Anno 7°

sabato, 15 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia : a Tonfano

Alex, nuovo chef e nuovo menu: sorprese e sapori

Polpo

mercoledì, 5 giugno 2019, 13:31

di Marco Bellentani

Qualche mese fa abbiamo annunciato il nuovo chef dell'ameno luogo di Tonfano, Alex Cibi e Vini. Ruben Guidi, stazzemese, verace, formatosi al Baretto, Franco Mare e all'Alpemare di Andrea Bocelli.

Alessandro Tognetti ha, dal canto suo, l'esperienza e la lungimiranza di far ambientare i suoi giovani chef per poi fare il passo dovuto: un nuovo menu con la firma dello staff, dello chef e del patron. Quel che ne nasce è, giocoforza, la conferma dei grandi classici del locale (catalana, crudo, mercato), ma, stavolta ancora di più, una sterzata netta, convincendo, verso i credi del giovane Ruben. Se balza all'occhio un restyling estetico su tutti i piatti confermati, balza invece al palato la mano di Guidi: c'è, anticipiamo, più leggerezza, più finezza, nella costruzione del piatto ed anche i rimandi alla tradizione locale si giovano di freschezze e acidità che fanno balzare in avanti la cucina di Alex.

Già la Tartare di Ricciola, gioca con Mango e yogurt senza cadere nello scontato, grazie alla materia prima e e rimandi balsamici delle erbe. Lo chef è assai libero di interpretare la sua infanzia: lo si vede nella Cialda croccante di riso, crema di patate, cozze e polpo di scoglio. Il suo vecchio ricordo di Riso e Polpo, viene qui redatto in maniera sfiziosa. Seguono – per una recensione che ci ha messo alla dura prova nel numero di portate, ma con nostro grande piacere – La Vaporata e la Stracciatella di Burrata al tartufo. Classici, ancora in stampo delicato.

L'artigiano si fa chef, recupera e impreziosisce, negli Spaghetti alla Chitarra misto mare. Mai ruffiani, asciutti e semplicemente buoni. Non manca la Terra: Pici Senesi al ragù di capriolo (tradizionale ma leggerissimo) o il classico Tagliolino al Tartufo. A conquistare, tra i migliori piatti di Alex, adesso sono gli Spaghetti con crema di acciughe del Cantabrico e profumo di Lime. Davvero eccelsi, tra cremosità sapide e spinte acide.

Ben presentati e ben fatti anche i secondi, dall'Orata alla griglia (in filetto) con finocchi alla Vaniglia, menta e maionese al singolare, ma riuscito, Sgombro spadellato con bietole saltate e crema di burrata. Il gioco era rischioso, ma la parte casearia è dosata ai minimi, utilizzata saggiamente, mentre la cottura dello sgombro fa il resto. Chiedetelo a cottura media se siete buongustai, ma anche a cottura completa il piatto soddisfa i palati più fini. Chapeau. Sulla carne,a trionfare, e a confermare che Alex non fa solo pesce, è un incredibile Tomahawk di Cinta senese, cotto a bassa temperatura con birra artigianale locale. Delizioso, sensuale, epico visto la porzione che abbondante è dir poco!

DSC3860

Dolci tipici come strudel e crostatina, o più contemporanei con la Nuvola.

Promosso Guidi, che fa un generoso atto di fede verso una cucina riconoscibile e sana, sorprendendo per una crescita che viaggia costante senza voli pindarici e senza inutili orpelli per stupire. Promosso Alex, perché ha saputo ancora una volta essersi fedele, senza rimaner immobile, cambiando e rivitalizzando ancora una volta le basi della sua cucina.

DSC5088

Tomhawn di Cinta Senese

©riproduzione riservata

ALEX Ristorante Enoteca 
Via Versilia, 159
Marina di Pietrasanta (Lucca) 
Tel.  +39-0584-746070
Mob. +39-347-7774337
www.ristorantealex.it

Logoalexokhd 2222222222


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 12 giugno 2019, 14:41

Corsi per giovani cuochi, l’accademia Gualtiero Marchesi arriva a Lucca

Una classe di 15 studenti per un corso intensivo di tre settimane seguito da sei mesi di stage in un ristorante gastronomico italiano. Questi i numeri della prima edizione di “Dal dire al fare” il corso estivo, promosso dalla fondazione Gualtiero Marchesi, in collaborazione con Fondazione Campus, fondazione Palazzo Boccella...


lunedì, 10 giugno 2019, 12:56

L’Accademia Gualtiero Marchesi a Palazzo Boccella

La prima edizione dei corsi estivi per giovani cuochi “Dal dire al Fare” presentata nel comune di Capannori da Enrico Dandolo, Segretario Generale della Fondazione Gualtiero Marchesi, Romano Citti, Presidente della Fondazione Palazzo Boccella e Enrica Lemmi, Coordinatrice Area Turismo della Fondazione Campus alla presenza del sindaco Luca Menesini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 giugno 2019, 19:51

A Lucca McDelivery, il McDonald's a domicilio

E' arrivato anche a Lucca McDelivery, il servizio che porta il cibo McDonald's direttamente a casa del cliente. Per usufruirne basta fare l'ordinazione online per poi poter ricevere alla propria abitazione quanto richiesto


giovedì, 6 giugno 2019, 13:30

Al Via Buyfood Toscana: anche a Lucca e Carrara buyer da tutto il mondo per conoscere i prodotti Dop, Igp e Agriqualità

Venerdì 7 giugno nel Complesso di Santa Maria della Scala 50 aziende e 16 Consorzi di tutela coinvolti in incontri B2B, presentazioni e show cooking dedicati a 50 buyer internazionali


mercoledì, 5 giugno 2019, 19:19

A Il Pesce che vorrei menù degustazione a 20 euro

Per tutto il mese di giugno la ristopescheria "Il pesce che vorrei" di Lammari offre per cena un menù degustazione al prezzo di 20 euro. Il menù prevede: antipastino di benvenuto; un primo piatto; secondo di fritto di pesce; un bicchiere di vino; acqua e caffè


mercoledì, 5 giugno 2019, 04:49

Pasticceria Pinelli a Lunata, un'esplosione di sapori e colori

"Sta andando tutto bene, sono contenta" ha detto Helen Cordoni facendo un bilancio dei primi sei mesi di apertura della Pasticceria Pinelli di Lunata (Capannori). Con il padre Ademaro e la madre Renza Borelli, Helen gestisce il nuovo locale e quello omonimo e ormai storico di via Beccheria a Lucca