Anno 7°

sabato, 25 gennaio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Avv Alberta Cagnacci Lucca


Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Dalla Cina con... i soldi ovvero l'Antico Caffè delle Mura e la solita ipocrisia

mercoledì, 22 gennaio 2020, 23:29

di aldo grandi

Una volta, erano i mitici anni Settanta, dalla Cina arrivava solamente Bruce Lee con furore mentre oggi arrivano migliaia di cinesi e tutti, regolarmente, privi di furore, ma provvisti e molto bene, di banconote. E' dell'altro ieri la notizia di due fermi di altrettanti cittadini cinesi all'aeroporto di Fiumicino trovati con 1 milione e 500 mila euro ciascuno nascosti in una valigetta. Questo per dire che se c'è una cosa che non fa difetto a quelli che, una volta, venivano chiamati, con una punta di superiorità, musi gialli, sono le risorse finanziarie. Arrivano e comprano pagando cash. Tutto e subito, senza tante seghe anche a costo, a volte, di prendere una fregatura o, comunque, di rimetterci qualcosa. Tutti lo sanno, ma tutti fanno finta di nulla salvo, poi, scandalizzarsi se si viene a sapere che l'Antico Caffè delle Mura sarà acquistato da un imprenditore cinese che vuole farci un ristorante di pesce a buon mercato con annesso angolo dedicato al sushi. Abbiamo letto i commenti indignati dell'opposizione, il disappunto, impotente, della giunta Tambellini, le proteste delle categorie economiche. Vero, per carità, un altro pezzo di Lucca che se ne va, ma siamo certi che se arrivasse il cinese di turno, magari con una valanga di euro, e chiedesse di comprare il Caffè di Simo, coloro che ne detengono la proprietà si girerebbero, schifati, dall'altra parte? Questa è, forse, una delle poche volte in cui ci sentiamo di non sparare, ad ogni costo, a mister Tambellin Man...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il partito della Ztl 'lecca il culo' ai residenti

sabato, 18 gennaio 2020, 12:06

di aldo grandi

Ormai, ovunque, il partito democratico è diventato il partito della Ztl, ossia la formazione politica che tutela gli interessi delle classi abbienti che si sono conquistate il diritto, spesso a spese del contribuente, a vivere nei quartieri più in o nei centri storici avendo acquistato appartamenti più o meno di prestigio. Niente tutela, quindi, delle altre categorie a cominciare, soprattutto, da quella dei commercianti visti più come polli da spennare che come gente che dà lavoro a migliaia di persone. A Lucca tutto ciò è evidente da anni, in particolare da quando, al governo della città, c'è una giunta di sinistra che di centro non ha nulla, con guida Alessandro Tambellini del Pd. Il recente piano della sosta è assolutamente l'ennesima conferma di quanto l'amministrazione comunale tenga più ai residenti del centro storico sperando di ricevere, in cambio, i voti alle prossime amministrative. E ridurre la città ad un cimitero di morti viventi. La ex caserma Lorenzini è il classico rospo che la giunta rossa vuole far ingoiare, soprattutto, a Confcommercio, l'unica associazione che, sia pure con cautela per non esagerare nel disturbare il 'comandante', ogni tanto fa bau bau. Confesercenti fa ridere, in particolare se si pensa che al vertice c'è l'ex assessore della giunta Tambellini Francesca Pierotti la quale, siamo pronti a scommetterci qualsiasi cosa, si guarderà bene dall'attaccare i suoi ex compagni di cordata...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Sfrattato, dà fuoco alla casa e rischia una tragedia: per la Sinistra e i buonisti è colpa della società

lunedì, 13 gennaio 2020, 18:28

di aldo grandi

Gente che il mondo vada alla rovescia e che, chi possiede, almeno, un po' di sale in zucca rischi veramente di non capirci più niente e desideri espatriare in un Paese dove il buonsenso e la logica siano dominanti, lo sapevamo. Ma che al peggio non ci fosse mai fine questo no, davvero, non lo ritenevamo possibile e, invece, purtroppo, è vero. Guardate quello che è accaduto questa mattina ad Altopascio dove un uomo, un extracomunitario brasiliano di 42 anni, colpito da sfratto esecutivo, di fronte alla presenza dell'ufficiale giudiziario che suonava alla porta, ha pensato bene di aprire la canna del gas, accendere il fuoco e far esplodere il tutto. Con il rischio, concreto, che potessero scapparci la tragedia e anche il morto. A quanto hanno testimoniato i vicini di casa, l'inquilino, un transessuale sudamericano, aveva già dato in escandescenze più volte al punto che erano stati chiamati anche i carabinieri. Nel pomeriggio, sono arrivate le note di una formazione politica di Sinistra e di una associazione cattolico-cristiana specializzata nel volontariato, le quali hanno speso parole di allarme per quanto avvenuto prendendosela con la società...


