Anno 7°

venerdì, 3 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'evento

l giovedì del Twiga sono firmati Umberto Smaila

venerdì, 9 agosto 2019, 12:19

di chiara bernardini

Il silenzio del dopocena interrotto dalle note di un Vasco Rossi d'annata cantate da Rudy Smaila. Così è cominciata la serata di ieri al Twiga, prima melodica e poi frizzante: fino a un "Ti amo" di Umberto Tozzi in cui alla voce di Rudy si è unita quella del padre Umberto. I giovedì di agosto a Marina di Pietrasanta si colorano di brio, coinvolgimento ed emozione.

"Sono ormai quattro anni che organizziamo questi appuntamenti settimanali ed è un orgoglio per me poter tornare qui al Twiga ogni estate" - racconta Umberto Smaila poco prima dello spettacolo. Esatto, uno spettacolo in piena regola: in nessun altro modo si può definire una persona che riesce a far cantare, divertire e - se necessario - commuovere un'intera sala. Uno showman a tutti gli effetti che nel cuore porterà sempre con sé il ricordo degli anni d'oro versiliesi, ma che non esita a guardare al futuro con ottimismo: "Negli anni ho visto il mondo cambiare, non solo il mio mestiere. Sono cambiate le abitudini, si sono modificati gli stili di vita e noi ci siamo adeguati - continua a spiegare con un pizzico di nostalgia - Oggi lo showman è colui che accompagna le persone dal dopocena all'inizio della serata, quella che poi va avanti fino all'alba. Cerco di coinvolgere il pubblico facendolo cantare e divertire. Deve esserci interazione, altrimenti non funziona. Sono consapevole di aver vissuto gli anni più belli dello spettacolo e della Versilia, certo: nel 1978, ad esempio ho preso parte insieme al mio gruppo storico, I Gatti di Vicolo Miracoli, all'ultimo concerto di Mina a Bussoladomani. È stata un'emozione incredibile e irripetibile, ovviamente. I tempi, però, cambiano e noi con loro".

Delle situazioni che si trasformano e paradossalmente restano sempre le stesse ne è la dimostrazione suo figlio. Anche lui showman, con il padre forma una squadra fortissima: "Rudy ha deciso di seguire le mie orme: è stato un percorso graduale e sono orgogliosissimo di lui, ma lo sarei stato in ogni caso naturalmente. Lavoriamo spesso insieme, anche se ormai è bravissimo a volare da solo..."Tra canzoni in memoria dei Settanta e degli Ottanta, aneddoti, chiacchiere ed allegria, Umberto ha coinvolto l'intera sala del Twiga facendo ballare e divertire fino a poco prima dell'una. Sarebbe potuto andare avanti tutta la notte, d'altronde la sua filosofia di vita l'ha espressa lui stesso in tempi non sospetti in uno dei programmi televisivi di maggior successo all'epoca, Colpo Grosso: "Un uomo può avere due volte vent'anni senza mai averne quaranta".

Una frase presa in prestito, fatta sua e portata avanti senza nemmeno rendersene conto per tutta la sua carriera. Così è stato: come un bambino al parco giochi o - giustappunto - un diciottenne in discoteca. Girando tra i tavoli era evidente quanto si sentisse a casa, nel suo porto sicuro. Ognuno ha il suo, quello di Umberto è lo spettacolo. Una carriera importante alle spalle e grandi progetti futuri, con un unico punto fermo: i suoi amici storici.

Quelli dei Gatti di Vicolo Miracoli, gli stessi con cui ha vissuto le migliori esperienze: "Non ci siamo mai persi di vista, i rapporti tra noi sono solidi, anche quelli professionali. Il 2 ottobre uscirà il nostro nuovo film 'Odissea nell'ospizio'. Una pellicola molto autobiografica, ma non voglio anticipare nient'altro: per scoprirlo dovrete vederlo" sorride. Passando dai grandi classici e arrivando ai tormentoni dichiara ufficialmente aperti i suoi giovedì al Twiga. Sotto un'aura poetica, la serata si conclude come è iniziata in attesa della prossima prevista per Ferragosto. Saluta tutti ricordando con una canzone come questi siano "I migliori anni della nostra vita", indipendentemente dalle vicissitudini, dall'età e dal luogo. Noi di fronte a queste parole non possiamo far altro che ascoltarlo e stringerci forte tenendo a mente che "Nessuna notte è infinita"...

Foto di Giacomo Mozzi

 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

toscano

auditerigi

Orti di Elisa

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in L'evento


venerdì, 3 luglio 2020, 08:52

Andrea Lanfri annuncia la sua prossima avventura: un tour estivo

Un tour tutto italiano con obiettivo la scalata di alcune delle vette più famose della nostra penisola. E' questo il nuovo progetto estivo di Andrea e Massimo. Un'occasione per promuovere le bellezze delle nostre montagne più alte e abbattere ogni barriera fisica e mentale


giovedì, 2 luglio 2020, 16:54

Una minicar come una Supercar? E' possibile da Suncar Piano di Mommio

Il settore delle Minicar è un mondo in continua crescita. Maneggevoli, affidabili, dai consumi e dai costi ridotti, offrono comunque tutte le comodità di una autovettura pur potendole guidare dai 14 anni in su con il semplice patentino da ciclomotore


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 30 giugno 2020, 18:20

Sogni di una notte di mezza estate

Cosa ci fanno a tavola insieme due napoletani, un labronico di scoglio, un lucchese made in Argentina e due 'oriundi' da Cerasomma?


lunedì, 29 giugno 2020, 18:19

Pistoia: inaugurato il giardino Oriana Fallaci

Oriana Fallaci ha, da oggi, uno spazio dedicato anche a Pistoia. Si è svolta stamane l'inaugurazione del giardino che prende il nome della nota giornalista e scrittrice


domenica, 28 giugno 2020, 16:53

Champagne protagonista alla Locanda dell’Angelo

Grande successo per la serata organizzata da Vito Cipolla nel suo locale nel centro di Lucca, L’Antica Locanda dell’Angelo, con una cena a base di champagne di grandi cantine francesi e un menu dal sapore mediterraneo, grazie alla tradizione del pesce fresco. Photogallery


domenica, 28 giugno 2020, 05:40

Congratulations Cecilia

Una bella giornata per Cecilia Trysy, quasi 19 anni compiuti, che ha conseguito la maturità scientifica al liceo Vallisneri