Anno XI

lunedì, 17 gennaio 2022 - Giornale non vaccinato

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

A.S. Lucchese

Pescara, momento difficile per la panchina del traballante Auteri

mercoledì, 24 novembre 2021, 22:37

di michele masotti

Le due vittorie negli ultimi undici match certificano il negativo periodo che sta vivendo il Pescara, retrocessa dalla B e una delle “big 6” che, secondo i pronostici degli addetti ai lavori, avrebbe dovuto battagliare per tornare direttamente in cadetteria. La tutt’altro che positiva striscia di risultati ha fatto planare gli abruzzesi, partiti con tre vittorie nelle prime quattro, al sesto posto a 21 punti (-14 dalla leader Reggiana) in coabitazione con Pontedera, la stessa Lucchese e Ancona. Proprio la sfida di domenica all’Adriatico, calcio d’inizio alle 14:30, contro i rossoneri sarà decisiva per il futuro del tecnico Gaetano Auteri, che più rumors avevano dato con la valigia in mano a favore di Vivarini dopo la sconfitta maturata domenica proprio a Pontedera per 2-1. Guai però, e questo sarà un errore che Guido Pagliuca non farà correre ai suoi ragazzi, a considerare il Delfino come una squadra allo sbando; i biancocelesti, infatti, dispongono di elementi esperti in tutti i settori del campo, vedi il capitano Memushaj, il fantasista scuola Juventus Clemenza, gli attaccanti Marilungo e Ferarri solo per citarne alcuni.

Senza lo squalificato Eklu, la Lucchese ritroverà sicuramente Frigerio, reduce a sua volta da un turno di stop causa cinque ammonizioni, con lo staff medico che sta facendo di tutto per rimettere in sesto sia Semprini che Baldan. Di certo capitan Coletta e compagni non snatureranno il loro stile di gioco e la loro mentalità propositiva al cospetto della blasonata rivale. Fondato nel 1936, il Delfino Pescara ha disputato sette campionati di Serie A (l’ultimo nel 2016-2017 nda), 40 stagioni in B e 25 in C. Fallito in corsa d’opera nel marzo 2009, una tempistica che gli ha permesso di proseguire l’attività senza ripartire dalle sabbie mobili dei dilettanti, sotto la gestione Sebastiani gli abruzzesi sono tornati a vivere i fasti degli anni 80’, quelli del “luna park” creato da Giovanni Galeone con in campo l’asso brasiliano Junior e l’attuale tecnico dell’Atalanta Gasperini in cabina di regia. I 10 precedenti allo stadio “Adriatico” raccontano di quattro vittorie di marca locale, tre pareggi e altrettanti blitz ospiti, l’ultimo dei quali è lo 0-3, Serie C1 girone B, del 2 settembre 2007 con le reti di Bolzan, Nocentini e Giglio. Correva, invece, il 12 ottobre 1997 in Serie B, quando il Pescara si impose in rimonta per 2-1; furono Palladini e Cammarata a ribaltare l’iniziale vantaggio griffato Ighli Vannucchi. Numeri alla mano, i biancocelesti hanno conquistato 12 dei 21 punti totali tra le mura amiche. Se i gol realizzati sono stati 22, una cifra nemmeno troppo alta se consideriamo che Auteri sia il vate del 3-4-3, il vero tallone d’Achille del Pescara è certamente la fase difensiva come testimoniato dai 21 centri incassati. Un dettaglio imperdonabile se si vuole ambire a competere con il trio emiliano-romagnolo che guarda tutti dall’alto verso il basso. Detto che non ci sono squalificati nei locali, Auteri dovrà certamente rinunciare per infortunio al portiere titolare Di Gennaro così come devono essere monitorate le condizioni di Bocic e Galano.

