Anno 7°

domenica, 18 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

“Mille968, un vino, un territorio, una doc”: ad Anteprima Vini il portabandiera delle colline lucchesi

venerdì, 3 maggio 2019, 12:02

1968 – 2018, 50 anni di passione e vino di qualità. L’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle ha segnato un importante anniversario, anche dal punto di vista enologico: quello della nascita della Doc Colline Lucchesi, una delle più antiche a livello nazionale. E proprio per celebrare la ricorrenza, cinque aziende di questa particolare denominazione - Fattoria Sardi-Giustiniani, Colle di Bordocheo, Fattoria Maionchi, Valle del Sole, Fattoria La Maulina - hanno deciso di produrre un vino celebrativo dal nome particolarmente simbolico: “Mille968”. Un vino di pregio, realizzato solo con le uve migliori delle cinque aziende - che diventerà uno dei protagonisti di Anteprima vini della Costa Toscana 2019, la più grande rassegna enologica di costa toscana, in programma il 4 e 5 maggio all’ex Real Collegio di Lucca.

A spiegare la genesi di questo progetto, che sarà presentato sabato 4 maggio alle 17, è il coordinatore Massimo Motroni, agronomo ed enologo che da anni collabora con le aziende vinicole della Lucchesia. «Questo progetto è nato nel 2013 dalla volontà di tre produttori della zona di mettersi insieme per fare qualcosa di bello e promuovere ancora meglio il nostro territorio e il vino che produciamo. Nel 2015 si sono aggiunte altre due realtà, arrivando alla composizione attuale che vede impegnate 5 aziende. L’obiettivo è valorizzare il vino ma anche il territorio da dove proviene, cercando di evidenziare come lo stesso vitigno possa produrre sfaccettature diverse in base a dove cresce. Il territorio delle colline lucchesi è molto variegato infatti: a distanza di pochi chilometri, dallo stesso vitigno si possono ottenere due vini anche molto diversi. Un fatto molto particolare».

Una collaborazione che trova spinta anche nella profonda amicizia che lega i cinque produttori:  Fattoria Sardi-Giustiniani, Colle di Bordocheo, Fattoria Maionchi (le tre originali), Valle del Sole e Fattoria La Maulina (le due che si sono aggiunte nel 2015). «Siamo tutti legati da profonda amicizia – aggiunge Motroni –. Incontrarci per noi è sempre un piacere e questo è molto importante perché se si riescono a superare gli individualismi si può fare rete e costruire qualcosa di buono. Come abbiamo fatto noi con questo vino che vuole essere un po’ il portabandiera del nostro territorio».

Amicizia, legame con il territorio e vitigni di qualità. Gli ingredienti per un prodotto di eccellenza ci sono tutti: «con questo vino abbiamo voluto celebrare l’anno di nascita della Doc colline lucchesi che è una delle più antiche d’Italia – aggiunge ancora l’enologo -. È un prodotto particolare che facciamo solo quando abbiamo uvaggi di eccellente qualità. Lo abbiamo prodotto nel 2013, nel 2015 e 2016, adesso ritorniamo con il prodotto della vendemmia 2018. Si tratta di un prodotto in divenire, per così dire, perché di anno in anno può variare in base alla qualità dei vitigni, anche se rispettiamo sempre il disciplinare della Doc, quindi usiamo solo ciliegiolo, moscato e canaiolo. Di annata in annata scegliamo le uve migliori di ogni azienda e se riteniamo che siano particolarmente pregiate, procediamo con la produzione. Il vino viene amalgamato e imbottigliato da un’unica azienda che poi lo redistribuisce in parti uguali. Si tratta di una produzione esigua per il momento: parliamo di 1500 bottiglie, proprio perché puntiamo sulla qualità e non sulla quantità».

Ma cosa si potrà degustare nel laboratorio del 4 maggio? «Nella degustazione proporremo le annate 2015 e 2016 – spiega Motroni –. Mi piacerebbe anche riuscire a portare qualche bottiglia del 2013 per far apprezzare l’evoluzione nel tempo del prodotto. All’interno del laboratorio sarà presente anche l’Antica Locanda di Sesto che proporrà alcuni abbinamenti con prodotti tipici, anche se ovviamente al centro rimarrà sempre il vino. Nel 2019 torniamo non solo perché ricorrono i 50 anni dalla nascita della Doc ma anche perché abbiamo delle partite particolarmente pregiate. Per questo siamo molto felici di essere presenti in un contesto prestigioso come quello di Anteprima Vini. Con questo prodotto volevamo fare qualcosa di bello per il territorio e crediamo di esserci riusciti».


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 17 agosto 2019, 23:15

Tonno... rosso non avrai il mio scalpo

E' arrivato direttamente dalle acque del Mediterraneo, 30,5 chili di tonno rosso sbarcati al ristorante Bistrò di Corte Campana di Mario Bini e Beata Kowalska, chef Michele Marchi


martedì, 13 agosto 2019, 16:44

Cresce l’attesa per l’inizio della Festa della Bistecca

Tra pochi giorni torna una delle sagre più famose e apprezzate in Garfagnana che da qui ha sfondato ben presto i confini provinciali per divenire un evento di portata nazionale e anche oltre. Parliamo della “Festa della Bistecca”, organizzata dall’A.S.D.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 2 agosto 2019, 10:04

A Massa Macinaia sagra del fungo porcino con polenta

Sabato 3 e domenica 4 agosto a Massa Macinaia, nell'area verde adiacente il Piazzale Monica del Grande in via Sodini n.66, ultimo appuntamento con la 26° Sagra del Fungo Porcino con Polenta, organizzata dalla Misericordia di Massa Macinaia e San Giusto di Compito


martedì, 30 luglio 2019, 19:00

Cristiano Tomei Superstar al Bancarel'Vino

La 36° edizione del Bancarel'Vino, lo storico premio dei vini della Lunigiana Storica, prevede una decisa sterzata a favore del territorio, del vino di vignaioli e di spettacoli che...


venerdì, 26 luglio 2019, 21:23

I pranzi della Cremeria Opera: "Prodotti semplici ma buoni"

Non solo gelati. La Cremeria Opera propone anche un'offerta per pranzo, con crepes, testaroli, linguine, vellutate e due piatti speciali che cambiano ogni settimana. A lavorare alla realizzazione delle gustose creazioni culinarie alcuni giovani cuochi di talento


mercoledì, 24 luglio 2019, 13:36

On line il nuovo sito web de Il Desco

Innovazione e digitalizzazione senza dimenticare tradizione e qualità. Queste le parole d’ordine dell'edizione 2019 de il Desco che, in vista dell’appuntamento in programma nei due weekend a cavallo tra novembre e dicembre – quello dal 29 novembre all’1 dicembre e quello dal 6 all’8 dicembre – stamani ha visto l’attivazione...