Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'evento

“Italia addio, non tornerò”, presentazione alla Camera dei Deputati

sabato, 9 febbraio 2019, 08:45

“Italia addio, non tornerò” è un docufilm di 50 minuti, un’ ampia raccolta video di testimonianze dei nostri giovani emigrati raccolte in tre continenti, in base a un campione di 350 mila persone contattate tramite i social. 30 testimonianze di ragazzi italiani all’estero in cerca di migliori opportunità di lavoro e di vita.

Il docufilm, a cura della giornalista Barbara Pavarotti, prodotto dalla “Fondazione Cresci per la storia dell’emigrazione italiana” di Lucca, verrà presentato ufficialmente alla Camera dei Deputati, in sala Nilde Iotti, martedì 12 febbraio, con ingresso alle 14 (necessario accreditamento).

L’idea del progetto è nata leggendo gli impressionanti dati sull’emigrazione giovanile. Molti giovani, anche figli di conoscenti e di amici, sono emigrati all’estero perché l’Italia non è grado di offrire un lavoro all’altezza degli studi compiuti.

Con il sostegno della Regione Toscana e della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca  il progetto documenta il fenomeno e restituisce, con le testimonianze dei giovani, un mosaico delle esperienze fatte all’estero, con problematicità ed opportunità. Una specie di vademecum per riflettere prima di affrontare scelte decisive per la propria esistenza.

Per individuare i giovani, emigrati in tre continenti, la Fondazione Cresci ha contattato 70 Gruppi Facebook di Italiani nel mondo ed è entrata in contatto con circa 350 mila persone. Il fenomeno via web è stato virale, e nel coso dei lavori, una grande moltitudine di gruppi, blogger, associazioni di giovani italiani all’estero.

Il criterio di scelta, fra le numerose richieste si è basato sulle mete preferite: in Europa, Londra, Monaco ma anche la Spagna; negli Usa, New York e Los Angeles, l’Europa dell’Est con Tallinn, città all’avanguardia nell’informatica; Melbourne per l’Australia.

A Tallinn, con una grande sorpresa è stata intervistata Irene Cresci, fiorentina ma di orginii garfagnine che là lavora come senior manager di una società di marketing., figlia di Paolo Cresci, lo studioso di storia dell’emigrazione che ha creato l’archivio della Fondazione.  Dei giovani intervistati interessanti le testimonianze dei giovani lucchesi:

Filippo Baglini, nativo di Pietrasanta. Laureato in Fisica a Pisa, lascia il CERN di Ginevra, per realizzare a Londra il suo sogno: aprire una radio. London One Radio è ora una radio molto conosciuta e in questi giorni è stata accreditata presso il Festival di Sanremo.

Stefano Nicoli, di Lucca ora vive stabilmente a Barcellona, dove svolge la professione di filmaker.

Gino Gialdini,  di Lucca, neurologo, è stato intervistato a New York, dove ha vissuto per un lungo periodo per la sua specializzazione post laurea.

Dal progetto, nato da un’idea di Marinella Mazzanti che ha creato la rete di contatti, sono risultate diverse decine di ore di filmati che arricchiranno l’archivio della Fondazione Cresci e che sono visibili sul sito: http://www.museoemigrazioneitaliana.org/i-giovani-si-raccontano-2/ .

Per l’attualità del tema e consentirne una più ampia diffusione, è stato realizzato un docufilm curato dalla giornalista Barbara Pavarotti. Il tema, contagioso, per l’interesse e l’attualità, ha affascinato il cantautore Massimo Priviero cheha messo a disposizione le musiche del suo ultimo cd All’Italia, il videoclip.

La Fondazione Paolo Cresci per la storia dell’emigrazione italiana, che promuove la conoscenza dell’emigrazione dall’800 ai giorni nostri – e che da quasi 20 anni costituisce il più importante archivio italiano in materia - non poteva non approfondire questo autentico dramma italiano che si sta consumando negli ultimi anni: l’esodo dei nostri giovani all’estero, in cerca di lavoro e di un futuro che non trovano in patria. C’è un unico filo che lega le grandi migrazioni di ieri a quelle di oggi ed è per tutti la ricerca di una vita migliore.

Interverranno:

-           L’onorevole Massimo Ungaro, circoscrizione Europa. Ha presentato una proposta di legge per il controesodo, con specifiche e nuove agevolazioni fiscali per il rientro dall’estero dei lavoratori italiani.

-          Il segretario Pd on. Maurizio Martina.

-          La senatrice Laura Garavini circoscrizione estera Europa

-          Gli onorevoli Angela Schirò circoscrizione estera Europa, Nicola Carè circoscrizione estera Australia,

-          Il presidente e il direttore della Fondazione Paolo Cresci, Alessandro Bianchini e Pietro Luigi Biagioni,  .

-          L’autore della colonna sonora del docufilm, Massimo Priviero, l’unico musicista che in Italia si dedica alla nuova emigrazione italiana.

-          Saranno presenti a Roma le grandi agenzie di informazione per gli italiani all’estero:

-          Aise, direttore Giuseppe Della Noce;

-          NoveColonne, direttore Paolo Pagliaro (intervengono Isabella Liberatori, direttrice 9Colonne Atg – notiziario  dedicato agli italiani nel mondo - e Giovanna Lasalvia) ;

-          Italiannetwork, viene la direttrice Maria Ferrante.

-          Le due grandi organizzazioni che ogni anno fanno rapporti sugli italiani nel mondo:  Idos e Migrantes.

