Anno 7°

martedì, 23 luglio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

"Sindaci della Garfagnana a favore del progetto ANAS. Strano... chi se lo sarebbe mai aspettato!?"

domenica, 21 aprile 2019, 22:45

Il comitato assi viari Lucca critica ironicamente la scelta dei sindaci della Garfagnana di dichiararsi favorevoli al progetto Anas per la realizzazione degli assi viari:

E così per l'ennesima volta, quando sulla Piana c'è pericolo di far saltare il banco ecco scendere nuovamente le già note “truppe cammellate” che cercano di dar sostegno ad un'amministrazione carente di ossigeno e di coraggio, che non riesce o non vuole smarcarsi.

Infatti, mentre Capannori ha preso una posizione netta, anche se al momento non vincolante, Lucca è rimasta arroccata sulle vecchie posizioni, chiedendo timidamente delle modifiche al progettista, quasi che il progetto, in linea di massima, fosse soddisfacente.

E quindi siamo ancora qui a leggere slogan che sanno ormai di vecchio, basati sul sentito dire più che sui dati concreti.

Si sente nuovamente parlare di “opera fondamentale per tutto il territorio lucchese”. Quale territorio lucchese? Su quali basi si parla di opera fondamentale? Quali saranno i benefici per la Lucchesia? Nessuno, se non un misero 3,6% in meno su Lucca ed un 68% di traffico in più su Capannori. Fa sorridere che proprio la Garfagnana cerchi di vendere il progetto come utile per tutti quando l'unica evidente beneficiaria dell'asse nord sud sarà solo lei. E la cosa peggiore è che a Lucca ci credono tutti, nonostante gli evidenti dati contrari... ci credono veramente oppure non possono fare diversamente?

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Lucar


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


lunedì, 22 luglio 2019, 16:36

Il centrodestra: "Tambellini bis, due anni di nulla assoluto e scelte sbagliate. Speriamo fine anticipata del mandato"

"I primi due anni del secondo mandato Tambellini? Un disastro di mancate scelte e poca trasparenza. In generale, due anni di nulla assoluto". Lo sottolineano in una dura nota liste civiche e partiti di centrodestra


domenica, 21 luglio 2019, 10:15

Gazebo Lega in Pizzorna

Il gruppo Lega Salvini di Villa Basilica ha organizzato per oggi sull'altopiano delle Pizzorne, presso il Mercato, un gazebo a tema: "Incontra la Lega". "Sarà un'occasione per i cittadini - spiega Stefano Bendinelli del Gruppo Lega Salvini Villa Basilica - per parlare delle problematiche riscontrate sul territorio di Villa Basilica...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 luglio 2019, 15:45

Il centrodestra: "Polizia municipale assente, zero controlli e città allo sbando. Raspini e il comune dormono"

"Città allo sbando: dove sono spariti i vigili urbani? Il centro storico è abbandonato a se stesso, i residenti di tutto il Comune che si rivolgono al centralino per un loro intervento restano spesso a bocca asciutta, sentendosi rispondere ogni volta che sono già occupati su un altro intervento".


venerdì, 19 luglio 2019, 12:47

Sinistra Italiana, Alberto Pellicci è il nuovo coordinatore provinciale

Cambio al vertice in provincia di Lucca per Sinistra Italiana, la formazione politica guidata a livello nazionale da Nicola Fratoianni. Dopo le dimissioni del viareggino Marian Puosi, l'Assemblea Provinciale del Partito ha eletto Alberto Pellicci nuovo coordinatore


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 19 luglio 2019, 07:57

Ok ai fondi per il restauro e la pulizia della Croce di Borgo Giannotti

Tornerà a nuova vita la Croce di Borgo Giannotti. L'amministrazione Tambellini, infatti, nell'ultima variazione di bilancio ha inserito i fondi necessari per il restauro e la pulizia del monumento che si erge in piazza della Croce e che si risale al 1847


giovedì, 18 luglio 2019, 17:23

Politiche di genere: la giunta approva il piano triennale delle azioni positive del comune di Lucca

Il Piano avrà durata triennale e riguarderà tutta una serie di iniziative per contrastare le disparità e le discriminazioni sul lavoro all'interno dell'Ente