Anno 7°

domenica, 9 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Dalla Turandot un appello: "Che la città sia una squadra"

lunedì, 18 maggio 2020, 14:24

Tatiana Bassetti e la mamma Marusca Cristiani hanno arredato il loro spazio pubblico con i tavoli adeguatamente distanziati. Il loro locale, Turandot, è da sempre uno dei punti di riferimento del centro storico. Fino a ieri caffè e colazioni da asporto oggi, finalmente, è ritornata, si fa per dire, la normalità. Una volta varcato l'ingresso del negozio, per terra ci sono, come nel gioco dei quattro cantoni, i simboli in rosso dove devono stare in piedi i clienti in attesa delle ordinazioni, così da evitare eccessiva vicinanza. Fuori i tavoli sono pieni, segno indiscutibile della voglia che ha la gente di tornare alla normalità, altro che tutto non sarà più come prima. Qui tutti, e giustamente, vogliono che tutto torni com'era prima.

Anche patron Taddeucci, il luogo tra i più apprezzati e conosciuti della città, è al lavoro con tanto di mascherina. Lui, che è una istituzione senza bisogno di farsi pubblicità alcuna tanto è, ormai, famoso, non ha dubbi: alla osservazione si riparte, la risposta era ora e alla successiva 'Si doveva aprire prima?", la risposta che taglia la testa al toro per la sua logica e buonsenso: 'Per me non si doveva nemmeno chiudere". Questa, perdonateci la disgressione, è la gente che ha fatto la storia e la ricchezza di questa città. Poi si può anche discutere sul coronavirus, ma la gente di Lucca ha un innegabile e congenito senso pratico.

Anche in piazza del Giglio ci sono Ciro e Stefania del bar il Giglio che hanno già allestito lo spazio di fronte al locale nell'omonima piazza. Così come ha riaperto i battenti rispettando le norme previste dai protocolli anche lo storico ristorante Il Tabarro, dove si mangia uno dei migliori calzoni del centro storico e non soltanto.

Sarà dura, sicuramente, ma qui ci sono persone abituate a soffrire e a svegliarsi la mattina sapendo che, alla fine del mese, niente è scontato figuriamoci lo stipendio.

A. G.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

Orti di Elisa

tambellini

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 21:01

Sbarca in piazza Napoleone il mercatino regionale francese

Bella iniziativa enogastronomica che, soprattutto di questi tempi, aiuta a vendere sempre di più i prodotti tipici del nostro territorio. A parte le battute, Vive la France, ma non dimentichiamoci Fausto Borella e il suo mercato dell'olio


mercoledì, 5 agosto 2020, 23:29

Cinque Stelle? No, Cinque Terre

Cinque Stelle? Piuttosto morti. Cinque Terre, questo sì: da Manarola a Monterosso su un vecchio gozzo sorrentino con, alla barra del timone, Stefano Bonansea, un barcaiolo che, se anche sul mare, da sempre va controcorrente...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 5 agosto 2020, 20:16

Effetto Zenzero: le pizze di Stefano Bonamici sbarcano in Versilia

Ventata di aria (possibilmente lievitata) fresca in Versilia, grazie ad un'apertura che porta nell'olimpo della ristorazione un altro principe: Stefano Bonamici, genio della pizza già conosciuto per la sua Tre Spicchi Gambero Rosso a Pisa con Zenzero. Aperto da pochissimo, infatti, è Effetto Zenzero.


martedì, 4 agosto 2020, 20:34

L'amico ritrovato

In realtà Samuele Cosentino non lo avevamo mai perso, solo che, per un paio di mesi, abbiamo girovagato un po' qua e un po' là in cerca di nuove emozioni gastronomiche, ma, come sempre accade, il primo amore non si scorda mai


sabato, 1 agosto 2020, 11:24

"Ti prendo e ti porto al Crai", il Tambellini di Sant'Alessio resta al fianco dei cittadini

Non si fermano le attività della Crai-Tambellini di Sant'Alessio per arrivare laddove i clienti non riescono ad arrivare. Dopo l'efficace servizio di consegne a domicilio, già attivo ma potenziato ulteriormente durante il lockdown, l'ultima novità è il servizio navetta che ti prende e ti porta a fare la spesa


martedì, 28 luglio 2020, 00:11

Mentre l'Italia muore lentamente, in Costa Azzurra la gente vive e non ha paura

Ci vogliono inculcare che a causa del Covid-19 è meglio stare in casa e rinunciare a vivere: peccato che, appena varcate le frontiere, ci si accorge che gli unici imbecilli siamo proprio noi. Tornare dalla Francia un'odissea autostradale per decine di migliaia di turisti, bel biglietto da visita