L’ex allenatore di Nocerina e Benevento, che portò ambedue in B, aveva iniziato con il 3-4-3, suo marchio di fabbrica, ma messo per tre match da parte ultimamente per optare un 4-3-3. Molto probabilmente, nella gara in cui varrà il suo futuro, il tecnico campano tornerà all’antico. Tra i pali, sebbene la società sia corsa ai ripari dopo l’infortunio di Di Gennaro ingaggiando lo svincolato Iacobucci, dovrebbe toccare di nuovo al classe 2002 Sorrentino. Esperto il pacchetto arretrato, guidato dal capitano Drudi e completato dall’ex Pisa Gianmarco Ingrosso e da Tommaso Cancellotti, prelevato in estate dal Perugia. Tre elementi in grado di farsi valere anche in area avversaria sulle situazioni di palla inattiva. Sulla corsia destra agirà Davide Zappella, classe 1998 ma profondo conoscitore della categoria ma a sinistra attenzione alle folate del ventenne Nzita, già autore di un gol e capace di sfornare tre assist. Se Auteri, invece, volesse maggiore esperienza la maglia da titolare finirebbe a Frascatore. In mezzo al campo il rientrante capitan Memushaj, che vanta anche dei caps in Serie A, dovrebbe fare coppia con il baby scuola Inter Pompetti, con Rizzo prima alternativa. In attacco sono in quattro a giocarsi i due posti per accompagnare “El Loco” alias Franco Ferrari, bomber dei suoi con sei reti. Sul lato destro potrebbe scoccare l’ora dell’esperto Guido Marilungo, dato in pole sull’ex Virtus Verona De Marchi, mentre dalla parte opposta, alla luce della presenza in forse di Galano, il posto di D’Ursi, un fedelissimo di Auteri, potrebbe essere insidiato dal giovane Rauti e dal funambolico Clemenza.

Pescara-Lucchese sarà diretta da Nicolae Sfira di Pordenone, coadiuvato dagli assistenti De Nardi di Conegliano e Zezza di Ostia Lido.


Questo articolo è stato letto volte.


tuscania

il casone

auditerigi

toscano

Directo Responsive Web

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in A.S. Lucchese


lunedì, 17 gennaio 2022, 13:06

Pagliuca riparte con l'Imolese senza Papini e Zanchetti, ma con tanta voglia di vincere

La Lucchese ritorna di nuovo in campo, dopo il rinvio del match della prima giornata di ritorno, prevista per il 22 dicembre scorso e saltata a causa della positività al Covid19 di alcuni giocatori dell'Imolese


venerdì, 14 gennaio 2022, 11:56

Mario Santoro non ha dubbi: "Joseph Portelli? Solo un contatto e nulla più"

Il direttore generale della Lucchese Mario Santoro smentisce categoricamente ogni voce in merito all'acquisto da parte dell'imprenditore maltese: "Una cosa che non prendiamo nemmeno in considerazione"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 14 gennaio 2022, 11:51

Joseph Portelli ad un passo dall'acquisto della Lucchese?

La notizia imperversa sui social già da quale ora ed inevitabilmente sta suscitando tanti commenti e anche quale preoccupazione. La Lucchese sembra vicino al cambio di proprietà


lunedì, 10 gennaio 2022, 18:33

Anche per la Lucchese è arrivato il momento della terza dose del vaccino Covid

Anche per la Lucchese è arrivato il momento della terza dose del vaccino Covid. Questo pomeriggio, i giocatori della prima squadra e della formazione femminile hanno ricevuto la terza dose, assieme ai dirigenti e collaboratori della società, nell'edificio A della Cittadella della Salute "Campo di Marte"


venerdì, 7 gennaio 2022, 18:59

Il Covid rivoluziona il campionato di Lega Pro: la Lucchese torna in campo il 18 gennaio

Il Covid rivoluziona ancora una volta il campionato di Lega Pro. Nela giornata odierna, la Lega Pro con un comunicato ha aggiornato le nuove date ed i nuovi orari delle gare fino alla decima giornata


giovedì, 30 dicembre 2021, 16:12

Lucchese, Pagliuca traccia il bilancio di fine 2021: “Orgogliosi di quanto fatto ma siamo solo a metà del nostro cammino”

In casa Lucchese il penultimo giorno del 2021 significa tempo di bilanci relativi ad un girone di andata affrontato in ritardo rispetto al resto della compagnia, i rossoneri hanno iniziato a costruire la squadra a partire dalla prima metà dello scorso mese di agosto, e chiuso in un crescendo rossiniano