Anno 7°

mercoledì, 12 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Piantumazione dell'Inula Viscosa: partita la lotta alla mosca olearia

mercoledì, 29 aprile 2015, 13:31

Oliveto biologico? Si grazie. A Lucca, dopo la non felice raccolta del 2014, si è scelto di intraprendere una strada diversa per incrementare la raccolta delle olive e, cioè, quella dell'oliveto biologico, mentre gli esperti parlano di una raccolta decisamente migliore – tempo permettendo – rispetto allo scorso anno.

La scorsa stagione, secondo quanto determinato dagli esperti, ha visto una proliferazione straordinaria della mosca olearia, causata dalle condizioni meteo, che, al contempo, hanno anche causato una ridotta nascita di olive. I due fattori - alto numero di mosche oleare e poche olive - uniti, hanno avuto l'effetto di ridurre considerevolmente la produzione di olio nel 2014 che ha toccato valori molto negativi. «Si tratta di condizioni che non si presentano tutti gli anni - spiegano alla Cia Toscana Nord - ma è altresì vero che, con i cambiamenti climatici in atto, è necessario ripensare le coltivazioni in modo da poter arginare i danni in eventuali altre annate difficili». 

Ecco, quindi, che sono partiti alla Fattoria Colleverde di Matraia, i lavori di piantumazione di esemplari di Inula Viscosa sui circa 15 ettari di oliveto biologico dell'azienda.  

L'Inula Viscosa è una pianta spontanea, diffusa sulle scarpate di tutte le regioni costiere del Mediterraneo ed è preziosa grazie alle sue molteplici proprietà, che, per quanto concerne gli olivi, la vede come 'casa' invernale di un insetto, l'Eupelmus Urosonus, che è un parassitoide polifago, il quale rappresenta, di fatto, il più attivo antagonista naturale della mosca olearia, grazie alle sue due-tre generazioni annue. 

«Ovviamente – afferma la Cia Toscana Nord – la sola presenza dell'Eupernus Urosonus non è sufficiente da sola a combattere i forti attacchi di mosca dell'olivo, ma la sua azione può essere determinante in associazione ad altre forme di lotta biologica e in concomitanza con altri insetti benefici ospiti di piante, la cui presenza dovrebbe garantire una maggiore biodiversità ai nostri oliveti, quali fichi, mirti, cardoni e perfino le tanto famigerate infestanti». 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 11 dicembre 2018, 22:30

La stampa internazionale alla Bottega di Anna e Leo

Un benvenuto davvero caloroso quello riservato ad un gruppo di giornalisti di stampa internazionale invitati a Lucca in occasione dell’edizione 2018 del Desco


martedì, 11 dicembre 2018, 15:25

Record di presenze a Il Desco 2018

Successo per il nuovo Desco, l’edizione 2018 ha registrato oltre 41 mila visitatori nei due fine settimana. Il record di presenze è stato raggiunto nella giornata di domenica 9 dicembre, con oltre 11 mila ingressi


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 10 dicembre 2018, 18:46

L'angolo di Sandra, dove la dolcezza non conosce prezzo

Il 16 dicembre un pomeriggio di degustazioni a L'Angolo dolce di Sandra Bianchi


lunedì, 10 dicembre 2018, 18:08

Dalla gastronomia d'asporto alle barzellette: le feste de "Il Pesce che vorrei"

Clima di feste alla ristopescheria "Il Pesce che vorrei" di Lammari. Per venerdì 14 dicembre è in programma un nuovo appuntamento con il buon umore, con una serata speciale che sarà animata dal comico lucchese Samuele Rossi.


domenica, 9 dicembre 2018, 23:26

A tavola senza cellulare e televisione: papa Francesco e l’educazione alimentare

Si è svolta con successo l’interessante presentazione del libro “A Tavola con Papa Francesco. Il cibo nella vita di Jorge Maria Bergoglio” di Roberto Alborghetti, scrittore e giornalista bergamasco, già autore di altri libri sul santo padre


domenica, 9 dicembre 2018, 12:18

Il fumetto di Togneri e la cucina dello chef Micheloni si incontrano di nuovo

Torna all'eno - ristorante Micheloni a Guamo "Cene con fumetto" con protagonisti i pennelli e i fogli del disegnatore Simone Togneri, abbinati alla cucina dello chef Stefano Micheloni