a chi è preposto alla sua rinascita. Ma siamo sicuri che l’unico pensiero sia quello di sbolognarlo prima possibile? Consideriamo la non irrilevante clausola che la gestione da parte di una qualsiasi figura, anche forestiera, potrebbe durare per quaranta anni! Immaginate cosa potrebbe realizzarsi, in così tanto tempo, tutto intorno alla zona del Carmine dove una comunità di un altro Paese porta una importante testimonianza di fede. Probabilmente ci sarebbe un avvicinamento di molte persone della stessa nazionalità che potrebbe creare una importante e significativa collettività all’interno del centro storico disgregando la secolare tradizione locale.

Ma ad alcuni non importa. Tanto è l’affetto per la propria città" conclude Confartigianato Imprese Lucca.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


commerciocamera


auditerigi


tambellini


brico


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 13 dicembre 2019, 11:25

Via alla campagna benefica di Karté con la raccolta della pasta

Per il secondo anno consecutivo è partita a inizio mese l'iniziativa benefica natalizia in cooperazione tra Karté, azienda con sede in via di Tiglio a San Filippo e la Croce Verde di Lucca


giovedì, 12 dicembre 2019, 18:39

Assemblea annuale della Cna: forte preoccupazione arriva dall’associazione per la stretta creditizia ancora forte sulle PMI e sugli artigiani

Il numero di sportelli bancari a Lucca si è drasticamente ridotto della metà negli ultimi dieci anni, ma la nostra città rimane ancora nella media nazionale della disponibilità di credito


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 12 dicembre 2019, 16:56

Cgil Cisl e Uil Lucca su contrattazione sociale nei Comuni

Missione unitaria delle Segreterie Confederali Provinciali e di quelle delle federazioni di categoria dei pensionati, è quella di convincere i Comuni a distribuire le risorse verso il basso e destinarle, ad esempio, ai non autosufficienti


mercoledì, 11 dicembre 2019, 15:55

Crisi d’impresa: criticità e opportunità della riforma fallimentare nel workshop di Conflavoro Pmi Lucca venerdì 13 dicembre

Crisi d’impresa, ci siamo. Il 16 dicembre scatta il primo dei nuovi obblighi previsti dalla cosiddetta riforma fallimentare del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza


mercoledì, 11 dicembre 2019, 15:20

Ospedali a misura di donna: due bollini rosa assegnati all'ospedale "San Luca" di Lucca

L’ospedale “San Luca” di Lucca ha ricevuto anche quest’anno da Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, due bollini rosa per il biennio 2020-2021.


mercoledì, 11 dicembre 2019, 14:53

Volontariato e ricerca: nasce il Centro Maria Eletta Martini

Creato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, la Fondazione per la Coesione sociale e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, diventerà un punto di riferimento per il mondo del terzo settore in espansione