Anno 5°

lunedì, 23 aprile 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'evento

Il McDonald's di San Concordio punta sulla personalizzazione e le nuove tecnologie

martedì, 6 giugno 2017, 03:57

di virginia torriani

Anche il McDonald's di Lucca ha conosciuto la crisi, ma adesso che il peggio sembra alle spalle, si prepara ad accogliere importanti novità per accontentare un clientela sempre più esigente.

"Dopo un periodo di crisi anche abbastanza significativa – spiega Pino Iacopelli, licenziatario dei McDonald's di Lucca e Pisa – siamo pronti per nuove scommesse. I primi momenti difficili abbiamo iniziato a sentirli nel 2012 e 2013. Poi ancora di più nel 2014 e 2015. Anche se il nostro è un prodotto economico il mercato va avanti con i soldi. Dieci euro sono pochi ma se non si hanno nemmeno quelli diventano molti. Abbiamo sofferto, come un po' tutti, ma ora iniziamo a rialzare un po' la testa. Sembra che ci sia una ripresa, parliamo di pochi punti percentuale, ma vedere il segno più rispetto al meno ci dà tutto un altro atteggiamento mentale, più ottimismo e più motivazione". 

La sfida parte con un incremento dell'orario di apertura. Non proprio h24, ma poco ci manca. "Il McDonald's di San Concordio è aperto tutti i giorni dalle 8 di mattina alle 4 di notte – prosegue Iacopelli - quello di Lammari fa orario prolungato il venerdì e il sabato, mentre gli altri giorni chiude all'1. E' un orario sperimentale iniziato il 1°maggio che andrà avanti fino alla fine di settembre, poi se andrà bene vedremo se proseguire a regime. Abbiamo osservato che quando chiudevamo alle 2, in quell'ultima ora c'era molto movimento. Da qui la decisione di ampliare l'orario". 

Il movimento si assesta a una media di un migliaio di transazioni per il punto vendita di San Concordio. "Ogni scontrino – calcola Iacopelli - corrisponde a una persona e mezzo quindi ci aggiriamo intorno ai 1500 clienti quotidiani. Il McDonald's di Lucca si trova in un punto di transito particolarmente attrattivo: abbiamo tanti stranieri che si fermano e un bacino di utenza più ampio rispetto a quello di Lammari". 

Con queste cifre e un ritrovato ottimismo la politica aziendale nazionale per il prossimo futuro punta tutto verso un nuovo approccio tecnologico. "Le indicazioni per i prossimi sviluppi – chiarisce Iacopelli – ci arrivano dalla politica strategica di McDonald's Italia. La grossa scommessa sarà quella legata alla digitalizzazione e personalizzazione. A breve sarà possibile ordinare il menù desiderato attraverso il proprio smartphone con un sistema evolutissimo. Negli Stati Uniti è già in rodaggio una app che permetterà tramite il telefonino di selezionare quello che si vuole ordinare. In questo modo basterà inviare l'ordine una volta all'interno del ristorante, sedersi a un tavolo, aspettare la conferma che l'ordine è stato preso in carico e dopo pochi minuti si verrà serviti. Ogni cliente inoltre potrà comporre il proprio panino personalmente: manterremo le ricette consuete, ma sarà anche possibile modificarle secondo i gusti del cliente. Ad esempio finora nel panino classico è inserito il cetriolo, ma non a tutti piace. Prossimamente sarà possibile personalizzare gli hamburger in tutto e per tutto: via il cetriolo, più carne e bacon o formaggio. Lo stesso anche per le altre portate: patate con o senza sale e poi attenzione ai clienti vegetariani, che avranno un'offerta più ampia. Tutto questo comporterà anche notevoli modifiche all'interno del ristorante. Si punterà sempre più sulla digitalizzazione, che poi vuol dire meno code e possibilità di pagare senza contanti attraverso carte prepagate o qr code collegati al proprio telefonino". 

Tanti progetti, ma al momento nessuna conferma sull'apertura di un McDonald's in centro storico. "Personalmente – conclude Iacopelli - ritengo che l'apertura di un McDonald's dentro le mura sarebbe una bella cosa, così come mi piacerebbe aprire un punto vendita in Garfagnana. Però occorre fare un passo alla volta e far tornare il business plan. Anche a livello nazionale devono arrivare delle indicazioni: certo rispetto a due anni fa ci sono margini di sviluppo, ma si deve ancora valutare quanto sono ampi. Al momento abbiamo qualche contatto per un eventuale location, ma si tratta ancora di un'idea. Vedremo come evolverà la situazione". 

 


Questo articolo è stato letto volte.


carismi san miniato


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px



Orti di Elisa


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in L'evento


lunedì, 23 aprile 2018, 11:27

Seconda giornata del corso di giornalismo della Gazzetta di Lucca, relatore Marcello Mancini

Dopo l’intervento di Stefano Cecchi, questa volta è il turno di Marcello Mancini, giornalista e direttore fino al 2015 del quotidiano La Nazione, dopo essere stato capo cronista e vicedirettore, oggi collabora con La Verità, quotidiano di Belpietro


lunedì, 23 aprile 2018, 11:15

Gasperetti, l’evoluzione del giornalismo

Venerdì 20 aprile, Marco Gasperetti, giornalista del Corriere della Sera, docente di giornalismo all’Università di Pisa, ci ha fatto vivere l’evoluzione del giornalismo in questi 20-30 anni


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 23 aprile 2018, 11:13

L'avvento di Internet l'atomizzazione delle notizie

A partire dai primi anni 2000 l'inarrestabile progresso della Rete e la nascita dei social hanno scosso sin dalle fondamenta il mondo del giornalismo cartaceo, andandolo a modificare completamente. Questo evento ha provocato una frattura generazionale che si sta acuendo sempre più


sabato, 21 aprile 2018, 12:20

Mancini e la sintesi politica

“La sintesi è fondamentale quando si scrive di cronaca politica” ha affermato Marcello Mancini durante la sua lezione al corso di Giornalismo organizzato da La Gazzetta di Lucca


sabato, 21 aprile 2018, 12:17

Marcello Mancini a Lucca per le lezioni di giornalismo della Gazzetta: storia e attualità del giornalismo politico

Una lezione di giornalismo politico, fatta di continui balzi storici tra passato e presente di questo ramo dell’informazione, quella dello scorso martedì (17 aprile) a Palazzo Bernardini. Ad intervenire, in occasione del secondo incontro, Marcello Mancini


sabato, 21 aprile 2018, 12:00

Lo Skianto con I pirati dei caraibi vince Lucca Effetto Cinema

Francesca Maccari e lo staff del ristorante Lo Skianto di via Vittorio Veneto hanno vinto quest'anno il premio per i migliori costumi realizzati durante la manifestazione Lucca Effetto Cinema