Anno 7°

lunedì, 10 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

ApeWine: i Grandi Cru della Costa Toscana si mettono in viaggio

mercoledì, 1 luglio 2020, 17:28

di barbara ghiselli

Un'Ape Piaggio e tante prestigiose etichette di vini della Costa Toscana che possono essere così portate nelle case, nelle piazze negli eventi. Tutto questo è ApeWine, la risposta creativa a un momento storico ed economico unico, che l'Associazione Grandi Cru della Costa Toscana, con Event Service Tuscany, ha scelto di proporre al grande pubblico degli amanti del vino di eccellenza. L'iniziativa è stata presentata, questa mattina, in piazza Anfiteatro durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato: Alessandra Guidi, project manager Event Service Tuscany; Valentina Mercanti, assessore alle attività produttive del comune di Lucca; Ginevra Venerosi Pesciolini, presidente dell'Associazione Grandi Cru della Costa Toscana e Alessandro Pedreschi, assessore alle attività produttive del comune di Castelnuovo Garfagnana.

"Questa iniziativa è sicuramente un ottimo modo - ha sottolineato Mercanti - per far conoscere Lucca e il suo territorio oltre naturalmente alle prestigiose etichette dei vini della Costa Toscana. Non posso far altro che i complimenti agli organizzatori che sono riusciti a rispondere in modo creativo a questo non facile momento e a rilanciare così una manifestazione".

Come è stato spiegato alla conferenza stampa, la scelta del mezzo non è casuale: l'Ape Piaggio ha, infatti, una storia di eccellenza, partita nella provincia di Pisa e poi divenuta un mito conquistando mercati in tutto il mondo.

La personalizzazione, curata dall'azienda leader nel settore Street Foody, ha reso un mezzo nato per il trasporto delle merci, una vera enoteca itinerante dotata a bordo di cantinette, lavello, impianto elettrico, pianali e vetrine a norma delle attuali leggi igienico sanitarie. 

Il logo, creato dall'agenzia MemphreMagog, presenta "ApeWine. Street Wine since 2020". Questo è un anno zero, per il progetto enoteca, ma anche, più in generale per il mondo vino. Un anno di ripartenza. ApeWine si augura di percorrere una lunga strada senza comunque dimenticare il fatidico Venti Venti della sua nascita.

"Da molto tempo l'associazione opera per diffondere la cultura della Costa Toscana – ha evidenziato Venerosi Pesciolini – e in questo periodo di riflessione "forzata" ma costruttiva ci ha dato la determinazione di trovare nuovi modi di promuoverla. I vini della Costa Toscana potranno raggiungere i principali luoghi turistici e i più importanti eventi del nostro territorio e, ci auguriamo, da qui partire per un viaggio oltre i confini della nostra regione". 

Guidi ha fatto presente che ApeWine sarà aperta a molte attività: delivery, catering, tasting, shop e eventi. "Stiamo riscontrando un'entusiastica accoglienza da parte di tutti i soggetti, pubblici o privati, ai quali proponiamo il mezzo - ha sottolineato Guidi - e, proprio per questo vogliamo ringraziare gli amministratori dei vari comuni e enti che ci incoraggiano e sostengono aprendo piazze e monumenti alle degustazioni de I Grandi Cru. Siamo particolarmente vicini a tutto il mondo della ristorazione con il quale stiamo già attivando sinergiche attività perché con creatività ed entusiasmo si risponda a questa difficilissima stagione". 

Ha preso poi la parola l'assessore Pedreschi che ha ricordato che ApeWine sarà nella Fortezza di Mont'Alfonso domenica 19 luglio.  

La partenza del viaggio di Ape Wine avverrà invece nella piazza più famosa della città di Lucca, piazza Anfiteatro, nei giorni 3, 4 e 5 luglio dalle 18 alle 22. 

Seguirà un ricco calendario che sarà consultabile nelle pagine dei siti www.apewine.it e www.grandicru.it oltre ad essere accessibile nelle pagine Facebook de I Grandi cru della Costa Toscana e Event Service Tuscany.


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

Orti di Elisa

tambellini

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 6 agosto 2020, 21:01

Sbarca in piazza Napoleone il mercatino regionale francese

Bella iniziativa enogastronomica che, soprattutto di questi tempi, aiuta a vendere sempre di più i prodotti tipici del nostro territorio. A parte le battute, Vive la France, ma non dimentichiamoci Fausto Borella e il suo mercato dell'olio


mercoledì, 5 agosto 2020, 23:29

Cinque Stelle? No, Cinque Terre

Cinque Stelle? Piuttosto morti. Cinque Terre, questo sì: da Manarola a Monterosso su un vecchio gozzo sorrentino con, alla barra del timone, Stefano Bonansea, un barcaiolo che, se anche sul mare, da sempre va controcorrente...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 5 agosto 2020, 20:16

Effetto Zenzero: le pizze di Stefano Bonamici sbarcano in Versilia

Ventata di aria (possibilmente lievitata) fresca in Versilia, grazie ad un'apertura che porta nell'olimpo della ristorazione un altro principe: Stefano Bonamici, genio della pizza già conosciuto per la sua Tre Spicchi Gambero Rosso a Pisa con Zenzero. Aperto da pochissimo, infatti, è Effetto Zenzero.


martedì, 4 agosto 2020, 20:34

L'amico ritrovato

In realtà Samuele Cosentino non lo avevamo mai perso, solo che, per un paio di mesi, abbiamo girovagato un po' qua e un po' là in cerca di nuove emozioni gastronomiche, ma, come sempre accade, il primo amore non si scorda mai


sabato, 1 agosto 2020, 11:24

"Ti prendo e ti porto al Crai", il Tambellini di Sant'Alessio resta al fianco dei cittadini

Non si fermano le attività della Crai-Tambellini di Sant'Alessio per arrivare laddove i clienti non riescono ad arrivare. Dopo l'efficace servizio di consegne a domicilio, già attivo ma potenziato ulteriormente durante il lockdown, l'ultima novità è il servizio navetta che ti prende e ti porta a fare la spesa


martedì, 28 luglio 2020, 00:11

Mentre l'Italia muore lentamente, in Costa Azzurra la gente vive e non ha paura

Ci vogliono inculcare che a causa del Covid-19 è meglio stare in casa e rinunciare a vivere: peccato che, appena varcate le frontiere, ci si accorge che gli unici imbecilli siamo proprio noi. Tornare dalla Francia un'odissea autostradale per decine di migliaia di turisti, bel biglietto da visita