Anno 7°

martedì, 22 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

La nuova vita di Birroir, il birrificio (davvero) artigianale

domenica, 15 luglio 2018, 13:42

Il birrificio artigianale lucchese Birroir riprende la sua produzione, grazie a nuovi investimenti che hanno permesso il rinnovamento della cantina e della linea produttiva. Un rilancio che è stato reso possibile anche da una nuova compagine sociale, con l'ingresso della G&D Food & Beverage. La fondatrice Elisa Tealdi continua la propria attività nell'azienda come ambasciatrice e immagine del birrificio. Birroir ha inoltre ampliato la propria gamma di prodotti, e punta a diffondersi nel canale HoReCa (hotel, ristoranti, bar e simili).

Il birrificio Birroir è stato fondato nel 2013 da Elisa Tealdi e da altre socie. Nel corso degli anni Tealdi è rimasta l'unica proprietaria dell'azienda, di cui si definisce "la mamma". Un anno fa è nata una partnership con la G&D Food & Beverage, che è entrata nel birrificio rilevando l'85 per cento delle quote. "Il prodotto era già un prodotto lavorato molto bene sia in termini di qualità, di packaging e come intuizione del mercato su quello che è il trend oggi, che è quello della birra artigianale" ha spiegato Marco Gonzadi della G&D. "La birra artigianale – ha continuato – è diventata un po' una moda e chiunque dalla sera alla mattina apre un birrificio artigianale. Quello che noi vogliamo fare è avere un prodotto di qualità e infatti ci siamo appoggiati a diverse persone specializzate nel settore, per cercare di non fare errori e avere un prodotto al top".

"Abbiamo scelto sei tipologie di birre e una special edition natalizia – ha spiegato Elisa Tealdi –. Abbiamo due tipologie di ispirazione belga, Isotta e Lalita, che sono un po' i cavalli di battaglia. Poi ne abbiamo due di ispirazione inglese, Gigliola ed Ella. Abbiamo una stout fatta in collaborazione con la torrefazione Caffè Bonito, avremo una biologica e una special edition natalizia che ancora non sveliamo". "Facciamo tutte birre ad alte fermentazioni – ha aggiunto il birraio Gabriele Lorenzo – usando tutti lieviti che lavorano a temperature piuttosto alte, che sviluppino esteri della birra finita che sono sentori di frutta, tipicamente frutta a pasta bianca, tipo la banana e la pesca. Utilizziamo tutti luppoli selezionati, per il momento sono tutti d'origine estera. Tramite questa selezione di luppoli cerchiamo di ottenere sempre birre equilibrate, che siano "beverine" ma con un finale abbastanza morbido, per rendere le bevute più piacevoli".

Il birrificio artigianale Birroir ha il proprio stabilimento a Segromigno in Monte, a Capannori, in via delle Ville 526 b/c, mentre la sede amministrativa è a Lucca, sulla via provinciale di Sant'Alessio 1763/F.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


tambellini


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 20 ottobre 2019, 18:22

Ar Panzotto di Roma carbonara con... sorpresa

Non c'è dubbio, Roma non si discute, si ama e noi non resistiamo più di qualche mese senza tornare dove tutto è cominciato. Questa volta abbiamo organizzato una sorpresa...


venerdì, 18 ottobre 2019, 13:36

Da tutta Italia per esporre a Il Desco 2019

Da nord a sud, dai tortellini emiliani ai prelibati cannoli siciliani, dai formaggi sardi a quelli dell'alpeggio, dai salumi toscani al pesto ligure, e molto altro ancora sono i prodotti presenti alla 15^ edizione de Il Desco, per indimenticabili esperienze gastronomiche e sensoriali da vivere a Lucca


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 15 ottobre 2019, 11:45

Al Giglio tre cappelli della guida l'Espresso

Salgono le quotazioni del ristorante Il Giglio che, ieri a Firenze al teatro del Maggio fiorentino, ha ottenuto i tre cappelli della guida dell'Espresso


domenica, 13 ottobre 2019, 12:30

Re Michele a Versailles alla corte di Chateau Mouton

Michele Marcucci unico ospite a Versailles della serata organizzata da Sotheby's e Chateau Mouton Rothschild il 21 settembre con chef d'eccezione Alain Ducasse, 21 stelle Michelin


mercoledì, 9 ottobre 2019, 17:20

Franco Mare, il menu d'autunno. Le Novità.

Prosegue il processo evolutivo del giovane chef del Franco Mare, Alessandro Ferrarini, 35 anni, con un curriculum di tutto rispetto...


mercoledì, 9 ottobre 2019, 12:10

Cacio e pepe, un pezzo di Roma nel cuore di Lucca

Ormai è una certezza: quando vuoi mangiare un primo alla romana, c'è solamente un posto, nel centro storico di Lucca, dove sei sicuro che è made in Rome, da Mario alla Locanda di Bacco