Anno XI

mercoledì, 27 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Enogastronomia

Caffè-Pasticceria Dhea, un successo targato fatica

venerdì, 3 settembre 2021, 08:17

Ci sono persone e ne conosciamo poche a dire la verità, che questa estate di post-Covid si sono fatte un mazzo tanto per riuscire a recuperare un po' di quello che avevano, inevitabilmente, perso con questa pandemia sciagurata e sopravvalutata. Una di queste si chiama Sabina Alberti e 22 mesi fa ha avuto la... malaugurata idea di aprire un locale in via Luporini nei pressi della rotonda di piazzale Italia. Un caffè-pasticceria-ristorante dove la vivacità è costante e dove, spesso, ci si domanda come si possano reggere cerri ritmi di lavoro. 

Sabina Alberti ha investito tutta la sua vita in questa avventura nella quale, al momento, impiega 14 persone regolarmente assunte mentre altre tre sono in cassa integrazione. Lei, non è uno scherzo, c'è sempre, 18 ore al giorno e il resto del tempo, si presume, lo passa a dormire e a tentare di riprendere forze e fiato.

Il suo impegno, però, è stato premiato, soprattutto, per la qualità della pasticceria, davvero niente male e per gli aperitivi e il pranzo. Anche la sera il ristorante funziona e sta per arrivare un nuovo cuoco. Pizze con l'offerta tre per due da asporto, ma anche pesce cucinato ad arte ed è questo il sogno di Sabina: crescere nella considerazione dei suoi avventori grazie al menu serale. Impresa non facile che richiede costanza e abilità nel saper scegliere il personale.

La fortuna di Dhea è anche la location e il grande spazio all'aperto che consente a tutti, anche a chi non è provvisto di Green Pass, di potersi sedere e fare colazione o prendere un aperitivo o mangiare qualcosa. Ampia anche la sala sottostante. Il bar è aperto già la mattina all'alba e chi va al lavoro presto non può non fermarsi ed entrare nel locale illuminato a giorno dove la pasticceria invita a tuffarsi nel dolce. 

Diciotto ore al giorno, a Lucca, le lavorano davvero in pochi. Non sappiamo se sia un bene o un male, ma sappiamo che senza sacrifici non si va da nessuna parte. Cicale o formiche, col Covid tutte sullo stesso piano: o si vive o si muore.

In bocca al lupo Dhea.

 


Questo articolo è stato letto volte.


nicoladeg

tuscania

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

bonito400

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Enogastronomia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 24 ottobre 2021, 14:12

Bella serata celebrata dalla Accademia Italiana della Cucina al ristorante "Il Nomade" a Viareggio

Sala piena, nel rigoroso rispetto della normativa anti-Covid, per degustare le prelibatezze del noto ristorante, guidato dallo chef Martino Speciale, ed ascoltare la interessante relazione tenuta dal Delegato Alberto Petracca sul ristorante e il ricco menù di carne (spettacolari gli antipasti di tartare di manzo piemontese, carpaccio di cervo e...


sabato, 23 ottobre 2021, 11:21

Cannoli e arancini da Frastuka, il 'covo dei siciliani'

Ci siamo cascati un'altra volta. Passati davanti al Caffè Frastuka degli amici Antonio e Alessandro da quel di Bronte, non abbiamo resistito al richiamo di arancini e cannoli rigorosamente made in Sicily


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 ottobre 2021, 13:21

L'impareggiabile... peposo di Alessio Leporatti artigiano della cucina al ‎Diadema Wine Bar & Restaurant del Relais Villa Olmo

Dopo aver sperimentato tra un ristorante e l'altro, stellati e non solo, Alessio Leporatti è, adesso, approdato al Relais Villa Olmo di Impruneta dove propone la sua cucina innovativa, ma costantemente radicata al territorio


lunedì, 18 ottobre 2021, 11:19

Da Aldo a Viareggio, una carbonara di mare senza... pietà

Pochi ingredienti: un soffritto iniziale con aglio, olio, prezzemolo e peperoncino, un po' di pescato giornaliero, soprattutto cozze, vongole, totani, gamberetti e un pesce affumicato (o salmone o spada), brodo di pesce, un cucchiaino di panna per creare più cremosità (ma che, ci tende a sottolineare, nella carbonara classica non...


domenica, 17 ottobre 2021, 22:20

Relais Villa Olmo, coccole fuori dal mondo

Siete stanchi e stressati? Avete voglia di farvi... cullare da uno staff gentile ed efficiente? Di dormire in un borgo del Cinquecento immersi in un'atmosfera d'altri tempi? Allora salite in auto e raggiungere Impruneta, terra del cotto e del peposo docg


mercoledì, 13 ottobre 2021, 23:48

Il Grande Caldo... in un mondo così freddo c'è bisogno di amici che ti riscaldino

Una serata alla fattoria Borgo La Torre di Montecarlo di Chiara e Betty merita un tampone: di fronte a chi vuole imporci il vaccino, la scelta di farsi scartavetrare il naso per stare insieme diventa un gesto di grande autonomia di pensiero e indipendenza di giudizio