Anno 7°

sabato, 11 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Zucconi al convegno nazionale Conflavoro PMI: "Una proposta scomoda?"

sabato, 9 novembre 2019, 16:12

Intervento al convegno di Conflavoro di Riccardo Zucconi, deputato nonché capogruppo commissione attività produttive, commercio e turismo, segretario d'aula gruppo Fratelli d'Italia:

Al Convegno Nazionale Conflavoro ho auspicato che i piccoli imprenditori e i liberi professionisti decidano di fare una manifestazione dove chiedere tutti assieme che chi governa difenda il lavoro di quelle micro e piccole aziende che costituiscono la spina dorsale dell'economia italiana: purtroppo a questa mia richiesta qualcuno si è risentito. E allora io lo ribadisco: auspico che la politica venga costretta ad assumersi finalmente le proprie responsabilità e a dare risposte invece che imporre incompetenza, tasse e manette.

Come avvenne nel 1980, quando i quadri amministrativi di Fiat dettero una svolta al confronto politico, come a Torino quando è stata una manifestante a sbloccare in modo positivo il dibattito sulla TAV.  Una manifestazione che dica alla politica che le piccole imprese non sono una mucca da mungere per mantenere in vita, oltre che i servizi essenziali, sprechi e incompetenze dagli stipendi d'oro dei funzionari alle politiche assurde che riguardano ad esempio Ilva (spesi 3,5 MILIARDI di € nella sola gestione commissariale) o Alitalia (spesi ben 7,7 MILIARDI di €) senza risolvere quelle crisi ed anzi peggiorandole di anno in anno. Basta lo stop perenne alle piccole e grandi opere che tengono immobilizzati 64 MILIARDI di € già stanziati e bloccano cantieri e le assunzioni per decine di migliaia di lavoratori.

Ma si sa le manifestazioni vanno bene solo se sono di sinistra, altrimenti no.

Mentre i Governi si succedono capaci di tutto e di niente al tempo stesso, rimango convinto che solo una presa di coscienza da parte delle micro e piccole imprese e un conseguente forte segnale potrà finalmente riportare il dibattito politico ad affrontare i problemi della crescita economica italiana. Commercianti, artigiani, liberi professionisti, esercenti, operatori del turismo, tutti insieme in piazza per far sentire forte la volontà di rimettere al centro il lavoro e lo sviluppo. Basta governi ridicoli e conflittuali che massacrano le esistenze di lavoratori e imprenditori. Basta misure assistenzialistiche fallimentari come quelle di un reddito di cittadinanza che mostra ogni giorno inefficacia e ingiustizie.

Basta Decreti Fiscali che complicano la vita delle aziende, che inaspriscono pressione fiscale e sanzioni, basta Leggi di Bilancio tutte spese e niente investimenti.

Riportiamo il tema del dibattito alla centralità del Lavoro con un segnale forte dato alla politica, perché quei partiti che vorranno affiancare quella protesta e quella proposta, possano farlo con una legittimazione popolare ancora maggiore. Fratelli d'Italia ne sta facendo e ne farà la propria battaglia: anche questa - soprattutto questa -  è democrazia. 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


venerdì, 10 luglio 2020, 19:15

Eletta Silvia Chelazzi come presidente Uici Lucca

Per la prima volta, dopo 72 anni dalla sua fondazione, la presidenza dell'UICI (Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Lucca si tinge di rosa


venerdì, 10 luglio 2020, 18:56

Mercato di Pulia: ecco i risultati della perizia chiesta dall'amministrazione per impostare un progetto per il futuro basato su dati certi

L'immobile presenta gravi condizioni strutturali. Oggi l'ordinanza del sindaco per lo sgombero di due fabbricati del complesso. Domani laboratorio di idee dedicato all'area in vista del Piano Operativo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 10 luglio 2020, 13:30

Giambastiani (Confesercenti): "Centro storico, servono scelte eccezionali"

“La fase 3 dell’emergenza Covid-19 impone riflessioni e scelte coraggiose e inusuali. L’uscita dall’emergenza ed il ritorno ad una ripresa economica sono faticose e non si può pensare di usare strategie di sviluppo valide fino a poco tempo fa”


venerdì, 10 luglio 2020, 11:35

Smarthome, un nuovo modo di vendere casa

In Italia è il primo esempio di vendita immobiliare rivoluzionario che prevede la sottoscrizione di un abbonamento flat a partire da 99 euro al mese per dieci mesi al posto della solita e onerosa commissione


giovedì, 9 luglio 2020, 14:21

Federalberghi: “Giugno drammatico, l’emergenza sanitaria flagella le imprese turistiche”

Dall’osservatorio nazionale emerge un calo dell’80% di presenze turistiche a giugno; per la Toscana un crollo generalizzato e prospettive drammatiche per la stagione estiva


mercoledì, 8 luglio 2020, 18:57

Cresce la partecipazione dei cittadini, vengono banditi contenuti offensivi e denigratori: il Consorzio approva la sua “social media policy”

“Lo scopo – si legge nel documento – è quello di favorire livelli crescenti di trasparenza, confronto, dialogo, interazione e partecipazione”