Anno 7°

sabato, 11 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

La sicurezza sul lavoro e la prevenzione: temi caldi alla Cartiera M. Cardella

martedì, 3 dicembre 2019, 19:01

La sicurezza è tra i temi al centro della vertenza sindacale in corso nella in corso alla Cartiere M. Cardella, che ha già prodotto ben 11 scioperi dei lavoratori negli ultimi mesi. Oggi, a seguito dell’incidente verificatosi nella mattinata, che ha visto coinvolto un lavoratore, che è rimasto incastrato tra una pressa di carta da macero e il nastro che trasporta le presse verso lo spappolatore la prevenzione della sicurezza sui luoghi di lavoro della cartiera è una priorità a cui non può prescindere.

Solo grazie alla presenza di un operatore sul luogo dell'incidente e del suo immediato intervento, si è evitato che il nastro trasportatore continuasse la sua corsa trascinando il lavoratore ancora per diversi metri, e che si andasse incontro a un incidente più grave.

Sarà compito del Servizio di Prevenzione per la Sicurezza del Lavoro appurare le dinamiche dell'incidente e adottare gli interventi e i provvedimenti del caso, ma nel frattempo le rappresentanze sindacali hanno diffuso un comunicato per esprimere la propria posizione.

“Da parte nostra – hanno dichiarato le sigle sindacali SLC CGIL Lucca, FISTEL CISL Toscana e RSU Cartiere M. Cardella - vogliamo segnalare che l'infortunio di oggi è l'ultimo di una serie di incidenti avvenuti in cartiera. Uno dei quali ha procurato ferite ad un lavoratore che lo costringono, a distanza di quasi due mesi dall'accaduto, in un letto della propria abitazione.”

La politica adottata dalle Cartiere Modesto Cardella, secondo il comunicato diffuso dalle sigle sindacali, esclude di fatto, un coinvolgimento sul problema della Sicurezza sul Lavoro in primo luogo del RLS, della RSU e dei lavoratori, e questo comportamento non aiuta ad affrontare nel modo migliore i vari problemi presenti nella cartiera.

“A distanza di oltre 8 ore dall'infortunio, - hanno continuato le rappresentanze sindacali - l'azienda non ha ancora preso contatto con il Rappresentante dei Lavoratori sulla Sicurezza. Da parte nostra, insieme al RLS, alla RSU e ai lavoratori continueremo la nostra azione per ottenere un oggettivo miglioramento della sicurezza del lavoro in questa azienda.”

Fra. Sar.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


sabato, 11 luglio 2020, 13:02

Le emergenze storiche e artistiche della provincia di Lucca protagoniste su Rai Due

Per tutta la settimana da lunedì 13 a venerdì 17 luglio, Lucchesia, Versilia e Garfagnana, insieme con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, saranno protagonisti del programma televisivo “L’Italia che fa”, condotto da Veronica Maya, conduttrice e volto di punta della Tv di Stato, in onda su Rai 2...


venerdì, 10 luglio 2020, 19:15

Eletta Silvia Chelazzi come presidente Uici Lucca

Per la prima volta, dopo 72 anni dalla sua fondazione, la presidenza dell'UICI (Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Lucca si tinge di rosa


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 10 luglio 2020, 18:56

Mercato di Pulia: ecco i risultati della perizia chiesta dall'amministrazione per impostare un progetto per il futuro basato su dati certi

L'immobile presenta gravi condizioni strutturali. Oggi l'ordinanza del sindaco per lo sgombero di due fabbricati del complesso. Domani laboratorio di idee dedicato all'area in vista del Piano Operativo


venerdì, 10 luglio 2020, 13:30

Giambastiani (Confesercenti): "Centro storico, servono scelte eccezionali"

“La fase 3 dell’emergenza Covid-19 impone riflessioni e scelte coraggiose e inusuali. L’uscita dall’emergenza ed il ritorno ad una ripresa economica sono faticose e non si può pensare di usare strategie di sviluppo valide fino a poco tempo fa”


venerdì, 10 luglio 2020, 11:35

Smarthome, un nuovo modo di vendere casa

In Italia è il primo esempio di vendita immobiliare rivoluzionario che prevede la sottoscrizione di un abbonamento flat a partire da 99 euro al mese per dieci mesi al posto della solita e onerosa commissione


giovedì, 9 luglio 2020, 14:21

Federalberghi: “Giugno drammatico, l’emergenza sanitaria flagella le imprese turistiche”

Dall’osservatorio nazionale emerge un calo dell’80% di presenze turistiche a giugno; per la Toscana un crollo generalizzato e prospettive drammatiche per la stagione estiva