Anno XI

lunedì, 17 gennaio 2022 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

prenota_spazio

Economia e lavoro

Ancora sciopero alla Tolentino

venerdì, 14 gennaio 2022, 17:43

Continua il caso della Tolentino. Oggi i lavoratori degli stabilimenti di Carraia e Coselli hanno fatto un'ulteriore giornata di sciopero, con annesso presidio sui cancelli dello stabilimento di Carraia, per protestare contro la decisione dell'azienda di portare via una parte dei macchinari e delle produzioni e procedere al licenziamento di una decina di lavoratori. Alla mobilitazione si è unita anche la cartiera.

 

Come riportano le Rsu della Tolentino e i segretari locali di Slc Cgil (Simone Tesi) e di Uilcom Uil (Massimiliano Bindocci), l'azienda si sarebbe limitata ad offrire una prima possibilità di incontro per la prossima settimana. I lavoratori, invece, non avrebbero disposizioni su come comportarsi da lunedì, visto il fermo di altri macchinari per lo smontaggio.

 

"È ovvio che la tensione sia salita e abbia portato i lavoratori a decidere di incrociare ancora le braccia a sostegno di una vertenza, l'ennesima dopo la crisi e il fallimento della Papergroup, che li vede ancora impegnati a difendere i loro posti di lavoro – spiegano -. Questo nonostante le numerose rassicurazioni fatte dall'attuale proprietà della famiglia Zago, che, non più tardi di qualche settimana fa, aveva rassicurato sulla sicurezza di tutti i posti di lavoro".

 

Rsu, Slc Cgil e Uilcom Uil sono netti. "Ciò appare a tutti come una presa in giro, resa anche dal silenzio di cui si è circondata tutta la direzione, dopo l'annuncio di 'novità' del 5 gennaio. Al presidio sono anche intervenute rappresentanze delle istituzioni locali che hanno assunto l'impegno di attivare un tavolo di crisi – concludono i rappresentanti sindacali -. Faremo tutto quanto il possibile per difendere il lavoro e l'occupazione."

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

lamm

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Economia e lavoro


lunedì, 17 gennaio 2022, 12:06

Due nuove auto ecologiche per il Consorzio

Il Consorzio sempre più verde, cresce il parco auto elettrico dell’Ente: arrivano due nuove vetture ecologiche, in linea con gli obiettivi dell’Europa, le emissioni di anidride carbonica dei mezzi consortili scenderà di oltre il 30 per cento in tre anni


lunedì, 17 gennaio 2022, 11:21

Mercato Don Baroni, Cna ne propone la riqualificazione: "Urgente intervento strutturale"

Un intervento strutturale e drastico sul mercato don Baroni è diventato ormai indispensabile. Ne è convinta la Cna commercio su aree pubbliche che segnala diverse situazioni di difficoltà in cui continuano a lavorare gli ambulanti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 17 gennaio 2022, 11:05

Psicologi, l'Ordine toscano: "In 15 anni spariti il 50 per cento degli psicologi nelle Asl"

L'appello della presidente Maria Antonietta Gulino: "Le liste d'attesa lunghe spingono verso il privato. Anche negli ospedali la psicologia è carente. Basta slogan, servono impegni concreti: la Regione investa sul benessere psicologico dei toscani"


domenica, 16 gennaio 2022, 16:23

Servizio civile universale 2022: 25 posti retribuiti alla Croce Verde di Lucca

Occasione per giovani dai 18 ai 28 anni, per progetti di assistenza e primo soccorso, ma anche di educazione alla salute. Scadenza presentazione domande online: mercoledì 26 gennaio 2022


sabato, 15 gennaio 2022, 13:46

Aci Lucca chiude il 2021 in crescita: +3,3% per oltre 20 mila 400 soci

Aci Lucca chiude il 2021 con un bilancio decisamente in crescita. La delegazione lucchese, infatti, non ha risentito delle conseguenze della pandemia, registrando una crescita del +3,3 per cento nel numero totale di soci


sabato, 15 gennaio 2022, 09:55

A Lucca 20 mila sotto la soglia di povertà: agricoltori in soccorso

Gli agricoltori in soccorso dei nuovi poveri. Al via nella provincia di Lucca la distribuzione di circa 1 tonnellata di cibi e bevande Made in Italy alle famiglie in difficoltà