Anno 7°

giovedì, 16 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Cgil: "Lo studio Martini si riorganizza e licenzia per ridurre i costi"

martedì, 15 ottobre 2019, 22:25

Massimo Dinelli della Filcams-CGIL accusa apertamente lo studio fisioterapico Martini di aver licenziato cinque professionisti per motivi attinenti alla riduzione dei costi senza tenere conto delle esigenze dei lavoratori:

Per quanto ci risulta sono almeno cinque i licenziamenti effettuati nel corso dell’anno, di cui due disciplinari e tre per motivi economici effettuati dalla Gamma srl società che gestisce il servizio di fisioterapia. Guarda caso si tratta di provvedimenti irrogati a lavoratrici professionalmente qualificate che hanno maturato anzianità ultra decennali e quindi troppo costose per i piani dell’azienda e guarda caso tutte iscritte alla Filcams CGIL. Dopo tanti anni di onorato servizio si sono sentite chiamare in ufficio una per una per la consegna della lettera che comunicava loro di doversi reinventare una vita professionale. Così senza ulteriore trattativa senza possibilità di ribattere, nonostante che il raggiungimento del requisito pensionistico si ancora troppo lontano, con la consapevolezza che solo la Naspi può dare loro un minimo sostegno al reddito per un periodo limitato. Forse sono finiti i tempi in cui lo studio privato, punto di riferimento per molti Lucchesi già a partire dalla locazione nel centro storico, aveva liste piene di appuntamenti, ma ciò non toglie che si poteva fare diversamente, si doveva fare diversamente. Sopratutto da quando è cambiata la regia dell’azienda, le lavoratrici hanno riscontrato peggioramento nelle condizioni di lavoro a partire dal mancato rispetto delle ore contrattuali, dalle contestazioni disciplinari, fino ai licenziamenti. E per queste motivazioni abbiamo proclamato lo stato di agitazione, chiedendo come priorità assoluta la revoca dei licenziamenti, ciò nonostante siamo stati completamente ignorati dalla direzione aziendale dalla quale non abbiamo ricevuto alcun riscontro. Le lavoratrici ed i lavoratori, non escludono pertanto iniziative di mobilitazione e di astensione dal lavoro, scusandosi fin d’ora del disagio che provocheranno all’utenza.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


mercoledì, 15 luglio 2020, 20:54

Sofidel nella top 3 delle aziende italiane per reputazione

Il gruppo cartario noto per il brand Regina si è classificato all’11° posto assoluto e al 3° posto tra le aziende italiane nella classifica Italy RepTrak® che misura la reputazione delle aziende presso i consumatori italiani


mercoledì, 15 luglio 2020, 13:39

Al via i Soggiorni Estivi 2020 di Fondazione CRL e Provincia di Lucca

Divertimento e serenità in sicurezza. Anche in questo difficile 2020 si svolgeranno i soggiorni estivi gratuiti organizzati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca in collaborazione con la Provincia di Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 15 luglio 2020, 12:35

Ex Manifattura, Grossi (Confindustria): "Necessario cercare la massima convergenza"

Giulio Grossi, presidente di Confindustria Toscana Nord, interviene sulla Ex Manifattura Tabacchi lanciando un appello affinché si cerchi la massima convergenza sul suo futuro


mercoledì, 15 luglio 2020, 10:15

Ance Toscana Nord, inizia la presidenza Cafissi; Oliviero Del Debbio (Lucca) e Giacomo Salvi (Pistoia) vicepresidenti

Insediato il nuovo consiglio direttivo di Ance Toscana Nord, la rappresentanza dei costruttori di Lucca, Pistoia e Prato aderenti a Confindustria


mercoledì, 15 luglio 2020, 10:13

BricoCenter assume diplomati e laureati

Il gruppo ricerca soprattutto assistenti accoglienza clienti, che dovranno accogliere i clienti in cassa e addetti alla logistica


martedì, 14 luglio 2020, 13:39

Consorzio di Bonifica: arrivati nuovi finanziamenti per 2,16 milioni di euro per lavori su tutti i territori

L’assemblea del Consorzio 1 Toscana Nord è tornata a riunirsi ieri dopo il periodo del lockdown: una fase in cuil’operatività tecnica e amministrativa, e sul territorio, dell’Ente consortile non si è comunque mai fermata