Anno 7°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

All'Acqua Bianca di Gorfigliano si riparte alla grande dopo la sanificazione... doc

mercoledì, 13 maggio 2020, 18:02

di viola pieroni

Anche la Garfagnana sta timidamente riaprendo le sue porte, dalla possibilità di andare a fare un giro in montagna fino ai locali che stanno facendo i preparativi per il 18 maggio: questo è il caso di Maurizio Torre, ristoratore di Gorfigliano, che sarà uno dei primi a sperimentare la riapertura di lunedì. Il locale storico ristorante bar Acqua Bianca, aperto dal 1965, dispone infatti di un ampio giardino esterno, ideale visto il fatto che soprattutto in estate si prevede non sarà possibile accedere all’aria condizionata, e di un laghetto in cui è possibile pescare trote del territorio.

“La nostra speranza - racconta Maurizio - è che si ritorni ad avere la nostra clientela abituale, senza che le incertezze influiscano sulle persone: da parte nostra ci sono tutti i migliori presupposti, abbiamo già provveduto a sanificare in modo professionale e ci stiamo preparando già per venerdì, quando inizieremo a lavorare da asporto, sia con un menù di carne tipico della Garfagnana che con un menù di pesce fresco, che certamente è difficile da trovare nelle nostre zone. Avremmo potuto anche iniziare prima, ma le direttive erano troppo confuse: ora che abbiamo linee guida certe, partiremo da subito al massimo, confidando in una buona stagione. Siamo riusciti senza problemi a disporre numerosi tavoli sia nelle zone esterne che in quelle interne, rispettando la distanza di sicurezza di due metri, e la capacità raggiunta è di circa centodieci posti a sedere; inoltre, il locale dispone anche di due parcheggi da trecento metri quadrati.”

Per eventuali contatti chiamare al 348 8306516 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

Orti di Elisa

tambellini

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 21:01

Sbarca in piazza Napoleone il mercatino regionale francese

Bella iniziativa enogastronomica che, soprattutto di questi tempi, aiuta a vendere sempre di più i prodotti tipici del nostro territorio. A parte le battute, Vive la France, ma non dimentichiamoci Fausto Borella e il suo mercato dell'olio


mercoledì, 5 agosto 2020, 23:29

Cinque Stelle? No, Cinque Terre

Cinque Stelle? Piuttosto morti. Cinque Terre, questo sì: da Manarola a Monterosso su un vecchio gozzo sorrentino con, alla barra del timone, Stefano Bonansea, un barcaiolo che, se anche sul mare, da sempre va controcorrente...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 5 agosto 2020, 20:16

Effetto Zenzero: le pizze di Stefano Bonamici sbarcano in Versilia

Ventata di aria (possibilmente lievitata) fresca in Versilia, grazie ad un'apertura che porta nell'olimpo della ristorazione un altro principe: Stefano Bonamici, genio della pizza già conosciuto per la sua Tre Spicchi Gambero Rosso a Pisa con Zenzero. Aperto da pochissimo, infatti, è Effetto Zenzero.


martedì, 4 agosto 2020, 20:34

L'amico ritrovato

In realtà Samuele Cosentino non lo avevamo mai perso, solo che, per un paio di mesi, abbiamo girovagato un po' qua e un po' là in cerca di nuove emozioni gastronomiche, ma, come sempre accade, il primo amore non si scorda mai


sabato, 1 agosto 2020, 11:24

"Ti prendo e ti porto al Crai", il Tambellini di Sant'Alessio resta al fianco dei cittadini

Non si fermano le attività della Crai-Tambellini di Sant'Alessio per arrivare laddove i clienti non riescono ad arrivare. Dopo l'efficace servizio di consegne a domicilio, già attivo ma potenziato ulteriormente durante il lockdown, l'ultima novità è il servizio navetta che ti prende e ti porta a fare la spesa


martedì, 28 luglio 2020, 00:11

Mentre l'Italia muore lentamente, in Costa Azzurra la gente vive e non ha paura

Ci vogliono inculcare che a causa del Covid-19 è meglio stare in casa e rinunciare a vivere: peccato che, appena varcate le frontiere, ci si accorge che gli unici imbecilli siamo proprio noi. Tornare dalla Francia un'odissea autostradale per decine di migliaia di turisti, bel biglietto da visita