Anno 7°

giovedì, 9 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Progetto Cooperativa Simulata alla scuola media di Mutigliano: quell'organo s'ha da restaurare

venerdì, 14 febbraio 2020, 18:26

Nell'ambito del progetto ICS (Impresa Cooperativa Simulata) promosso da Confcooperative Toscana e dalla Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo, anche Lucca si renderà protagonista grazie alla partecipazione della scuola secondaria di primo grado "C. Massei" di Mutigliano dell'Istituto Comprensivo Lucca 4.

Tale progetto, coordinato a livello regionale della responsabile dei progetti scolastici di Confcooperative Ilaria Sguazzoni, è finalizzato alla simulazione di un'impresa cooperativa che valorizzi la progettualità già in atto nella sede scolastica e il territorio in cui essa è inserita, mettendo al centro lo spirito di iniziativa degli alunni e per questo ogni scuola partecipante adotta un progetto specifico a cui lavora la propria ICS.

Gli alunni della scuola media di Mutigliano, dove ormai da 18 anni è attivo un progetto musicale particolarmente attento alla figura di Giacomo Puccini e all'intero patrimonio musicale lucchese, hanno deciso di finalizzare la loro ICS alla promozione del recupero dell'organo della chesa locale, la Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano. Ci sono ampie testimonianze che tale organo sia stato suonato proprio dal maestro Puccini e, proprio grazie alla "confidenza" con tale strumento, pare che vi abbia addirittura composto alcune opere recentemente ritrovate attualmente allo studio degli esperti.

Si tratta di un organo rurale che non può essere suonato poiché necessita di restauro; addirittura è rimasto l'unico in tutto il territorio lucchese tra quelli utilizzati da Puccini a non essere funzionante, "dimenticato" probabilmente per la sua ubicazione decentrata in campagna.

Anche per questo motivo l'Impresa Cooperativa Simulata che gli alunni di Mutigliano hanno costituito con impegno e passione ha come scopo la sensibilizzazione verso un possibile recupero e restauro dell'organo, inteso come risorsa per l'intero territorio, in quanto attrazione turistica legata ai percorsi pucciniani e per l'Istituto Scolastico stesso, al quale appartiene la medesima Pieve dei Santi Ippolito e Cassiano dove si tiene ogni anno il concerto conclusivo del progetto musicale "Accordiamoci per Concertare", quest'anno in programma il 15 maggio.

La costituzione dell'Impresa Cooperativa Simulata avverrà alle ore 10.30 di lunedì 17 febbraio 2020 proprio nella stessa chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano di Mutigliano in cui l'organo è custodito.

A dimostrazione dell'importanza dell'iniziativa, sarà presente la dottoressa Claudia Fiaschi, vice-Presidente nazionale di Confcooperative e Presidente di Confcooperative Toscana insieme ad Elisa Guazzelli della Cooperativa "La Gardenia" in qualità di esperta referente sul territorio del progetto di Mutigliano e del dott. Luca Silvestrini che, per conto della Banca di Credito Cooperativo di Pescia e Cascina, sosterrà tale costituzione in rappresentanza della Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo, impegnate da molti anni a sviluppare l'educazione e lo spirito cooperativo nelle scuole.

Oltre alla Dirigente Scolastica dottoressa Emilia Ciampanella e al Presidente del Consiglio di Istituto Daniele Cianchi, insieme al parroco don Alberto Brugioni hanno inoltre assicurato la loro partecipazione gli assessori Ilaria Vietina e Maria Teresa Leone, unitamente ad alcuni consiglieri comunali.

La presentazione del progetto, legata ad un "logo" ideato dagli alunni che potesse esprimere in sintesi l'oggetto dell'iniziativa, sarà affidata ad una rappresentanza degli alunni, dopo un'introduzione curata dal dott. Aldo Berti, da anni studioso di Puccini e autore tra l'altro del volume "Puccini a Mutigliano", pubblicato da Maria Pacini Fazzi editore, con un capitolo dedicato proprio a questo strumento che fu costruito dall'organaro Michelangelo Crudeli di Terni nel 1784 e per questo sicuramente tra i più antichi presenti sul territorio.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


mercoledì, 8 luglio 2020, 18:57

Cresce la partecipazione dei cittadini, vengono banditi contenuti offensivi e denigratori: il Consorzio approva la sua “social media policy”

“Lo scopo – si legge nel documento – è quello di favorire livelli crescenti di trasparenza, confronto, dialogo, interazione e partecipazione”


mercoledì, 8 luglio 2020, 18:28

Inaugurate cabine elettriche 'San Pietro' e 'Carducci'

Complessivamente in città E-Distribuzione effettuerà interventi di restyling su 35 impianti, per un investimento complessivo di 300 mila euro. Innovazione tecnologica, automatizzazione e resilienza del sistema elettrico gli elementi principali delle operazioni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 8 luglio 2020, 15:02

In crescita le vendite all'estero per la nostra provincia nel primo trimestre del 2020

Sono state registrate nei primi tre mesi del 2020 vendite all'estero di beni e servizi da parte delle imprese della provincia di Lucca per complessivi 874 milioni di euro, un valore superiore del 2,3% (+20 milioni circa) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente


mercoledì, 8 luglio 2020, 14:39

La posizione Cna sugli hobbisti

Giovedì 9 luglio si riunirà la seconda commissione consiliare di Regione Toscana, per discutere in merito alla proposta di legge in materia di commercio


mercoledì, 8 luglio 2020, 14:10

Italia Nostra non ha dubbi: "Le Mura sotto attacco di Coima"

"Il progetto a firma COIMA, di cui in questi giorni si discute, è talmente arrogante da non credere possibile che qualcuno lo abbia semplicemente pensato e proposto"


martedì, 7 luglio 2020, 14:45

Cna: “Il super bonus blocca l’edilizia”

C’è grande entusiasmo e insieme molta perplessità sul super bonus previsto dal Governo per il settore edile. Ma se da un lato le imprese lo vedono come un’opportunità e i clienti mostrano grande euforia, di fatto il credito di imposta del 110% su certi interventi di edilizia ha paralizzato il...