Anno 7°

martedì, 7 aprile 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

A Massa i lupi, a Lucca i cinghiali: emergenza fauna selvatica. Marchetti (FI): «Due versanti della stessa montagna di incapacità Pd»

mercoledì, 9 ottobre 2019, 15:16

«A Massa è emergenza lupi, a Lucca è emergenza cinghiali: sono due versanti di una stessa montagna, quella dell'incapacità del Pd regionale nel gestire la fauna selvatica. Motivo? Compiacere attraverso la sostanziale inerzia i preconcetti veteroambientalisti. Questo il risultato: territori devastati, greggi e mandrie predati, persone malsicure mentre sono alla guida perfino in arterie stradali apparentemente distanti dal problema, visto che proprio ieri sulla Firenze-Pisa-Livorno due furgoni sono rimasti coinvolti in un sinistro con 7 cinghiali. E adesso attenzione: l'emergenza di oggi sui cinghiali a Bagni di Lucca non tarderà a trasformarsi nell'emergenza lupi che sempre oggi lamenta Massa. Questi predatori inseguiranno il loro alimento privilegiato: i selvatici, ungulati e cinghiali in primis. Senza gestione, la natura fa il suo mestiere. E la Regione Toscana ha abdicato dal governo della fauna selvatica. E' una responsabilità politica grave e conclamata». La riflessione arriva dal Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti, non nuovo al richiamare la giunta regionale toscana ai suoi doveri circa la gestione della materia, a partire dalla definizione del Piano faunistico venatorio.

«Gli allarmi che si levano oggi sono la conseguenza di un lasciar andare che la Regione ha praticato da un lato riguardo agli ungulati, con piani di contenimento insufficienti e inefficaci prodotti quasi per mimare un'iniziativa che in effetti poi non c'è – sottolinea Marchetti – dall'altro riguardo agli ibridi lupo-cane, che sono a tutti gli effetti trattabili alla stregua dei cani randagi e dunque catturabili e sterilizzabili. Sono loro, spesso, responsabili delle razzie presso i nostri allevatori. Se il lupo è specie protetta, loro no: un'adeguata azione anti-randagismo risulterebbe già da sola efficace al contenimento del danno».

Il punto vulnerabile, ad avviso di Marchetti, sono piuttosto gli ungulati: «Vigneti, orti, colture. Nulla resiste al loro appetito. Ma la colpa non è degli animali, bensì degli uomini che non hanno saputo gestire il fenomeno. La Regione ha lasciato che gli ungulati proliferassero a dismisura sul territorio toscano. I piani di abbattimento sono giunti tardivi, e questi animali sono in flagrante sovrannumero rispetto alle capacità dei nostri territori boschivi di nutrirli. Così, gli esemplari di cinghiali, caprioli, daini e altri ungulati sempre più di frequente si spingono nelle aree antropizzate dove trovano cibo facile per loro e per i loro cuccioli. In questa attività, però, sono inseguiti dai loro predatori naturali, lupo in primis. La dieta naturale del lupo è a base di ungulati. In Toscana come altrove, il lupo è stato reintrodotto in habitat boschivo anche allo scopo di contenere la presenza di ungulati, è banale catena alimentare, solo che ormai la situazione era già fuori controllo».

Che fare? «La Regione annaspa, pare affetta – analizza Marchetti – da una specie di sindrome di Munchausen per procura: ha fatto ammalare di fauna selvatica la Toscana e oggi si lacera le vesti dinanzi ad agricoltori e allevatori che però poi indennizza col contagocce rimanendo avara di sostegni alle misure di difesa passiva preventive. Il tutto senza mai produrre le pianificazioni di sua spettanza. Una farsa che ha da finire, noi speriamo con le elezioni regionali del 2020 che ci prepariamo a vincere, perché il Pd finora e per anni ha preso in giro interi territori. Il risultato è sotto gli occhi di tutti».


toscano

tambellini

bionatura2

mac

gesamgaseluce

fagnigroup

celsius

panda 2017

biscotteria santa zita

tuscania

Pausa caffe

free spin


Altre notizie brevi


topop


martedì, 7 aprile 2020, 18:07

Coronavirus, i Consorzi di Bonifica in Toscana colgono la sfida di continuare a presidiare il territorio e garantire i servizi essenziali

"In questi momenti così drammatici l'organizzazione del lavoro rappresenta una delle chiavi per la ripartenza del nostro Paese e proprio in ottica di organizzazione del lavoro e di modernità i Consorzi toscani hanno deciso di percorrere la strada del confronto e della partecipazione sottoscrivendo con le OO.SS.