-          I giornalisti che a livello mediatico sono più impegnati su questo tema a partire dalla : lacuratricedellarubricadelFattoquotidiano“Cervelliinfuga”, EleonoraBianchini. Il Fatto è stata la prima testata che 10 anni fa ha iniziato a parlare degli expat.

-          Le “Mammedeicervelliinfuga”, associazione nata da poco e che porterà la propria testimonianza di genitori degli expat.

-          Rai Italia

-          News Mediaset

-          Ansa

-          Mediavideo e Televideo daranno la notizia

-          “Stasera Italia”, Rete4, ha annunciato l’evento giovedì 7 febbraio.

Una testimonianza inviataci dalla madre – che parteciperà alla presentazione- di una giovane trasferita in America.

Certamente, sarei felice di portare l’esperienza mia (come genitore) e di Chiara, sperando possa essere utile.

Vorrei dire che non sempre l’emigrazione è una scelta voluta e ragionata: mia figlia aveva solo intenzione di imparare bene l’Inglese, di fare una breve esperienza in un altro paese (era d’estate, stava ancora studiando). Mi ha colpito moltissimo la progressione della sua carriera lavorativa, cosa inimmaginabile in Italia! Iniziata come barista in un pub, un lavoretto nei fine settimana per avere qualche soldino in tasca, è progredita dopo la laurea fino alla posizione di “You Tube Channel Manager” alla Warner Brothers, passando per due-tre impieghi che hanno arricchito il suo CV. Non aveva nessuna intenzione di rimanere fuori Italia, ma ad un certo punto non ha avuto dubbi, soprattutto di fronte alla situazione di amici e compagni di studio che erano rimasti qui in Italia: questi ragazzi, dopo anni dalla laurea, ancora “si arrangiano”, come si dice qui, vivendo con i genitori e senza nessuna prospettiva di autonomia.

Ma più che i singoli esempi, che pur valgono come testimonianza diretta, va puntato il dito sulla mancanza assoluta di opportunità, che impedisce a questi ragazzi di tornare e di offrire al loro Paese le loro capacità: mia figlia tornerebbe volentieri in Italia, perché ama il suo Paese, le piacerebbe vivere qui (anche in un’altra città, lontano da casa, nessuna traccia di  “mammismo”). Il suo CV, inviato a destra e a manca,  le ha fruttato finora solo un’ offerta di uno stage non pagato in una società di Milano, senza nessuna garanzia di assunzione futura. Mi ha raccontato del sincero stupore dell’intervistatore, che era trasecolato nel ricevere la sua application. Della serie “ma chi te lo fa fare?”…..

Bisogna incentivare le politiche del lavoro: qui da noi il costo del lavoro è altissimo, non c’è nessun interesse ad investire sui giovani. A parole forse si, nei fatti non vedo grandi iniziative.

Ma non voglio ispirare pessimismo, anzi. Spero che iniziative come questa siano di spinta al cambiamento!

Grazie, a presto

Simonetta

Video “Italia addio, non tornerò”, presentazione alla Camera dei Deputati


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


Orti di Elisa


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in L'evento


mercoledì, 19 giugno 2019, 15:55

Alla Pieve di San Giovanni Battista di Arliano sabato una serata gospel e swing con il concerto di Freedom Singer Gospel Choir

Il coro Freedom Singers Gospel Choir è nato nel 2013, ha suonato in piazze italiane, vie, scuole e chiese di Lucca. E’ diretto da Serena Suffredini e si giova inoltre della preziosa collaborazione del pianista Giovanni Vitali


mercoledì, 19 giugno 2019, 14:12

A Lucca la prima edizione di SDE, il Salone dell'Edilizia

Una nuova manifestazione che si elenca alle tante già esistenti per la città di Lucca, è stata presentata questa mattina, presso la sala rossa di Palazzo Orsetti. SDE, il Salone dell'Edilizia, che si terrà al Polo Fiere di Sorbano del Giudice il 6, 7 e 8 marzo 2020 e tratterà...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 18 giugno 2019, 14:41

Successo per "Con un gelato regali un sorriso" di Fondazione ANT Italia Onlus

Soddisfazione da parte della delegazione Massa-Carrara Lucca della Fondazione Ant Italia Onlus per la riuscita dell'iniziativa regionale "Con un gelato regali un sorriso", la giornata a favore del progetto “Bimbi in Ant” a cui hanno aderito diverse gelaterie nel nostro territorio


lunedì, 17 giugno 2019, 18:55

In Capannina ritratto di famiglia in un interno

Splendida serata quella trascorsa alla Capannina di Forte dei Marmi da buona parte dei colleghi delle Gazzette: menu di pesce da leccarsi i baffi, prosecco e vermentino a volontà


lunedì, 17 giugno 2019, 18:03

Peregrinatio - Pellegrini e ospitalità nel medioevo, successo per la conferenza di sabato

E’ stata un grande successo la conferenza di sabato 15 giugno “Peregrinatio - Pellegrini e ospitalità nel medioevo”, promossa dalla Compagnia Balestrieri Lucca e tenutasi presso la loro sede, la casermetta del Baluardo San Pietro sulle Mura Urbane


sabato, 15 giugno 2019, 11:22

Aurelio Barattini Cavaliere al Merito della Repubblica

Si è svolta ieri (14 giugno) alle 11, presso il Palazzo Valentini (sede della prefettura di Roma), la consegna delle Onoreficenze al Merito della Repubbica Italiana. E’ stato insignito con il titolo di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana il signor Aurelio Barattini, chef e propietario presso Antica Locanda di...