Anno 7°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'evento

"Il ’68 a Lucca”, ecco gli eventi in calendario

lunedì, 8 ottobre 2018, 16:44

di annalisa ercolini

Si è costituito a Lucca, da oltre un anno, un gruppo di lavoro, per cercare di ricostruire una memoria storica per i 50 anni del 1968. E’ nato un progetto di ricerca e di iniziative culturali sostenuto dall’Arci provinciale di Lucca e patrocinato dall’Assessore alla Cultura del Comune di Lucca che ha prodotto il libro “E la vita cambiò. Il ’68 a Lucca” a cura della casa editrice Carmignani.

Da stasera, lunedì 8 e fino al 19 ottobre, un ventaglio di proposte per scoprire oppure riscoprire questo momento storico a Lucca e cosa ha significato per la città.

“Senza cadere nelle tentazioni nostalgiche, - spiega Virginio Bertini - in quegli anni ferveva un profondo desiderio di cambiare il mondo, gli stili di vita, i rapporti sociali a cominciare dalla famiglia, il modo di far musica, cinema, pittura e ogni forma di arte in genere. A Lucca, l’attore protagonista alle contestazioni fu il movimento studentesco lucchese che dal 68 fino al 70 vide la partecipazione di migliaia di studenti a scioperi, occupazioni, cortei, assemblee, a dibattiti ed iniziative di lotta che quasi ogni giorno si realizzavano negli istituti scolastici delle scuole medie superiori, nelle strade e nelle piazze di Lucca.”

Un vento di libertà e di giustizia che travalicò ogni confine.

Il nutrito calendario delle iniziative parte proprio questa sera alle ore 21, con la proiezione del film “Fragole e sangue” presso il complesso San Micheletto.

Il 10 ottobre l’inaugurazione della mostra presso il centro culturale Agorà, presenterà una ricostruzione storica attraverso foto e soprattutto volantini dell’epoca. L’evento sarà visibile fino al 16 ottobre.

Il terzo appuntamento, sabato 13 ottobre sarà dedicato alla presentazione del libro “E la vita cambiò. Il ’68 a Lucca”, nel quale interverranno l’Assessore alla Cultura Stefano Ragghianti, Adriana Dadà storica dell’Università di Firenze, Matteo Nacci storico del diritto, Pontificia Università Lateranense, Micol Carmignani editrice. Nel pomeriggio il professor Alfonso Maurizio Iacono, filosofo dell’Università di Pisa introdurrà il tema “Il ’68 oggi”.

Si prosegue lunedì 15 ottobre, ancora con la proiezione di un altro film “Qualcosa nell’aria” e si concludono i lavori, venerdì 19 ottobre, alle ore 18, al Foro Boario con lo spettacolo dal titolo ’68 Mon Amour.

“Volevamo fare un lavoro collettivo, un discorso di ricostruzione storica – spiega ancora Bertini – così com’era stato collettivo quel movimento formato da persone con culture diverse e lontane. Desideravamo scendere nel dettaglio mettendo insieme vari pezzi e quindi abbiamo chiesto a chi l’ha vissuto di scrivere una parte di quello che hanno visto. In questo modo abbiamo raccolte 22 testimonianze raggruppate nel libro. Oltre a questo Andrea Polcri e Anna Maria Siccardi hanno fatto un lavoro eccezionale mettendo a disposizione un archivio di documenti nel quale sono stati trovati più di 200 volantini del periodo.”

“A Lucca i movimenti di lotta hanno avuto una piccola specificità – ribadisce Virginio Monti – rispetto ad altre città come Pisa. Noi siamo stati diversi dagli altri anche da questo punto di vista.”

“Pensavo che ci volesse un momento sul ’68. – Sottolinea l’assessore Ragghianti – Lucca, città non universitaria, fatta di scuole medie e superiori ha vissuto questo periodo in maniera diversa rispetto alle grandi città e a Pisa stessa. Una Lucca diversa e con una sua specificità su tutte le cose, qualche volta positiva qualche volta no. Nessuna celebrazione anzi una lettura critica di alcuni aspetti. C’è stato un collegamento fra quelli anni e gli anni ’70. E’ stato un sogno, un incubo, un miraggio, un abbaglio oppure tutte queste cose messe insieme. Penso che questi eventi siano importanti per tutti anche per i giovani. Mi auguro che la città capisca questo spirito.”


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


Orti di Elisa


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in L'evento


lunedì, 18 febbraio 2019, 00:01

Buon compleanno Cristina!

Il 18 febbraio è un giorno speciale per Cristina Pardini: compie 9 anni. Mamma Fabiana, babbo Nicola, il fratellino Alessio, Loto, Miao Miao, nonna Luigia, nonna Maddalena, nonno Cesare, gli zii, i cugini e tutti gli amici augurano a Cristina tanta felicità


domenica, 17 febbraio 2019, 00:01

Giovanni e Carmelina, cinquant'anni insieme

Oggi Giovanni e Carmelina di Chimenti, frazione di Altopascio, festeggiano le nozze d'oro. Tanti tanti auguri dai figli Michele, Elisa a Davide


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 9 febbraio 2019, 18:18

I campioni del ciclismo all'Audi Center Terigi

"Un piccolo evento per qualche cliente appassionato di ciclismo". Così Alessandro Terigi ha definito l'iniziativa con i campioni di ciclismo Paolo Bettini e Michele Bartoli che si è tenuta stamani presso l'Audi Center Terigi a San Concordio. Terigi è inoltre egli stesso un appassionato delle due ruote


sabato, 9 febbraio 2019, 13:37

Isi Barga, la tragedia delle foibe spiegata ai ragazzi

Un incontro intenso quello di stamani (9 febbraio) presso l’aula magna dell’ISI Barga, dove il professor Andrea Giannasi ha parlato ai ragazzi in sala della tragedia delle foibe, fin dalle sue origini più profonde a fine 1700, in occasione del “Giorno del Ricordo”


sabato, 9 febbraio 2019, 08:45

“Italia addio, non tornerò”, presentazione alla Camera dei Deputati

Il docufilm, a cura della giornalista Barbara Pavarotti, prodotto dalla “Fondazione Cresci per la storia dell’emigrazione italiana” di Lucca, verrà presentato ufficialmente alla Camera dei Deputati, in sala Nilde Iotti, martedì 12 febbraio, con ingresso alle 14 (necessario accreditamento)


venerdì, 8 febbraio 2019, 15:04

La prefettura celebra il giorno del ricordo all’istituto “Lorenzo Nottolini”

Si è svolta nella mattinata di oggi all’istituto “Lorenzo Nottolini” di Lucca, la celebrazione del “Giorno del Ricordo”, istituito nel 2004 per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra...