Anno XI

giovedì, 2 dicembre 2021 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Riscatto rossonero: la Lucchese espugna Pontedera con pieno merito

sabato, 16 ottobre 2021, 14:44

di michele masotti

2-3

Pontedera (3-5-2): Sposito, Shiba (81’Parodi), Espeche e Bakayoko (61’Pretato); Milani, Catanese (61’Benedetti), Caponi, Barba e Perretta; Mutton (74’Mattioli) e Magnaghi A disposizione: Angeletti, Santarelli, Di Meo, Marianelli, D’Antonio, Regoli e Del Carlo Allenatore: Ivana Maraia

Lucchese (4-3-1-2): Coletta, Papini, Baldan, Bellich e Corsinelli; Frigerio (68’Brandi), Shaka Mawluli e Visconti (91’Bachini); Belloni (91’Nanni); Fedato (84’Bensaja) e Semprini A disposizione: Cucchietti, Gibilterra, Babbi, Yakubiv, Schimmenti, Lovisa, Ruggiero e Dumbravanu Allenatore: Guido Pagliuca

Arbitro: Milone di Taurianova (Assistenti Fumarulo di Barletta e Rispoli di Locri)

Marcatore: 3’ e 34’Semprini, 6’Mutton, 8’Bakayoko e 57’Fedato su rigore

Note: Calci d’angolo 3-5. Ammoniti Baldan, Shiba, Fedato, Belloni, Bakayoko, Shaka Mawluli, Benedetti, Espeche, Magnaghi, Milani e Catanese. Recupero 2’ e 5’

Si colora di rossonero il primo derby toscano della stagione della Lucchese, corsara per il secondo anno di fila sul sintetico del “Mannucci” di Pontedera. Il 2-3 finale risulta addirittura stretto nei confronti dei ragazzi di mister Pagliuca, padroni della manovra sin dalle prime battute su un campo dove il Pontedera, fin qui, aveva racimolato la bellezza di 10 punti sui 12 disponibili. Oltre all’ennesima buona prova a livello di gioco, una costante mai venuta meno anche nei match dove non erano arrivati punti, capitan Coletta e compagni hanno compiuto un pesante passo in avanti sul piano mentale, non facendosi abbattere dopo le ennesime ingenuità sulle palle inattive che erano costate l’improvviso 2-1 di marca locale. Man of the match ovviamente Mauro Semprini, ex di turno ed autore di una preziosa doppietta; l’intesa con Fedato, altra spina nel fianco dei granata, funziona a meraviglia. Menzione doverosa per Papini, puntuale nelle chiusure, per il solito Corsinelli, qualità e chilometri macinati sono il suo pane, e la mediana ammirata quest’oggi. Eklu-Frigerio-Visconti sono un bel mix di dinamismo e quantità.

Un trittico di partite in sette giorni per imprimere un cambiamento ad una classifica che vede la Pantera attualmente in zona play-out. La prima tappa di questo tour de force propone alla Lucchese la trasferta del “Mannucci” di Pontedera di fronte ad una squadra che tra le mura amiche ha ottenuto 10 degli 11 punti totali. Privo di Nannini, Picchi e Zanchetta, Pagliuca piazza terzino destro Papini mentre in mediana viene rispolverato il terzetto Frigerio-Shaka-Visconti che fece bene a Modena. Nuova panchina per Nicholas Bensaja. Belloni, recuperato in settimana, viene posizionato alle spalle di Fedato e Semprini. Maglia da titolare anche per il grande ex di turno Marcos Espeche, ristabilitosi dopo l’infortunio alla zigomo. Oltre 200 i tifosi rossoneri scesi in terra pisana per sostenere, ancora una volta, i rossoneri.

Come avvenuto nello scorso turno di campionato, la partenza dei ragazzi di Pagliuca è magistrale, colpendo subito grazie all’asse degli ex di turno Corsinelli-Semprini.  Corre il 3’ quando il laterale versiliese serve al centro un pallone che l’attaccante romano tramuta nello 0-1 con un preciso interno destro. Quarto centro in campionato per Semprini. Il vantaggio della Pantera, però, dura solo 180 secondi. Ancora una volta a punire gli ospiti è una palla da fermo. Dalla sinistra capitan Caponi pennella al centro per Mutton, lasciato solo, che di testa fa 1-1. Nell’occasione completamente immobile la retroguardia ospite che si era “dimenticata”, oltre all’autore del gol, anche Shiba. Nemmeno il tempo di rimettere il pallone al centro, che dalla medesima mattonella si materializza un’azione fotocopia. Altra punizione laterale del numero otto locale, questa volta Coletta non è preciso nei tempi dell’uscita, per la deviazione volante di Bakayoko. Doccia gelata per la Lucchese, chiamata ad una grande reazione. Quinto gol consecutivo su palla inattiva dai rossoneri. Al 15’ ci prova Fedato a dare una scossa ai suoi ma il suo mancino non crea problemi a Sposito. La partita continua a farla la Pantera, nuovamente vicina al pareggio sempre con la seconda punta veneta, sfortunata nel veder uscire di un soffio il suo diagonale. Al minuto numero ventiquattro Coletta mette una pezza al buco difensivo di Baldan spendendo il corner il destro ravvicinato di Magnaghi. La punta lombarda ci riprova attorno alla mezzora ma la sua conclusione, peraltro deviata, non inquadra lo specchio della porta.

