Anno XI

martedì, 26 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

lagazzetta_prenota

Ce n'è anche per Cecco a cena


Ce n'è anche per Cecco a cena

Meglio un Del Ghingaro in casa che una Vietina a Palazzo dei Bradipi

domenica, 24 ottobre 2021, 18:22

di aldo grandi

Ora, anche i muri sanno che la Ilaria Vietina non rientra, proprio, tra le nostre simpatie politiche e ideologiche. Ciònonostante nulla e nessuno potranno impedirci di pubblicare i suoi interventi perché e anche questo è certo e sacro, alla Gazzetta trovano spazio tutti meno gli imbecilli e i prepotenti. Fatta questa doverosa premessa, tuttavia, non possiamo esimerci dal chiedere alla candidata a sindaco di Lucca di prestare maggiore attenzione alla nostra professionalità e alla sua campagna elettorale. Oggi abbiamo ricevuto un comunicato stampa - ne manda, ormai, anche uno al giorno - che definirlo tale è una offesa per i comunicati stampa e per chi è abituato a redigerli come professione. Si tratta, in realtà, di una specie di volantino-manifesto-proclama dove la parola politica è ripetuta non si sa bene quante volte in maniera imperativa e con la P maiuscola. Il tutto per chiedere a tutti gli intervenuti in questa 'campagna' di rispettare la scadenza delle primarie del Pd. La Vietina, come al solito, non si chiede come mai alla maggior parte delle persone frega niente delle primarie. No, parte dall'assunto opposto, che freghi a tutti meno che a chi non le vuole. Quindi, ad esempio, a Giorgio Del Ghingaro che, giustamente, lui alle primarie non solo non ci crede, ma nemmeno vuole né vorrà mai partecipare qualora si dovesse candidare a sindaco di Lucca...


Ce n'è anche per Cecco a cena

La Lega fa capolino? No, fa Caporetto... Il tavolo del centrodestra può servire, al massimo, per un pic-nic

martedì, 19 ottobre 2021, 14:19

di aldo grandi

Da più parti ci giunge voce che Matteo Salvini abbia manifestato il desiderio per non dire l'ordine che Lucca torni al centrodestra a tutti i costi. Vista la figura di merda rimediata a questa tornata elettorale e visti anche i recenti movimenti in chiave elettorale nella nostra città, c'è da esserne, quantomeno, dubbiosi. La Lega è, a Lucca, pressoché inesistente e non ci risulta che sappia fare opposizione. Al tavolo del centrodestra, non ha mai avuto particolare simpatia per Mario Pardini nonostante questi abbia cercato di avere una sorta di imprimatur da parte dei vertici nazionali e regionali. Al contrario, Pardini non è piaciuto alla Lega locale così come a sua eminenza senatore Massimo Mallegni, a capo di quell'ectoplasma di partito, (S)forza Italia che ad Altopascio e ci dispiace umanamente per Maurizio Marchetti, ha preso una cenciata memorabile. Ora, addirittura, pare che sia tornato in auge il nome di Luca Leone appoggiato proprio da queste due componenti politiche alle quali potrebbe anche dar man forte, ma non c'è niente di ufficiale e Remo Santini nega, SìAmo Lucca. Che cosa, quindi, attende gli elettori che non si vogliono piegare al Pud, alla Sinistra radical chic-choc e all'ipocrisia dei partiti che il giorno prima si scannavano e che, ora, sono lingua in bocca alla corte di 'Occhi di cernia' alias Mario Draghi?...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Le Gazzette da sole contro il Green Pass: no pasaran

