Anno XI

venerdì, 30 luglio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Intimità, entusiasmo, simpatia, qualità: questo ed altro da Lunardi's a Montecarlo

sabato, 12 giugno 2021, 09:52

di aldo grandi

Conosciamo Montecarlo da una vita e, spesso, amiamo salire in cima alla collina per gustarci, in tutti i sensi, un'atmosfera unica. Di locali dediti alla gastronomia e al buon vino ce ne sono diversi e tutti di buon livello. In queste tiepide sere di tarda primavera, inoltre, via Roma è una meraviglia con le luci che illuminano, ma non accecano né disturbano, con la gente che ama tornare a vivere, ma senza esagerare e con la sensazione che, finalmente, anche questo virus importato dalla Cina se ne sia andato, almeno fino a ottobre, in vacanza anche lui.

Ci avevano segnalato questo nuovo ristorante che, proprio in tempi pandemici due fratelli, Giovanni e Francesco Lunardi, avevano inaugurato convinti che, nella vita, non c'è un momento particolare uguale per tutti per gettarsi nella mischia, ma, più semplicemente, questo momento, quando arriva, lo si avverte ciascuno per conto proprio e importante è inseguire i propri sogni e trasformarli in obiettivi.

Così siamo saliti, in compagnia della nostra trequarti, e ci siamo seduto in piazzetta, leggermente lontani dalla strada principale e, quindi, in un'atmosfera decisamente riservata, ma non isolata, accattivante e molto, ma molto intima. E' vero, un ristorante dipende molto dal cibo che si serve in tavola e dal vino che si versa nel bicchiere, ma non si può non rilevare che, almeno per chi ha tempo da vendere e da spendere, il servizio e la qualità dell'accoglienza rappresentano elementi che allietano una serata e la rendono più godibile.

Il locale si chiama Lunardi's scritto all'inglese, con il genitivo sassone, e piace, breve, ma incisivo. E tracce di cultura anglosassone ci sono davvero se si pensa che la famiglia Lunardi proviene da un ceppo che, decenni fa, emigrò nel continente australiano in cerca di fortuna. Il capostipite si è sposato con un'altra lucchese di Montecarlo anche lei trasferitasi in Australia e sono nati ben cinque figli, quattro maschi e una femmina. Evidentemente la nostalgia di casa si è fatta sentire anche se i contatti e i viaggi oltreoceano e non solo si sono sprecati per questi ragazzi abituati a convivere con una globalizzazione che non dimentica, però, la propria identità e, infatti, adesso, tutta la famiglia è rientrata... all'ovile ossia nel centro fondato da Carlo IV.

Il menu è atipico nel senso che non esiste una suddivisione schematica tra antipasti, primi e secondi ed è stato il frutto di una scelta ben precisa: evitare proprio di dover imporre al cliente un percorso e lasciarlo libero di muoversi tra diversi piatti facendo ciò che più gli aggrada. Condividiamo e chiediamo un assaggio di svariate pietanze. Il cuoco è Francesco Lunardi, 25 anni, esperienza maturata in Australia, pasticceria - e infatti i dolci sono il top - e ristorante. Giovanni, il fratello maggiore, ha 29 anni, un diploma al liceo Machiavelli e tre anni di medicina prima di accorgersi che qualcosa lo portava verso la ristorazione e la necessità di nuovi stimoli creativi e di immediata realizzazione. E' simpatico, ha una parlantina facile, sguardo vivo, segno zodiacale toro, voglia di lavorare e tante idee.

Con loro c'è Luca Guidi, 31 anni da Massa Fiscaglia, provincia di Ferrara, azz..., due passi da dove proveniamo noi, Codigoro, Mezzogoro e Iolanda di Savoia, zona pianeggiante, Polesine, civiltà contadina, gente laboriosa e grintosa. Ricordiamo la nostra infanzia a base di cocomero e salame agliato sin dalla mattina. 

Luca è il sommelier, è stato tre anni a Londra alla corte di Gordon Ramsey, il mitico chef di cucine da incubo: "In Tv è diverso rispetto alla realtà, è una persona disponibile, gentile e buona".

In questo ristorante c'è voglia di rimettersi in gioco, desiderio di crescita, gioventù tutt'altro che bruciata, ma ardente e vogliosa di vivere e di riprendersi in mano la propria esistenza.

