Anno 7°

venerdì, 15 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

L'evento

Anna Vagli a Giallo Criminale: "Le prove per la colpevolezza di Bossetti ci sono"

sabato, 26 ottobre 2019, 14:27

di chiara bernardini

Bossetti colpevole. Bossetti innocente. Il confronto tra chi sostiene la prima e chi la seconda continua a essere aperto, acceso e non intende fermarsi. Questa volta è toccato a Giallo Criminale ospitare gli esperti in questione.

Ieri sera record di ascolti per la puntata "Bossetti è innocente?": ha toccato numeri di condivisione altissimi ed è stato trasmesso sul canale in diretta da Dì Tv. Vuoi per l'argomento, vuoi per la presenza di persone preparate, vuoi per il conduttore Davide Cannella - già conosciuto dal pubblico per l'accurata ricostruzione e analisi del caso sul "mostro di Firenze".

Parole forti, importanti e al tempo stesso delicate. Sì, perché per riuscire a discutere di un tema simile questo serve: conoscenza, preparazione e la capacità di sapersi confrontare. Il giudice di cassazione Gennaro Francione, il biologo forense Eugenio D'Orio e la criminologa Anna Vagli sono stati in grado di farlo tenendo incollato allo schermo un gran numero di spettatori. "La condanna all'ergastolo per il solo DNA è pura follia", termini tutt'altro che delicati quelli utilizzati dal giudice Francione a sostegno dell'innocenza di Bossetti.

"Il processo è nullo - continua - Non basta un solo elemento per dimostrare la colpevolezza, anzi, il DNA in questo caso dovrebbe essere considerato esclusivamente come un indizio. Nulla più". Un aspetto che potrebbe essere anche preso per vero, se non fosse che "ci sono tanti altri elementi a sostegno della colpevolezza di Bossetti", interviene così la dottoressa Anna Vagli. Dopo aver studiato passo passo l'incartamento processuale la sua teoria è chiara: "Bossetti è colpevole, non potrebbe essere altrimenti".

Dietro un'affermazione così importante ci sono mesi e mesi di studio e accurate analisi: "Intanto - continua Vagli - la presenza di particelle di calce in prossimità della ferita e sull'arma è considerata per forza di cose una prova. Ci sono poi ulteriori elementi che ne dimostrano la colpevolezza: uno di questi riguarda le ricerche su internet di ragazzine che possedevano tutte le caratteristiche di Yara. O ancora, le lettere che scriveva appena entrato in carcere. Le parole utilizzate non lasciavano niente al caso nei confronti di una detenuta che, guarda un po', anche lei aveva gli stessi caratteri distintivi". Sono stati tanti gli argomenti di dibattito in trasmissione, i punti di vista toccati e le discussioni accese, ognuno a sostegno della propria teoria. Nel marasma dei pro e contro radicali c'è anche chi è riuscito a fare da cuscinetto in una situazione tutt'altro che comoda. Il biologo Eugenio D'Orio infatti è intervenuto in maniera chiara, precisa e professionale, affermando di essere mediamente d'accordo con entrambe le parti. "Il DNA rinvenuto appartiene pacificamente a Bossetti, è vero. Sarebbe stata necessaria, però, anche una contestualità scientifica della traccia come valore di prova".

Un confronto senza fine, un dibattito che difficilmente - almeno per ora - riuscirà a concludersi. Bossetti colpevole. Bossetti innocente. Ciò che è certo è che al momento è condannato. 


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini


brico


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


Orti di Elisa


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in L'evento


brico


martedì, 12 novembre 2019, 13:51

La guerra rap di Leonardo Cinquini

Dopo “Fino all’alba” Leonardo, che ha scelto LENOX come nome d’arte, ha pubblicato “Dietro la maschera” ed oggi ci presenta “La mia guerra”


lunedì, 11 novembre 2019, 18:12

Un successo la celebrazione dei 70 anni di Confartigianato Lucca al Teatro del Giglio

E' stata una celebrazione molto emozionante quella che è andata in scena al Teatro del Giglio domenica 10 novembre


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 11 novembre 2019, 13:50

"Mister Wonderland" di Valerio Ciriaci vince il Premio alla Distribuzione "Il Cinemino"

La straordinaria storia di Sylvester Z. Poli emigrato dall'Italia (da Coreglia, paese vicino Lucca) in America alla fine del XIX secolo, e diventato il più grande proprietario di sale cinematografiche del suo tempo. Il film è stato girato tra Lucca e USA


lunedì, 11 novembre 2019, 09:05

Il Machiavelli festeggia… 200 anni!

Si è conclusa il 9 novembre la tre giorni organizzata dal Liceo Classico “N. Machiavelli” dedicata al Bicentenario del Ducato di Maria Luisa di Borbone e in particolare, appunto, del Liceo Reale Universitario


lunedì, 11 novembre 2019, 09:02

Una storia d'amore e di ballo: due giovani lucchesi al campionato del mondo di Danza Standard

Legati nell'amore e nella passione per il ballo. Ecco la storia di una giovane coppia che parteciperà, tra poche settimane, ai campionati del mondo di danza


sabato, 9 novembre 2019, 09:40

Festa di San Martino al Bar Micheli con "Il Necciaro" della Valle del Serchio

Domenica, presso il Bar Micheli a Piaggione Lucca, sulla via del Brennero nord 4125, si svolgerà la festa di San Martino; in occasione del vino nuovo 2019, verranno preparati necci con ricotta di pecora e mucca, frittelle di neccio castagnaccio, i necci che cui verranno preparati al momento da Il...