Anno 7°

mercoledì, 18 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Enoteca Micheloni, il pesce all'insegna dell'amicizia

venerdì, 23 agosto 2019, 18:12

di aldo grandi

La prima volta che, con Davide Micheloni, ci siamo conosciuti, non fu proprio una bella volta. C'era stato un articolo su La Nazione di Lucca a firma del sottoscritto e Stefano, allora poco più che un ragazzo, piombò nella sede del giornale, in piazza del Giglio al secondo piano dove, appena aprivi la porta, ti imbattevi, per forza di cose, nella scrivania del giornalista che, alla fine, ci metteva sempre la faccia e il nome e cognome, Aldo Grandi.

Davide ricorda che, di fronte alle sue rimostranze, chi scrive gli rispose di rivolgersi all'avvocato e che lui non la prese bene arrivando, ma crediamo esageri, a rovesciare il tavolo anche perché, se non ricordiamo male, i tavoli erano, in realtà, dei desk collegati gli uni agli altri e, quindi, non sollevabili visti il peso e la dimensione. 

Con i fratelli Micheloni non ci rivedemmo per molti anni fino a quando, presumibilmente, un giorno, quando il sottoscritto aveva ormai aperto la Gazzetta di Lucca, non capitò di incontrarsi ad un evento e a decidere di fare un pezzo di strada insieme. 

Si parlava anche di questo, ieri sera, all'enoteca Micheloni riaperta dopo 45 giorni di chiusura a seguito dell'impegno dei due fratelli come chef e assistente al servizio cucina presso il Summer Festival, un'esperienza faticosa, ma entusiasmante e, sicuramente, ricca di contatti.

Ci siamo capitati così, all'improvviso e previa una telefonata per sapere se aveva riaperto, e una volta seduti a tavola, accompagnati dal nostro braccio destro - quello sinistro è Andrea Cosimini - Cinzia Guidetti, fotografa nella circostanza, abbiamo voluto assaggiare nuovamente i piatti di pesce che Stefano Micheloni, presidente della sezione lucchese della Federazione Italiana Cuochi, prepara magistralmente insieme al suo staff. Tifosi entrambi - i fratelli - della Fiorentina, esattamente come noi, iscritti regolarmente al club viola di Lucca di Stefano Buralli, ci hanno portato in tavola, dopo un paio di antipasti tra cui una favolosa insalata di mare fruttata, un piatto per il quale l'autore di queste righe ha, lo ammette, perso volentieri la testa al punto da ordinarne il bis. Sì, perché al di là dei frutti di mare, dei calamari e dei gamberi, il profumo e il sapore dei funghi porcini di casa nostra hanno fatto la differenza. "Sei chili di funghi dalla Garfagnana mi hanno portato - spiega Stefano Micheloni - pochi, ma questa stagione è così. Sicuramente se pioverà, ne arriveranno anche altri. Comunque questi, almeno, sappiamo da dove vengono".

Stefano e Davide sono una coppia indissolubile, fratelli ma non coltelli, anzi, sono complementari, si stimano e si fanno coraggio e forza a vicenda, un rapporto che ha sempre ricevuto un grande apprezzamento dal loro amico giornalista. Come fai, infatti, una volta a tavola, a non brindare con un prosecco d'avvio per celebrare questo ritorno? Ad ottobre sono previsti all'enoteca un paio di eventi tra cui una degustazione di vini e una cena a base di piatti di pesce che seguiremo con simpatia e calorosa partecipazione delle nostre papille gustative. 

Foto di Cinzia Guidetti


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 18 settembre 2019, 19:17

Bar San Michele e il caffè da asporto a solo 1 euro!

Forse non sarà l'unico e nemmeno un record, ma il Bar San Michele nella piazza omonima un primato lo detiene già: quello della onestà e della moderazione


lunedì, 16 settembre 2019, 19:40

Alla Tosca la zuppetta di cozze la fa da padrona

Dice che sia la scelta preferita dei commensali che si avventurano su per le curve che conducono a Gignano di Brancoli, dove sta la Tosca di Paolino Luporini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 14 settembre 2019, 12:14

Osteria da mi pa' di Gragnano ottiene la chiocciola Slow Food

L'Osteria da mi pa' di Gragnano ha ottenuto la Chiocciola di Slow Food sulla Guida "Osterie d'Italia 2020". Un riconoscimento importante per chi – come l'Osteria da mi pa' – ha scelto di portare in tavola i valori del territorio, esaltandoli nella creazione di piatti tipici e particolari


sabato, 7 settembre 2019, 09:41

La torta della Tosca

Come fai a non andare a mangiare da Paolino alla Tosca, su a Gignano di Brancoli, quando ti girano le scatole e hai voglia di mangiare una pizza sottile sottile e facilmente digeribile oltre a una carne che si taglia come il burro?


venerdì, 6 settembre 2019, 13:58

Alex: la ristorazione che piace alla gente

La ristorazione che piace alla gente. Quella con un servizio informale, veloce ma impeccabile, quella che strizza l'occhio all'abbondanza tanto da far scappare un fanciullesco sorriso...


giovedì, 5 settembre 2019, 09:24

Coquus: il Pranzo è Servito!

Querceta. Il Coquus, il ristorante di Alessandro Filomena, uno degli chef di maggior spessore della Versilia, si avvia a questo ultimo scampo di estate con diverse novità. La prima è sicuramente quella che da domenica 8 SETTEMBRE