martedì, 7 aprile 2020, 15:48

Emergenza Covid-19, Nocentini: "La priorità assoluta è la salute di lavoratori e cittadini, per questo serve fin da ora una profonda riflessione per gestire la ripartenza"

"Quello che ci occorre adesso è evitare pericolose fughe in avanti. Il rischio per i lavoratori e per le fasce fragili dei cittadini (anziani, disabili, con patologie pregresse) è troppo alto e non possiamo permetterci di giocare sulla pelle delle persone.


monica


martedì, 7 aprile 2020, 15:36

Zappia (Lega): "Capannori, cosa ha fatto fino ad ora l'amministrazione?"

Il consigliere comunale della Lega Salvini premier di Capannori, Bruno Zappia, interviene polemicamente sull'arrivo delle tanto attese mascherine."Finalmente sono arrivate le tante attese mascherine - afferma -, siamo stati l'ultimo comune che distribuisce le mascherine gratis (questo ritardo è derivato dal fatto che le richieste sono arrivate dall'opposizione?).


martedì, 7 aprile 2020, 14:28

Test sierologici rapidi, da domani oltre 90.000 in distribuzione alle aziende sanitarie

Da domani, mercoledì 8 aprile, i primi 91.889 del totale dei test sierologici (140.000) acquistati da Estar, l'Ente di supporto tecnico amministrativo regionale, che fa gli acquisti per tutta la Regione, saranno distribuiti alle aziende sanitarie, così come previsto dall'ordinanza del presidente Rossi dello scorso 3 aprile.


digitalizzazione


martedì, 7 aprile 2020, 13:02

Montemagni: "Lucca, test sierologici vietati alle strutture privati"

"Per fare i test sierologici a tappeto a tutti gli operatori sanitari - afferma Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega - occorrerà, giocoforza, parecchio tempo e quindi, sinceramente, non capiamo l'avversione da parte della Regione Toscana nei confronti degli istituti privati che, gratuitamente, come nel caso di una...


lunedì, 6 aprile 2020, 20:33

"Coronavirus, cosa fare a chi non rispetta le regole? Bloccarli senza se e senza ma"

Riceviamo e pubblichiamo questa breve considerazione di Gabriele Martinelli, cittadino di Lucca: "Leggo che in molte città italiane c'è tanta gente in giro ! 20mila persone denunciare nel fine settimana. E stanno arrivando le feste pasquali.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 6 aprile 2020, 18:03

"Campo di Marte": nuove disposizioni per garantire la sicurezza di cittadini ed operatori

L’Azienda USL Toscana nord ovest comunica che da oggi (lunedì 6 aprile 2020) nella Cittadella della Salute “Campo di Marte” le ambulanze, i mezzi attrezzati e le auto delle associazioni di volontariato che trasportano pazienti o materiale ai padiglioni C e O devono attenersi a nuove disposizioni legate alla separazione...


lunedì, 6 aprile 2020, 16:23

"Pasqua a casa tua" a Capannori: 27 i ristoranti e le attività che effettuano consegne a domicilio durante questa festa

Sta riscuotendo consensi l'iniziativa "Pasqua a casa tua" lanciata dall'amministrazione Menesini in collaborazione con le associazioni di categoria e i centri commerciali naturali. Sono già 27 le attività del territorio, come ristoranti, pasticcerie e aziende agricole, che hanno comunicato che a Pasqua, Pasquetta o a cavallo di questa festività consegneranno...


Omnia-Sport


lunedì, 6 aprile 2020, 15:42

Montemagni (Lega): "Rendere gratuita visione dei programmi televisivi al San Luca per malati Covid"

"Pensiamo - afferma Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega - che ai ricoverati meno gravi, cioè quelli non intubati, affetti dal Coronavirus, attualmente degenti all'ospedale San Luca di Lucca, sarebbe un gesto umanamente apprezzabile poter rendere gratuita la visione dei programmi televisivi." "Far pagare una sorta di tassa...


lunedì, 6 aprile 2020, 15:37

Acque SpA: interruzione idrica programmata nel comune di Altopascio

Acque SpA comunica che per consentire il collegamento di una nuova condotta alla rete acquedottistica nel comune di Altopascio, giovedì 9 aprile, dalle ore 8.30 alle 12, si renderà necessario interrompere l’erogazione idrica in via della Libertà.


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px