Anno 7°

martedì, 20 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Piana

Tempio crematorio nella Piana lucchese? Marchetti (FI) frena

giovedì, 14 giugno 2018, 15:32

«La domanda di cremazione delle salme aumenta ed è chiaro che l’offerta tenda a volersi allineare. Ma non in ordine sparso, con un fai-da-te che rischia di generare confusione e sovrapposizioni per colpa delle inadempienze della Regione che non ha mai portato a compimento la stesura del Piano regionale di coordinamento previsto per gli impianti crematori con legge nazionale addirittura del 2001»: la frenata arriva dal Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che tira le briglie rispetto al fiorire di progetti di forno in molte parti della Toscana, compresa la Piana lucchese su cui i sindaci hanno aperto il dibattito con posizioni diversificate.

«Ciò che va evitato è che quello del caro estinto divenga un business del dolore. Perché da un lato ci sono le città dotate di impianti come Livorno, dove il sindaco del Movimento 5 Stelle Filippo Nogarin con la delibera 199 dello scorso aprile ha alzato la tariffa di cremazione da 15 a 100 euro per le salme in arrivo da fuori provincia. Dall’altro ci sono le legittime aspirazioni di un segmento industriale che punta a intercettare una domanda crescente con maggiore offerta di impianti».

Secondo Forza Italia in questo campo di gioco manca l’arbitro: «Certo», incalza Marchetti. «E la legge nazionale, in particolare la 130/2001 all’articolo 6 comma 1, il fischietto lo appende al collo delle Regioni. E’ ad esse che attribuisce il compito di elaborare Piani regionali di coordinamento per la realizzazione di crematori entro 6 mesi dalla sua entrata in vigore. Ripeto: si parla del 2001. La Regione Toscana non ha ancora ottemperato. Ebbene, già qualche settimana fa con una mozione ho chiesto che lo faccia entro il 2018, dal momento che il Piano è previsto all’articolo 6 della legge regionale 29/2004 in virtù delle modifiche apportate nel 2013 con legge regionale 66».

Secondo Marchetti l’ideale sarebbe «sospendere ogni iter autorizzativo fino alla realizzazione, da parte della Regione, del Piano regionale di coordinamento che però va steso in tempi brevissimi. Noi puntiamo a fine 2018». Anche perché: «I dati raccolti nel 2016, ultima rilevazione, dalla Servizi Funerari Pubblici Italiani (Sefit) parlano di un aumento di salme cremate dalle 9.931 del 2013 alle 10.376 dell’anno 2016. Il trend è dunque in crescita e attualmente proprio sulla Livorno che alza le tariffe si concentra la maggior parte dei cremati con 4.719 nel 2016, anche se la Toscana può contare anche su impianti ad Arezzo, Firenze e Bagno a Ripoli, Pistoia, Pisa e Siena. Prima di attivarne di nuovi è giusto ed opportuno avere una cornice di Piano che assicuri coerenza al settore anche in una eventuale prospettiva espansiva».


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Piana


lunedì, 19 novembre 2018, 19:53

Menesini in piena campagna elettorale e il centrodestra si fa le seghe: aridatece Giorgino

Elezioni amministrative nella primavera del 2019: l'attuale sindaco corre come un treno, le forze dell'opposizione dormono sonni profondi, qualcuno vorrebbe un clamoroso ritorno


lunedì, 19 novembre 2018, 16:26

Scomparsa di due imprenditori altopascesi, Roberto Tambellini e Danilo Panichi: il cordoglio dell'amministrazione comunale

Il sindaco di Altopascio, Sara D'Ambrosio, e l'intera amministrazione comunale esprimono cordoglio e dispiacere per la scomparsa di due imprenditori altopascesi, noti e affermati sul territorio: Roberto Tambellini, fondatore della Tambellini & C.


lunedì, 19 novembre 2018, 15:20

Villa Basilica, in arrivo 200mila dal Ministero dell'Interno per l'impianto di videosorveglianza

L'amministrazione ha individuato 14 punti strategici lungo tutto il territorio comunale nei quali andare ad aumentare il livello di controlli e garantire maggiore sicurezza a tutti i cittadini. Ne sono stati selezionati tre a Villa Basilica, due sull'Altopiano delle Pizzorne, e uno rispettivamente alla Rocca, Duomo, Guzzano, Botticino, Ponte a...


lunedì, 19 novembre 2018, 15:12

All'auditorium una selezione guidata di Bohème a cura del Circolo Alfredo Catalani

Proseguono gli appuntamenti annuali organizzati dal "Circolo Amici della musica Alfredo Catalani". Sabato 24 novembre (ore 21.15) all'Auditorium Vincenzo Da Massa Carrara di Porcari, si produce un nuovo frutto del progetto "L'opera in sessanta minuti", ideato e realizzato dallo stesso Circolo Catalani


lunedì, 19 novembre 2018, 14:04

A Vauro il premio Lucca Underground Festival 2018

Sala di Artè gremita di pubblico, sabato 17 novembre, per il gran finale di 'Lucca Underground Festival 2018' in occasione dell'incontro con Vauro Senesi, in arte Vauro, il vignettista satirico già ospite di trasmissioni televisive come 'Anno Zero' e 'Servizio Pubblico', al quale, durante l'incontro, è stato conferito il Premio...


lunedì, 19 novembre 2018, 12:29

Meno buche nelle strade grazie alla sigillatrice di crepe: a Capannori partita la sperimentazione

Via alla sperimentazione di una sigillatrice delle crepe stradali. Si tratta di un macchinario molto utilizzato nei Paesi del nord Europa, che in Toscana viene utilizzato per la prima volta a Capannori in collaborazione con una ditta del territorio