Anno 7°

mercoledì, 18 settembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Tonno... rosso non avrai il mio scalpo

sabato, 17 agosto 2019, 23:15

di aldo grandi

E' arrivato bello come il sole, poco più di 30 chili - 30,5 per l'esattezza - dopo essere stato pescato nelle acque blu del Mediterraneo di fronte alla costa Blanca. A riceverlo, uno splendido esemplare di tonno rosso, ha trovato un comitato d'accoglienza formato dallo chef Michele Marchi del ristorante Bistrò di Corte Campana, con in testa i proprietari, Mario Bini e la moglie Beata Kowalska. Lo hanno lavorato e abbattuto dopodiché, il peso netto, all'incirca la metà, è stato utilizzato dal cuoco per allietare i palati dei clienti di quello che, a tutti gli effetti, è uno dei pochi ristoranti di pesce nei quali quest'ultimo non ha niente da invidiare ai più rinomati cugini della Versilia.

Sì, perché quando, quattro mesi fa, Mario e Beata, già titolari del Piccolo Mondo di piazzetta dei Cocomeri, hanno aperto il Bistrò, l'obiettivo era quello di far nascere a Lucca un locale dove si potesse mangiare del buon pesce senza bisogno di dover salire in auto e raggiungere la Versilia. E così è, infatti, grazie anche la menu curato personalmente da Michele Marchi che per le sue pietanze vuole il meglio della qualità. Ieri sera, ad esempio, ottimi gli astici blu del Mediterraneo così come niente male davvero la tagliata del tonno rosso di cui sopra scottata con un metodo di cottura giapponese detto tataki, 20 secondi per lato e servita in porzione abbondante - difficile trovarne altre così in giro - unitamente a una insalata fresca con pomodorini.

Se in cucina ci sono lo chef e l'aiuto cuoco, in sala è Jessica Rocchiccioli a menare le danze, consigliando, essendo sommelier, i vini da abbinare e accogliendo i commensali che si possono accomodare sia all'interno del locale, una ventina di posti a sedere oppure subito fuori, in Corte Campana, un gioiellino che si trova giustappunto nel cuore cittadino a due passi da piazza San Michele. 

A partire da mercoledì prossimo, a pranzo una nuova formula sarà a disposizione di chiunque vorrà mangiare pesce spendendo il giusto, anche un piatto unico, ma sempre con la stessa pregiata qualità dei prodotti ittici utilizzati. Non ci siamo voluti far mancare, in questa serata di mezza estate piuttosto inoltrata, un altro piatto tipico del ristorante, le ostriche. Francesi, con ghiaccioli allo champagne, aria di mandarino e e foglia verde. In sostanza tre ostriche squisite coperte da un velo di schiuma detto aria di mandarino che altro non è se non un modo di riprodurre la schiuma del mare e con una foglia che ricorda il sapore dell'ostrica. Che dire, un'altra prelibatezza.

Mario Bini e Beata Kowalska hanno voluto investire sulla ristorazione dedicando tempo e passione ad un tipo di cucina insolito per Lucca almeno di questi tempi, privilegiando la qualità e la varietà cercando di non esasperare il prezzo. Buona anche l'enoteca, in particolare le bollicine. Per chi ama il pesce, soprattutto nei mesi non estivi, il Bistrò rappresenta un appuntamento assolutamente irrinunciabile per passare alcune ore sedute in un ambiente che, pur essendo nel cuore di Lucca, sembra in grado di trasportare sulle rive del mare.

 

Bistrò

Corte Campana, 15, Lucca

Apre domenica alle ore 12:30 

Telefono: 348 313 4604

 

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg


Orti di Elisa


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Locanda di Bacco


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


bonito400


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 18 settembre 2019, 19:17

Bar San Michele e il caffè da asporto a solo 1 euro!

Forse non sarà l'unico e nemmeno un record, ma il Bar San Michele nella piazza omonima un primato lo detiene già: quello della onestà e della moderazione


lunedì, 16 settembre 2019, 19:40

Alla Tosca la zuppetta di cozze la fa da padrona

Dice che sia la scelta preferita dei commensali che si avventurano su per le curve che conducono a Gignano di Brancoli, dove sta la Tosca di Paolino Luporini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 14 settembre 2019, 12:14

Osteria da mi pa' di Gragnano ottiene la chiocciola Slow Food

L'Osteria da mi pa' di Gragnano ha ottenuto la Chiocciola di Slow Food sulla Guida "Osterie d'Italia 2020". Un riconoscimento importante per chi – come l'Osteria da mi pa' – ha scelto di portare in tavola i valori del territorio, esaltandoli nella creazione di piatti tipici e particolari


sabato, 7 settembre 2019, 09:41

La torta della Tosca

Come fai a non andare a mangiare da Paolino alla Tosca, su a Gignano di Brancoli, quando ti girano le scatole e hai voglia di mangiare una pizza sottile sottile e facilmente digeribile oltre a una carne che si taglia come il burro?


venerdì, 6 settembre 2019, 13:58

Alex: la ristorazione che piace alla gente

La ristorazione che piace alla gente. Quella con un servizio informale, veloce ma impeccabile, quella che strizza l'occhio all'abbondanza tanto da far scappare un fanciullesco sorriso...


giovedì, 5 settembre 2019, 09:24

Coquus: il Pranzo è Servito!

Querceta. Il Coquus, il ristorante di Alessandro Filomena, uno degli chef di maggior spessore della Versilia, si avvia a questo ultimo scampo di estate con diverse novità. La prima è sicuramente quella che da domenica 8 SETTEMBRE