Anno 7°

sabato, 17 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Délifrance sbarca al Franco Mare ed è delizia per occhi e palato

martedì, 24 marzo 2015, 00:55

di aldo grandi

Metti un pomeriggio assolato e la voglia, a primavera appena iniziata, di fare un salto al mare. Infilaci una interSvista, consueta, di inizio stagione a Roberto Santini, titolare del Bagno Piero di Forte dei Marmi. Aggiungi un buon allenamento sulla spiaggia, un fartlek da 15 secondi a un minuto e ritorno, quindi tuffo e doccia calda sul retro delle cabine. Tutto perfetto, tirato a puntino, a digiuno e dopo aver rifiutato nientepopodimeno che un invito a pranzo da parte di Santini al suo le Boe, faccia fronte mare e sole a baciarti il viso. La dieta prima di tutto, ma, purtroppo, c'è un ma...

Sul cellulare arriva una telefonata che annuncia la presenza, a Marina di Pietrasanta, al bagno Franco Mare, altro splendido esempio di gestione turistica in Versilia, di un evento legato alla presentazione dei prodotti della più famosa e prestigiosa azienda alimentare nel settore del pane e dolci surgelati, la Délifrance. Per puro caso, sotto la sella della moto c'è la piccola Nikon che, all'occorrenza, è un portento. Il tempo, brevissimo, di fare mente locale, il ripromettersi di non cedere alla tentazione e limitarsi solo a fare scatti e prendere appunti, ma niente, niente cibo.

Entri nella sala, fronte piscina, del magnifico Franco Mare e trovi, ad accoglierti, due mega tavoli letteralmente arredati con ogni tipo di leccornia, a sinistra il dolce, che nemmeno degnamo di uno sguardo e, a destra, il salato, dalle focacce alle pizze, dai prodotti integrali o vegani ai panini farciti e ai cornetti salati o i rustici e le pizzette appena sfornate: roba da tentare anche il più fedele dei servitori.

Seduto ad un tavolo con amici e clienti più o meno potenziali c'è Ezio Panseri, 68 anni, originario di Bergamo, ma da una vita abitante a Viareggio con la famiglia. Gestisce la Gelateria Olimpia di Capezzano Pianore con punto vendita in passeggiata al Lido di Camaiore ed è anche distributore per Lucca, Versilia e Pisa dei prodotti Délifrance. Con lui, come rappresentante, Massimo Pardini. Accompagnano la bakery francese le birre artigianali del Birrificio degli Archi di via Cairoli 143 a Viareggio e, in quattro e quattr'otto ce ne spariamo tre bicchieri.

Per chi non lo sapesse la Délifrance è l'azienda che, nel 1978, inventò la baguette surgelata, un successo strepitoso e mondiale che ha spinto i francesi a proseguire nella produzione di pane e dolci surgelati di altissima qualità, preparati con attenzione e cura maniacali, con lievitazioni prolungate e pronte per essere servite ai clienti che non soltanto non percepiscono differenza rispetto al prodotto fresco, ma che, addirittura, lo preferiscono. A cominciare da chi scrive perché, sotto l'insistenza cortese, ma costante, di Davide proprietario della struttura balneare, alla fine ha ceduto. Una fame pantagruelica lo ha portato a sciropparsi tre panini farciti con ogni ben di Dio e un triangolo di sfoglia con mortadella, verdure e salse, roba da denuncia per istigazione a commettere un reato. Per non parlare, vista l'impazienza dell'attesa, della focaccia ai cinque cereali con prosciutto e formaggio, dei cornetti salati, delle pizzette fantastiche e delicatissime, dei rustici caldi ripieni. Alla fine arriva, inevitabile, intorno alle 16, la decisione, a stomaco full up, di chiamare il fotografo Ser Fiorenzo e disdire il suo invito a cena, sia pure con enorme dispiacere, ma come si fa a mangiare, alle 20.30, dopo essersi rimpinzati di golosità, le cotolette di agnello del mitico maestro fotografo?

"Délifrance - spiega Panseri - ha inventato anche la prima brioche surgelata. Oggi sabato e domenica abbiamo inviato oltre mille inviti per un open-day rivolto alle categorie affinché conoscano da vicino i prodotti di Délifrance e di Panitaly, l'altra sua azienda che produce pane in Italia. Tenete presente che il prodotto surgelato di Délifrance e Panitaly permette di risparmiare e di non gettare nulla. Infatti si scalda solo ciò che serve mentre il prodotto fresco, una volta cotto, si getta via. Poi la fragranza del pane e degli altri prodotti a base di cereali, nessuna differenza con il fresco e questo perché la qualità è altissima".


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 16 novembre 2018, 19:35

Al ristorante Il Giglio una stella Michelin

Il ristorante Il Giglio delle famiglie Barbieri-Pacini ha ottenuto una stella alla premiazione della guida Michelin svoltasi a Parma. Grande soddisfazione per i tre cuochi Stefano Terigi, Benedetto Rullo e Lorenzo Stefanini oltreché per il direttore del locale Paola Barbieri


mercoledì, 14 novembre 2018, 14:23

Un nuovo giallo a "Il Pesce che vorrei" di Lammari

Tornano le "cene con il delitto" alla ristopescheria "Il pesce che vorrei" di Lammari. Venerdì 16 novembre, dalle ore 20.30, i clienti potranno così gustarsi un pasto a base di pesce e al tempo stesso cimentarsi nella soluzione di un misterioso omicidio.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 13 novembre 2018, 16:40

Desco: espositori da tutta Italia, sold-out degli spazi

Sold-out degli spazi espositivi per gli espositori a Il Desco 2018, la mostra dedicata ai sapori e saperi, in programma nei giorni 30 novembre, 1, 2 , 7, 8 e 9 dicembre a Real Collegio a Lucca


martedì, 13 novembre 2018, 12:48

“Gusto e salute”: istituti alberghieri in gara a Palazzo Boccella a San Gennaro

Ad aderire all’iniziativa sono stati in particolare sei Istituti: “Brignetti” di Portoferraio (Livorno); “A. Ceccherelli” di Piombino (Livorno); “G. Minuto” di Massa; “A. Pacinotti” di Bagnone (Massa); “G. Marconi” di Viareggio (Lucca); “Pieroni” di Barga (Lucca)


sabato, 10 novembre 2018, 16:18

Aperte le iscrizioni per la Gara Giovani Chef

Torna nel programma la Gara dei Giovani chef, giunta alla sua 3^ edizione,e riservata ai giovani chef che lavorano in Toscana con età non superiore ai 35 anni, si svolgerà sabato 8 dicembre 2018 dalle ore 15:30 alle ore 18:30 al Real Collegio nella Sala allestita ad area show cooking


venerdì, 19 ottobre 2018, 10:40

Le nostre torte: la cena ecumenica dell'Accademia Italiana della Cucina

Si è svolta ieri, nelle delegazioni italiane e di tutto il mondo, l'annuale cena ecumenica dell'Accademia Italiana della Cucina. La delegazione di Lucca, con gli interventi di Daniela Clerici, Francesco Andreini...