Dove aver incassato tanto sui calci da fermo, la Lucchese prova a restituire il favore con la medesima moneta. Al 33’ ci vuole un gran riflesso di Sposito per negare la gioia personale a Bellich. Sugli sviluppi del seguente corner, battuto corto, il potente tiro di Fedato trova la deviazione vincente del solito Semprini che spiazza il portiere granata. 2-2 e grande abbraccio tra l’attaccante romano, che ha già superato il suo massimo storico di reti stagionali, e Guido Pagliuca. Il derby, per quanto divertente, continua ad avere un andamento altalenante. Al 35’ Visconti concede un saggio delle sue proverbiali progressioni arrivando fino in area per poi essere fermato dall’intervento, non proprio ortodosso, di Shiba. Gli estremi del penalty ci sarebbero ma non per Milone che lascia correre. Prima dell’intervallo da annotare il provvidenziale salvataggio di Shiba, uno dei tre ammoniti della frazione, sul tentativo a colpo sicuro di Fedato.

Avvio di ripresa che ricalca l’alba del primo tempo, con una Lucchese arrembante. Al 49’ ancora lo scatenato numero ventinove rossonero si rende protagonista di una splendida sforbiciata che sfiora il palo. Cinque minuti più tocca a Baldan, spintosi in area locale per sfruttare un corner, a cestinare la palla del 2-3 di testa. L’ex Arezzo al 55’ si conquista un calcio di rigore dopo essere stato affossato da Bakayoko. Si incarica della trasformazione Fedato che fa centro nonostante Sposito, specialista in questo fondamentale, avesse toccato la sfera. Premiato il constante forcing della Lucchese, assoluta padrona del campo e della manovra. Maraia, sconsolato in panchina, cerca di rianimare i suoi con un duplice cambio, mantenendo sempre il 3-5-2: fuori Bakayoko e Catanese, dentro Pretato e Benedetti. Al 68’ sostituzione obbligata per la Pantera, con Frigerio messo k.o. dai crampi. Al suo posto dentro il pari età Brandi.

A differenza di quanto accaduto in altre circostanze, la gestione del vantaggio nei venticinque minuti conclusivi, recupero compreso, di Coletta e compagni è magistrale, disinnescando i disperati lanci lunghi dei locali. Terza vittoria in campionato che permette ai rossoneri di balzare a quota 10 e abbandonare la zona playout. La stagione non si ferma perché già mercoledì, calcio d’inizio alle 21, la Lucchese sarà impegnata sul terreno di gioco della Fermana.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


martedì, 30 novembre 2021, 15:50

Lucchese protagonista alla presentazione del libro di Paolo Bottari

Saranno Tony Carruezzo e Nazzareno Tarantino, due degli ospiti speciali che interverranno giovedì prossimo 2 dicembre a Borgo a Mozzano alla presentazione del libro del giornalista Paolo Bottari “L’Oro di Lucca”, dedicato alla storia dello sport lucchese


domenica, 28 novembre 2021, 14:55

Una matura Lucchese supera indenne l’esame di Pescara

Settimo risultato positivo nelle ultime otto uscite per la Lucchese che torna dall’insidiosa trasferta di Pescara con uno 0-0 frutto di una gara accorta, preparata prima e realizzata poi molto bene tatticamente dalla truppa rossonera


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 26 novembre 2021, 12:54

Lucchese senza paura a Pescara. Pagliuca: “C’è un bel clima di entusiasmo e consapevolezza”

Antivigilia di una delle trasferte più lunghe della stagione per la Lucchese, di scena domenica alle 14:30 allo stadio “Adriatico-Giovanni Cornacchia” di Pescara


mercoledì, 24 novembre 2021, 22:37

Pescara, momento difficile per la panchina del traballante Auteri

Le due vittorie negli ultimi undici match certificano il negativo periodo che sta vivendo il Pescara, retrocessa dalla B e una delle “big 6” che, secondo i pronostici degli addetti ai lavori, avrebbe dovuto battagliare per tornare direttamente in cadetteria


domenica, 21 novembre 2021, 18:16

Lucchese batte il Siena e comincia a sognare

Preziosa e bellissima vittoria della Lucchese, che si aggiudica il derby contro il Siena. E con questo successo si proietta nella zona alta della classifica salendo a quota ventuno


giovedì, 18 novembre 2021, 14:26

Il Siena grandi firme prova a spiccare il volo con Maddaloni in panchina

Terzo derby stagionale per la Lucchese che, reduce dalla prova di maturità superata a Gubbio, riceverà al Porta Elisa domenica, calcio d’inizio alle 17:30, la visita dell’ambizioso Siena, quarta della classe ma già attardato di nove lunghezze dalla capolista Reggiana