Anno 7°

venerdì, 5 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Lucense alla guida di Innopaper, il distretto tecnologico cartario regionale

venerdì, 11 ottobre 2019, 16:28

Sostenibilità ambientale ed economia circolare, smart manufacturing e Industria 4.0, innovazione di prodotto e di processo e formazione tecnica. Sono questi gli ambiti strategici e di sviluppo che Lucense promuoverà, in linea con la strategia di "Smart Specialisation" di Regione Toscana, grazie all'aggiudicazione del bando regionale per l'individuazione del soggetto gestore del Distretto tecnologico cartario regionale INNOPAPER. 

A vincere il bando, infatti, è stata proprio Lucense, che guiderà un network capace di raccogliere a oggi oltre 120 imprese della filiera cartaria e altri 21 soggetti, tra organismi di ricerca e centri di competenza, con l'obiettivo di rafforzare i servizi e le risorse a disposizione per le attività di ricerca e trasferimento tecnologico, finalizzate alla crescita e alla competitività delle imprese. La notizia è arrivata proprio durante la 26esima edizione del Miac, la mostra internazionale dell'industria cartaria, dove l'ente lucchese era presente. 

INNOPAPER è uno dei 10 distretti tecnologici toscani che operano per la promozione del trasferimento tecnologico per l'innovazione. Tra le attività che Lucense promuoverà nel prossimo triennio, dettagliate nel piano strategico operativo approvato dal comitato di indirizzo del Distretto, oltre ai servizi del Laboratorio Centro Qualità Carta e ai servizi ICT di Lunet, sono previsti progetti di ricerca - anche attraverso la partecipazione a bandi di finanziamento e l'accesso a incentivi e contributi disponibili - che mirano a rafforzare i rapporti tra imprese, Università e scuole di specializzazione, incontri e seminari tecnici specializzati sui temi dell'innovazione tecnologica, sia di prodotto che di processo, e Impresa 4.0.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


giovedì, 4 giugno 2020, 21:45

La Asl sul Centro Prelievi di Lucca: "Misure restrittive ancora necessarie per evitare assembramenti in sala d'attesa

In merito alla segnalazione giunta ad alcune redazioni sui prelievi di sangue nelle strutture territoriali, l'Azienda USL Toscana nord ovest evidenzia che durante il lockdown per i centri prelievo della Cittadella della Salute "Campo di Marte" (edificio E, piano terra), di Capannori, di Marlia e di San Leonardo in Treponzio...


giovedì, 4 giugno 2020, 19:20

Saldi estivi al via il 1 agosto. Consentite le vendite promozionali anche a luglio

Saldi di fine stagione estiva 2020 al via il primo agosto, per una durata di 30 giorni, e sospensione del divieto di vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 4 giugno 2020, 19:17

Approvato il progetto definitivo per Palazzo Guinigi: caffetteria, bookshop, accessibilità e spazi espositivi

Nella giunta comunale di questa mattina è stata approvata la progettazione definitiva riguardante interventi architettonici edilizi, di accessibilità e valorizzazione per l'importo complessivo 1.460.000 euro suddivisi in due lotti: restauro e accessibilità 1.300.000 euro su fondi della Regione Toscana FESR 2014-2020 e allestimento percorso didattico “La via Francigena ed il...


giovedì, 4 giugno 2020, 14:44

Da Tenucci l'Alta Sartoria Toscano riapre alla moda con sorpresa

In via Fillungo negli storici locali di Umberto Tenucci Alta Sartoria Toscano ha aperto alla moda con i suoi prodotti cuciti a mano: sabato 13 giugno una dimostrazione con la presenza di un sarto che si esibirà su un capo


giovedì, 4 giugno 2020, 14:39

Scattano dal prossimo fine settimana le limitazioni estive sulla vendita di bevande alcoliche da asporto

Il divieto riguarderà gli esercizi commerciali del centro storico e di alcune zone della periferia. Per i trasgressori è prevista una sanzione di 1000 euro


mercoledì, 3 giugno 2020, 15:42

Il commercio sulle aree pubbliche chiede la riapertura delle fiere

Nel giorno dell’apertura dei confini fra le Regioni italiane ci sono ancora settori di attività che non vedono all’orizzonte la possibilità di riprendere il proprio lavoro. Nonostante molte evidenti incongruenze fra le varie merceologie. E’ il caso dei mercati e delle fiere, riaperti i primi, ancora ferme le seconde