Come in tutti i ristoranti londinesi che si rispettino, si può cominciare con del burro aromatizzato e fette di pane toscano tostate. Effetto domino e contagioso. Il burro leggermente salato è un ottimo apripista. 

Passiamo, poi, alla caprese con melone, sia il classico sia quello giallo, stracciatella e e semi di finocchio canditi. E' un piatto fresco, che scivola via veloce, anche questo da preludio a nostro avviso a qualcosa di più consistente.

Non manca la pasta che si limita a due classici della cucina toscana e anche lucchese: tordelli fatti in casa con ragù di puro manzo e pici con pesto etrusco, acciughe e noci. Noi che siamo carbo-dipendenti, scegliamo volutamente di limitarci alle proteine e alle verdure. La torta di coniglio e salsa bordolese in crosta è da leccarsi i baffi, ovviamente a chi piace la carne di coniglio e noi ne siamo ghiotti trovandola più saporita, masticabile e nutriente di quella del pollo. Lasciamo stare la tartare di manzo con salsa al gin, ceci e cocktail al cetriolo e anche la costata di manzo per provare questa guancia di maiale che ci attira contorniata da vellutata di asparagi. Tenerissima.

Buona la lattuga rossa con yogurt e semi tostati, merita un assaggio.  Davvero da assaggiare il cavolfiore con salsa al pan brioche dattero e pecorino, complimenti all'idea.

Quando è toccato ai dolci, abbiamo voluto esordire con una lemon tart con panna montata che era gustosissima e mai abbastanza. Quindi pere al sangiovese con gelato alla vaniglia e crumble di avena. Ebbene, a Montecarlo Lunardi's non è l'unico a servire le pere al vino, ma è senza dubbio quello che le serve meglio, con la pera tagliata a fettine sottili che si mangiano facile facile.

1 - continua

 

Lunardi's

Piazza Francesco Carrara, 1,

Montecarlo

Telefono: 0583-989662


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 27 luglio 2021, 16:09

Corner Sushi alla Conad di viale Einaudi: appena aperto ed è già un successo

Ha aperto questa mattina il nuovo Corner Sushi presso la Conad di via Einaudi: "Sono Roberto Tony, socio Conad che gestisce il punto vendita di Lucca ad Einaudi. Nella provincia di Lucca, invece, gestiamo, con la mia azienda, il punto vendita Gallicano e quello ad Altopascio, senza dimenticarne altri nella...


venerdì, 23 luglio 2021, 13:32

Al 'Festival di Gragnano' alcuni dei migliori ristoranti della Lucchesia

Non solo musica, libri, buon vino e una cornice mozzafiato: Stanno Tutti Bene, il festival culturale che si tiene dal 4 all'8 agosto a Capannori, offre anche l'opportunità di mangiare ogni sera in un ristorante diverso, scelto tra i migliori della Lucchesia, senza muoversi dalla vigna della Tenuta Lenzini di...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


giovedì, 22 luglio 2021, 10:09

La Sicilia in bocca

In via Cenami c'è Frastuka, il caffè-pasticceria siciliano dove ci hanno invitato ad assaggiare gli arancini fatti al forno. Potevamo rifiutare? Un consiglio anche a voi: non perdeteveli, sono un pezzo e che pezzo!, di Sicilia a Lucca


giovedì, 22 luglio 2021, 09:01

Leone Marzotto: "Peck, un gioiello mondiale che ho voluto portare in Versilia"

Intervista senza filtri al ristoratore che ha preferito l'eccellenza della gastronomia italiana al posto delle aule dei tribunali: come dargli torto?


mercoledì, 21 luglio 2021, 13:24

Leonardo Romanelli e Soledad cucinano insieme il “cibreo”, un piatto di rara esecuzione

Il “cibreo”, piatto povero della cucina toscana, e il critico enogastronomico Leonardo Romanelli sono stati i veri protagonisti della serata di ieri sera presso il Ristorante Premiata Tintoria Verciani di via del Fosso a Lucca, organizzata da Stefano De Ranieri, titolare del ristorante


lunedì, 19 luglio 2021, 18:37

Bagno Peninsula-Seven Apples, cucina da favola con Luca Sicchi da Sesto di Moriano, lo chef che ha lavorato a Le Cirque di Sirio Maccioni a New York

E' conosciuto, anche, come Seven Apples, un luogo che, in Versilia e non solo, è una istituzione da sempre con la sua discoteca che ha fatto furore sin dalla sua nascita: è il bagno Peninsula a Marina di Pietrasanta