Ce n'è anche per Cecco a cena

L'ultima tentazione di... Tambellini

giovedì, 9 gennaio 2020, 17:54

di aldo grandi

Le sardine, soprattutto quelle più fresche e meno avariate, nemmeno se lo ricorderanno. Figuriamoci, poi, gli imbecilli che ruotano intorno all'universo antagonista che di antagonista, ormai, ha soltanto il lume della ragione. Nel lontano 1988 Martin Scorsese diede alla luce un film che sollevò un vespaio incredibile e, onestamente, ridicolo: L'ultima tentazione di Cristo. Siamo reduci dall'aver letto, alcuni giorni fa, il discorso di Alessandro Tambellini ai vertici del suo partito (sic!), il Pd e soltanto oggi, dopo tre giorni di crampi allo stomaco, conati di vomito, senso di vertigini e incazzatura repressa, ci siamo decisi a prendere - metaforicamente - carta e penna e a buttare giù due righe. Sono trent'anni esatti che dimoriamo in questa valle di lacrime, tre decenni che dobbiamo sopportare le puttanate che, periodicamente, i personaggi politici più o meno accreditati-screditati riversano sulle nostre teste, ma, soprattutto, sulle nostre spalle costrette a caricarsene il peso. Sono sei lustri che facciamo finta di niente o quasi, ma da quando sulla poltrona di sindaco siede Alessandro Tambellini facciamo realmente fatica a non perdere le staffe poiché una presupponenza, una arroganza, una presunzione come le sue non riusciamo, o quasi, a ricordarle. Forse mister Tambellin Man crede di avere a che fare con un branco di studenti che voglia hanno di tutto, a cominciare dal cantare Bella Ciao, fuorché di usare il proprio cervello o, magari, pensa che i lucchesi siano tutti lì, beoti e dementi, pronti a ricevere la sua benedizione politica e ideologica...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Urla nel deserto: gli ebrei chiamano, nessuno risponde

domenica, 5 gennaio 2020, 20:24

di aldo grandi

Dopo averci ammorbato gli attributi al punto da farceli gonfiare indipendentemente dalla nostra, ormai, conclamata e risaputa alterazione del sistema immunitario, il presidente della Repubblica verniciato di rosso Sergio Mattarella è rientrato nel suo silenzio che non è mai abbastanza. Il suo discorso, di una ovvietà, inutilità, dannosità estreme, ha, come al solito, cercato di dare un calcio al cerchio e uno alla botte, richiamando gli Italiani, poveri noi, a trovare quell'unità di intenti che, sola, può far crescere il paese. Peccato, davvero, che Mattarella, voluto, come sappiamo, dalla Sinistra, si sia dimenticato di aggiungere che gli Italiani, da anni, ormai, e non certo per colpa loro, sono costretti ad accettare le gimkane del Potere Costituito che tutto fa piuttosto che farli andare a votare, nemmeno si trattasse di un branco di pecore incapaci di badare a se stessi. Ormai anche il porco sa che se si andasse a votare il buonsenso popolare, quello dei cosiddetti populisti, sovranisti, fascisti e razzisti, si sbarazzerebbe di tutta quella marmaglia rossa, sardine comprese, che hanno infestato la penisola. Ma tant'è. Noi italiani siamo buoni solo per essere spremuti come limoni. A farci sgonfiare, letteralmente, e tornare, nei nostri attributi, alle dimensioni che ci confanno, è stata la notizia della morte del generale iraniano ucciso su ordine di Donald Trump...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Dieci anni e un giorno: buon anno alla Gazzetta di Lucca, a noi, ai suoi lettori e a tutti quelli che ci permettono di andare avanti

martedì, 31 dicembre 2020, 16:40

di aldo grandi

Ogni anno è sempre la solita zuppa. Si guarda indietro per non guardare avanti e quando, alla fine, si decide di voltare lo sguardo al futuro, ecco il saluto e l'augurio ipocrita rivolto, tanto non costa nulla, a cani e porci: buon anno! Ma buon anno di che?, buon anno a chi?, buon anno per cosa? Il 2020 sarà un anno speciale per La Gazzetta di Lucca che festeggerà i suoi primi dieci anni di vita. Un doppio lustro sempre in prima linea, con un record di querele e procedimenti disciplinari da far invidia a chi ha voglia di tenere sempre la testa rivolta all'insù piuttosto che sotto la superficie dell'ipocrisia e del buonismo imperanti. Che strana città Lucca. Governano sempre gli stessi, riuniti nei loro comitati di affari, chiusi nelle rispettive conventicole, appartati nei propri circoli più o meno numerosi, con gente che farebbe carte false per essere inserita un po' qui e un po' là perché, si sa, Lucca è la città dove l'essere conta meno dell'apparire almeno quando si avvicina il Natale o il giorno delle feste ché bisogna indossare il miglior vestito anche se, sotto, c'è poco o niente. Quest'anno ricorrono anche i 30 anni di permanenza del sottoscritto a queste latitudini...