sabato, 9 ottobre 2021, 23:25

di aldo grandi

Quello che sta accadendo e che sta per accadere in Italia è qualcosa di raccapricciante e nessuno, tra i giornalisti e gli intellettuali a un tanto al chilo prezzolati dei e dal mainstream sembrano volersene accorgersene. I leccaculo del tengo famiglia imperano e prosperano alle spalle di chi, al contrario, non ci sta ad essere sottoposto a questo regime dittatoriale in nome di una presunta emergenza sanitaria. Costringono le persone in un angolo, gli portano via perfino il lavoro, le speranze e il futuro e, se queste si arrabbiano, scendono in piazza e protestano, ecco che vengono subito definiti squadristi fascisti. Bene, questi cacasotto verniciati di rosso e svezzati al soldo dei mercati finanziari e degli organismi sovranazionali leggano un po' di storia del Ventennio e anche di poco prima. Scopriranno che se al posto dei manifestanti di oggi, innocui praticamente come punture di spillo, ci fossero stati gli ex arditi, i sindacalisti rivoluzionari, gli ex legionari fiumani, i nazionalisti, gli irredentisti di un secolo fa, presumibilmente, oggi, del Green Pass e dei suoi fautori, i Cagoia e i Giolitti del Nuovo Millennio, ben poco resterebbe. Invece, questi ectoplasmi od eunuchi che dir si voglia, amano gridare al lupo ogniqualvolta il popolo la smette di essere gregge e protesta contro il tentativo, palese, di imporre una misura, il Green Pass che definire odiosa, bastarda, schifosa e illiberale, è un eufemismo...


Ce n'è anche per Cecco a cena

Il centrodestra nella cacca, ora la paura fa 90: che faranno, adesso, i nostri eroi?

martedì, 5 ottobre 2021, 12:17

di aldo grandi

Mamma mia che figura di merda. Erano andati per suonare e, invece, furono suonati e che botte ragazzi. Il centrodestra ha preso una legnata, soprattutto, dal punto di vista psicologico e la colpa va cercata nell'arroganza-supponenza-presunzione della Lega di Salvini il cui leader, appunto Matteo, non si sa bene che cosa voglia fare da grande. E' andato al potere con quelli che disprezzava, non lo senti più gridare alla vergogna degli sbarchi di clandestini che, ormai, arrivano a frotte senza che il ministro Lamorgese - un ectoplasma verso il quale, se fossimo dipendenti del ministero da lei presieduto, ci saremmo già dimessi per dignità e orgoglio nazionale - non si capisce cosa pensi del Green Passe pardon Pass, di questa dittatura sanitaria che ha messo in ginocchio non soltanto l'economia, ma anche chiunque avesse voglia di combattere la deriva di questo Stato che è finito direttamente in bocca ai pescecani degli Organismi Sovranazionali come Unione Europea e compagnia. In sostanza il Salvini ha pensato soltanto di salire sul carro del vincitore, quel Draghi che solo a guardarlo si capisce che è cresciuto alla corte dei Padroni di Vapore che dominano la finanza mondiale e spostano le vite degli esseri umani come se fossero microplastiche nell'oceano. Il centrodestra ha perso ovunque o quasi, ma, in particolare, non ha vinto non ha cioè saputo portare avanti un programma coerente sotto il profilo dei principi...


Ce n'è anche per Cecco a cena

A Massarosa, comunque vadano le elezioni, c'è già un vincitore: Alberto Coluccini

venerdì, 1 ottobre 2021, 10:57

di aldo grandi

Comunque andranno a finire le elezioni amministrative nel comune di Massarosa, un vincitore morale e non solo c'è già: si chiama Alberto Coluccini e risponde al nome e cognome dell'ex sindaco costretto a decadere per via di una porcata posta in essere da esponenti della sua ex maggioranza che si sono 'alleati', nell'intento di far cadere la giunta, con una opposizione che ha saputo subito approfittare della situazione. La notizia che abbiamo pubblicato, da soli guarda caso, dell'imminente udienza preliminare a cui dovranno presenziare cinque persone tra cui tre ex consiglieri comunali di maggioranza - ex Lega ed ex Forza Italia - dimostra ancora una volta come Coluccini sia finito nel mirino ripetutamente della Sinistra, ma, addirittura e questo è incomprensibile e ingiustificabile, dei suoi stessi ex alleati o, almeno, di alcuni. Perché? Ce lo chiediamo e vorremmo che a rispondere fosse la stessa Elisa Montemagni che a Massarosa fa e disfa; e anche quel Massimo Mallegni, senatore di riferimento geografico, che mette bocca dappertutto salvo che quando ce ne sarebbe, davvero, il bisogno come in questo caso. Lega e Forza Italia si sono appattumate e si presentano con un candidato unico mentre Fratelli d'Italia, almeno coerente questa volta, è rimasto con chi aveva sempre appoggiato. Già, chissà perché questo dietrofront della Lega e di Forza Italia...


