Anno XI

martedì, 19 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Solito mix di gioventù ed esperienza per un’Olbia made in Cagliari

sabato, 18 settembre 2021, 14:17

di michele masotti

Attacco letale e difesa ballerina: può essere riassunto così l’Olbia, allenata per il secondo anno di fila da Max Canzi, per quanto visto nei primi 270’ della stagione che ha visto gli isolani conquistare sei punti, tutti tra le mura amiche. La ricetta dei galluresi, vero e proprio club satellite della casa madre Cagliari, è ormai la solita da sei stagioni questa parte: accanto al nucleo storico che gioca insieme da anni, vedi i vari Giandonato, Emerson, Biancu e Ragatzu, sono stati inseriti tanti giovani provenienti dalla Primavera del principale club sardo. La Lucchese, determinata più che mai a trovare la seconda vittoria stagionale, si troverà sì di fronte una compagine ostica ma certamente alla portata dei ragazzi di Guido Pagliuca, chiamato a scontare l’ultima giornata di squalifica. Il trainer cecinese, alle prese con gli acciacchi dei centrocampisti Picchi ed Eklu, dovrebbe schierare in attacco Nanni, supportato da Fedato e uno tra Semprini e Belloni, con il fantasista massese apparso in crescita di condizione.

A fare la differenza domani pomeriggio, calcio d’inizio fissato al Porta Elisa per le 17:30, potrebbero essere i cambi. La Pantera, infatti, complice anche il recupero di Babbi può contare su una maggiore quantità di scelte a differenza dell’Olbia, priva di Pinna, Luca Belloni e La Rosa, che ha allestito una rosa più corta e con le riserve che non paino all’altezza dei titolari. Per la società del presidente Alessandro Marino si tratta della diciassettesima stagione della propria storia, iniziata nel 1906, nella terza serie nazionale. Il bilancio dei 15 precedenti al Porta Elisa parla decisamente lucchese: otto sono le vittorie dei locali mentre in sette occasioni è uscito il segno X. L’ultimo successo della Pantera è il 3-0 della stagione 2017-2018, Serie C girone A. Nella terzultima di campionato i gol di Fanucchi, Buratto e Russu piegarono la resistenza della squadra allenata da Bernardo Mereu. Reduce da una salvezza ottenuta con largo anticipo, l’Olbia cercherà di ripetere il rendimento dello scorso campionato e, se possibile, cercare di agganciare uno dei nove posti disponibili per accedere ai playoff.

Detto che il match non presenta ex di turno, andiamo a scoprire il possibile undici sardo che domani scenderà in campo dal primo minuto. Canzi per la trasferta di Lucca ha recuperato sia Daniele Ragatzu, elemento assolutamente fuori categoria, che il mediano Palesi. L’ex Pro Sesto si è visto dimezzare in appello le due giornate di squalifiche comminategli dopo la sconfitta di Ancona, 2-1 il finale, della seconda giornata. I sette gol realizzati fanno degli isolani il miglior reparto offensivo del girone B, a cui fanno da contraltare le sei reti incassate (terza peggior difesa in coabitazione con Carrarese e Pistoiese nda). Come la Lucchese, l’Olbia adotterà un 4-3-1-2. Tra i pali spazio al prodotto del vivaio del Cagliari Giuseppe Ciocci, apparso non a proprio agio nel gioco con i piedi. Sulle corsie laterali agiranno a sinistra Travaglini, pescato in Serie D dalla Caronnese, mentre sul lato opposto agirà un giocatore esperto per la C come Christian Arboleda. Nel cuore della difesa si muoveranno Fabrizio Brignani e capitan Emerson che, sebbene abbia toccato i 41 anni, continua ad essere il leader dei suoi e a fare male agli avversari sui calci piazzati. Per ulteriori informazioni prego rivolgersi alla Pistoiese, abbattuta alla prima di campionato da una doppietta dell’ex Livorno e Reggina.

Il compito di dettare i tempi della manovra spetterà a Manuel Giandonato, scortato ai suoi lati da Nunzio Lella e il rientrate Palesi, dato in vantaggio nel ballottaggio con il giovane Chierico. All’enfant prodige Roberto Biancu, in prestito dal Cagliari e chiamato alla sua definitiva esplosione verso altri palcoscenici, toccherà innescare un duo offensivo, Udoh-Ragatzu, che abbina alla forza fisica e rapidità del primo, la classe allo stato puro della seconda punta sarda. L’alternativa offensiva risponde al nome di Simone Mancini, classe 1999 e tornato tra i professionisti dopo una stagione spesa tra le maglie di Hibernians (Serie A maltese), Foligno e Recanatese, quest’ultime compagini di Serie D.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 19 ottobre 2021, 21:53

Fermana e Lucchese al riposo sulla parità: al 30’ palo di Fedato

Senza i titolari Baldan e Frigerio, rimasti nella città dell’arborato cerchio a causa di alcuni piccoli acciacchi fisici, mister Pagliuca li sostituisce con Bachini e Brandi e mantiene intatto il tridente offensivo composto da Belloni in veste di rifinitore alle spalle di Fedato e Semprini. Notizia in aggiornamento


lunedì, 18 ottobre 2021, 18:27

Fermana, si tenta la cura Riolfo per risollevare i canarini

Sulle ali dell’entusiasmo della convincente vittoria di Pontedera, per la Lucchese è già di tempo di vigilia del secondo turno infrasettimanale della stagione


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 ottobre 2021, 17:15

Pagliuca dopo la vittoria: "Tutto il merito va ai ragazzi"

Guido Pagliuca commenta con entusiasmo la vittoria della sua Lucchese nel derby contro Pontedera elogiando il lavoro dei giocatori in campo


sabato, 16 ottobre 2021, 14:44

Riscatto rossonero: la Lucchese espugna Pontedera con pieno merito

Si colora di rossonero il primo derby toscano della stagione della Lucchese, corsara per il secondo anno di fila sul sintetico del “Mannucci” di Pontedera


giovedì, 14 ottobre 2021, 13:04

Pontedera, la solita ricetta per un’altra stagione di buon livello

Per una Lucchese in piena crisi di risultati, nelle ultime quattro giornate è stato raccolto solo un punto, sabato alle 14:30 scoccherà al “Mannucci” di Pontedera l’ora del primo derby toscano


domenica, 10 ottobre 2021, 14:56

Altro schiaffo per la Lucchese: esulta il Pesaro che vince 2 a 1 al Porta Elisa

Il pomeriggio del Porta Elisa riserva un verdetto amaro ad una Lucchese sciupona e ingenua, due gol presi su altrettante palle da fermo, che viene superata da una cinica Vis Pesaro