tambellini


bonito400


BF Cristiana Francesconi


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Ultime notizie brevi


venerdì, 24 gennaio 2020, 19:05

Posticipata alle 15 Sanremese-Lucchese

A seguito dell'accordo intercorso tra le due società, la partita Sanremese-Lucchese, in programma domenica 2 febbraio, avrà inizio alle ore 15, e non alle ore 14,30.


venerdì, 24 gennaio 2020, 16:48

Domenica 26 gennaio il Museo Rossonero sotto la Curva Ovest aprirà agli appassionati

Domenica 26 gennaio, dalle ore 16.45 circa (al termine della partita dei rossoneri con il Borgosesia), verrà aperto il Museo Rossonero posto sotto la Curva Ovest dello Stadio Porta Elisa.Durante l'apertura saranno ancora disponibili i "gadgets" rossoneri che sono stati realizzati per arricchire le collezioni di materiale rossonero e che...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 gennaio 2020, 16:15

A Palazzo Ducale la celebrazione del giorno della memoria e la consegna delle medaglie d'onore agli internati militari

Si terrà alle 10,30 di lunedì 27 gennaio, nella Galleria delle Statue di Palazzo Ducale, la celebrazione del Giorno della Memoria, in ricordo della Shoah, della persecuzione dei cittadini ebrei e degli italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti.


venerdì, 24 gennaio 2020, 15:54

27 gennaio 2020. C'è giorno più importante, oggi, del #GiornodellaMemoria?

Oggi che con l'immigrazione che attraversa tutto il nostro continente e insanguina il Mediterraneo, il rinascente antisemitismo, i nuovi razzismi, "l'altro" torna troppo facilmente ad essere additato come la causa di tutti i nostri mali.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 24 gennaio 2020, 15:53

Borse di dottorato "Pegaso" per cento giovani laureati. Intervento da 6 milioni di euro

Altri cento giovani laureati toscani potranno perfezionarsi nei propri studi grazie alle borse di dottorato “Pegaso”. La giunta regionale ha infatti approvato le linee del bando rivolto a Università ed enti di ricerca grazie al quale, anche quest’anno, la Regione selezionerà qualificati corsi di dottorato, finanziando le relative borse di...


venerdì, 24 gennaio 2020, 12:46

Mal'aria a Lucca, Marchetti (FI): "Dati preoccupanti"

«Lo dicevamo a inizio mese e purtroppo i nuovi dati Legambiente lo confermano: la situazione dell'inquinamento a Lucca e nella Piana è preoccupante sia sotto il profilo strettamente ambientale che della salute pubblica. Non è una novità, e certo senza politiche regionali mirate ed efficaci la situazione non si risolverà...


venerdì, 24 gennaio 2020, 12:45

Ciclopedonabile "Giacomo Puccini"; Baccelli (Pd): "La giunta regionale si attivi per completare l'opera"

Il consigliere regionale del Pd e presidente della commissione Ambiente, territorio Stefano Baccelli, presenta una mozione e ricostruisce la vicenda della pista ciclabile attraverso i luoghi del grande compositore toscano.


venerdì, 24 gennaio 2020, 11:47

950 anni della Cattedrale di Lucca: ciclo di conferenze "Dieci secoli di arte in San Martino"

Per il ciclo di conferenze "Dieci secoli di arte in San Martino" Giulio Ciampoltrini con "La prima cattedrale e l'edilizia religiosa a Lucca nell'Alto Medioevo" venerdì 7 febbraio ore 17 al Museo di Villa Guinigi in Via della Quarquonia, Lucca.


venerdì, 24 gennaio 2020, 11:07

Panchieri (Pd): "Su Piano Sosta condivido alcune considerazioni del Comitato Vivere il Centro Storico"

Il segretario del Circolo Centro Storico del PD, Roberto Panchieri, interviene sul Piano Sosta: "Condivido alcune delle considerazioni che il Comitato Vivere il Centro Storico ha esposto in merito alle polemiche sulla proposta di un nuovo Piano Sosta nella città.


venerdì, 24 gennaio 2020, 11:06

Zucconi (FdI): "Sdegno per i testi del cantante Junior Cally. La rete pubblica deve vigilare"

"Sono veramente schifato: come può il Festival nazionale della canzone italiana permettere ad un artista come Junior Cally di salire sul palco e cantare?