bonito400

BF Cristiana Francesconi

tuscania

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Ultime notizie brevi


martedì, 26 ottobre 2021, 17:51

Permessi annuali ZTL: continua il rinnovo A1 e A2 fino al 30 novembre

Continua il rinnovo dei permessi annuali A1 e A2 che dovrà concludersi entro il 30 novembre prossimo. In accordo con l'amministrazione comunale, Metro srl invita caldamente gli utenti a prenotare l'appuntamento per gli uffici di via delle Città Gemelle o a utilizzare le procedure on line.


lunedì, 25 ottobre 2021, 18:46

Riformisti per Lucca Viva: "Apriamo a Del Ghingaro"

Riformisti per Lucca Viva intervengono nell'agone politico lucchese: Da mesi compaiono segnali sui mass media locali di una possibile discesa in campo, di Giorgio Del Ghingaro, per Sindaco di Lucca, nelle elezioni del 2022. Italia Viva ha valutato interessante la notizia e nel caso fosse vera, la giudica una cosa...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 25 ottobre 2021, 17:56

Il fumetto arriva anche al padiglione Bernardini

Mancano pochi giorni alle giornate in presenza a Lucca Comics & Games e in questa edizione i fan del fumetto potranno godere di una importante novità.


lunedì, 25 ottobre 2021, 14:37

Venerdì 27 ottobre nel salone del vescovato alle ore 21: incontro su «La Chiesa italiana verso il Sinodo. Aspetti ecclesiologici e canonici»

Venerdì 27 ottobre alle ore 21 presso il salone del vescovato si terrà un incontro di riflessione sul significato della sinodalità e dei sinodi nella vita della Chiesa: La Chiesa italiana verso il Sinodo. Aspetti ecclesiologici e canonici.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


domenica, 24 ottobre 2021, 18:04

Giornata lucchese per l'assessore regionale Spinelli: visitato il Centro Carlo Del Prete

Giornata lucchese per l'assessore regionale Spinelli che giovedì ha visitato realtà, servizi e incontrato operatori che lavorano nell'area minori e famiglie della Piana di Lucca e nel corso della quale ha visitato l'Azienda pubblica di Servizi alla Persona (ASP) "Centro Carlo Del Prete".Nelita Lilli Begliuomini attuale presidente dell'ASP Carlo del...


domenica, 24 ottobre 2021, 17:41

Pd Capannori: "Superbonus esclude case unifamiliari e villette a schiera. Correggere la manovra economica del governo"

"Sì al superbonus 110 per cento per le abitazioni unifamiliari e villette a schiera fino al 2023. Ma a giugno 2022 si bloccano gli incentivi per case singole e a schiera": il partito democratico di Capannori chiede ai propri parlamentari re a tutti i rappresentanti istituzionali di coreggere la manovra...


domenica, 24 ottobre 2021, 14:34

Capannori, torna la fiera d'ottobre

Torna oggi (domenica 24 ottobre) a Capannori la tradizionale Fiera di ottobre, che festeggia nell'occasione i suoi 20 anni di vita. L'evento, organizzato dal sindacato Fiva Confcommercio dei venditori ambulanti in collaborazione col Comune, non si era svolto nel 2020 a causa dell'emergenza covid.


sabato, 23 ottobre 2021, 12:45

Vento forte di Grecale, codice giallo domenica 24 ottobre su quasi tutta la regione

Forti venti di Grecale, accompagnati da locali piogge in Appennino e sui settori meridionali, in arrivo sulla Toscana. I venti, di provenienza nord orientale, tenderanno ad intensificarsi già dalla prossima nottata, con raffiche fino a 60-70 km/h nelle zone di pianura (in particolare quelle poste allo sbocco delle valli) e...


venerdì, 22 ottobre 2021, 22:59

Cgil, Cisl e Uil: “Essity, quanto emerso non esaurisce la nostra richiesta”

I sindacati Cgil, Cisl e Uil si esprimono in merito alle novità emerse nell’ambito della vertenza che interessa la Essity, comunicate dalla azienda: un giudizio che potranno dare quando verranno messi a conoscenza del piano industriale che ancora manca.


venerdì, 22 ottobre 2021, 16:35

LC&G 2021: limitazioni alla vendita di armi e disposizioni su alimenti e bevande

Il sindaco Alessandro Tambellini, a seguito delle richieste pervenute dalla Questura di Lucca, ha firmato oggi le ordinanze relative alle limitazioni alla vendita di armi e quelle per la vendita e la somministrazione degli alimenti e bevande durante Lucca Comics & Games 2021.