Anno 7°

mercoledì, 28 ottobre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Anche Aci Lucca partecipa alla settimana europea della mobilità

sabato, 19 settembre 2020, 15:29

"Emissioni zero, mobilità per tutti" è questo il tema della Settimana Europea della Mobilità, giunta alla 19a edizione. Un appuntamento irrinunciabile al quale partecipa anche Aci Lucca, insieme ai suoi vertici per confermare il proprio impegno sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita nelle nostre città. 

L'Aci Lucca, insieme all'Automobile Club d'Italia, partecipa alla Settimana Europea della Mobilità promuovendo e sostenendo l'importanza di attuare scelte di trasporto economicamente sostenibili volte a favorire un ambiente urbano con emissioni sempre più ridottecittà smart a "mobilità intelligente", e, soprattutto, inclusive, per raggiungere l'ambizioso ma fondamentale traguardo delle emissioni zero entro il 2050, così come dichiarato da Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea.

«Bisogna preferire mezzi di trasporto a basso impatto ambientale, diffondere una migliore conoscenza sul tema delle emissioni collegate all'impiego dei diversi carburanti e adottare comportamenti che rispettino sia le persone che l'ambiente, anche quando si utilizzano mezzi ecologici, per favorire l'accessibilità e l'inclusività di tutti i cittadini» hanno affermato Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca.

«Un ambiente sostenibile e sicuro è la base imprescindibile della nostra mobilità presente e futura - continuano - la prevenzione dell'incidentalità e l'adozione di comportamenti corretti da parte di tutti - automobilisti, motociclisti, ciclisti, pedoni e utilizzatori dei nuovi veicoli di mobilità leggera- deve, poi, costituire una priorità correlata alla sostenibilità, in quanto le finalità sono condivise: rispetto del diritto a muoversi in un ambiente idoneo, non pericoloso ma, soprattutto, non dannoso per la salute».


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

commerciocamera

auditerigi

tambellini

tuscania

toscano

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


mercoledì, 28 ottobre 2020, 17:23

Conflavoro a Tambellini: “Bene stop tassa suolo pubblico, ora gratuità parcheggi”

Oggi in videoconferenza con alcuni membri della giunta Tambellini, tra cui lo stesso sindaco e il nuovo assessore alle Attività produttive Chiara Martini, Conflavoro Pmi Lucca ha avanzato alcune proposte per sostenere le attività del territorio in questo periodo drammatico, in parte già presentate al governo dall’associazione nazionale


mercoledì, 28 ottobre 2020, 16:53

Confronto con categorie e sindacati: prorogate misure su suolo pubblico

Intervenire nella maniera più ampia possibile. È questa l'intenzione del comune di Lucca per fare fronte alla gravissima crisi economica acuita dalle recenti misure del Governo per contrastare la diffusione del Covid-19


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 28 ottobre 2020, 15:23

Sarti (Confindustria): "La moda, grande vittima dimenticata della pandemia"

C'è un'altra "vittima" dell'ultimo dpcm: la moda. A farlo notare Maurizio Sarti, presidente della sezione Sistema moda di Confindustria Toscana Nord


martedì, 27 ottobre 2020, 13:20

Menomale che c'è mamma Fondazione: nel 2021 saranno distribuiti 25 milioni di euro

Covid o non Covid, mamma Fondazione Carilucca c'è sempre e anche nel 2021 distribuirà oltre 25 milioni di euro e scusate se è poco. Ecco l'unico e ultimo centro di potere a Lucca


martedì, 27 ottobre 2020, 13:09

MAI e MaDAMM: +50% delle domande di iscrizione per l'anno accademico 2020-2021

I due Master organizzati dall'Istituto Boccherini e Celsius dimostrano la loro innovatività e attrattività a livello nazionale


martedì, 27 ottobre 2020, 13:03

Salvati i mercati, ma i fieristi ancora non lavorano, Cna Lucca: "Danneggiata una parte dei lavoratori ambulanti"

C’è perplessità e rammarico nella categoria degli ambulanti. Se ne fa espressione la Cna commercio su aree pubbliche, valutando le nuove disposizioni dell’ultimo decreto