Anno 7°

sabato, 17 novembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Piana

Chiude il monastero delle carmelitane scalze a San Colombano

giovedì, 8 novembre 2018, 16:10

di Eliseo Biancalana

Il calo delle vocazioni religiose colpisce la diocesi di Lucca, portando alla soppressione di storiche realtà religiose. Con un messaggio pubblicato sul settimanale Lucca 7, le sorelle carmelitane scalze di San Colombano (Capannori) annunciano "con grande sofferenza" la chiusura del loro monastero. Le monache saranno quindi trasferite, mentre sembra che la villa sarà utilizzata per un'iniziativa di carattere sociale. 

La soppressione del monastero segue di pochi mesi l'emanazione del documento "Cor Orans", la nuova istruzione sulla vita contemplativa redatta dal Vaticano. In base alla nuova disciplina, se il numero di claustrali si riduce a 5, il monastero perde il diritto a eleggere una propria superiora. Se poi si trova in una situazione di crisi irreversibile, può pure essere soppresso. Al momento, nel monastero di San Colombano sono rimaste solo 3 monache, non più giovanissime. 

Le origini della comunità monastica risalgono addirittura al 1588 a Camaiore. Nel 1634, a seguito di una bolla di papa Urbano VIII, la congregazione fu eretta in monastero. Dopo alterne vicende storiche (che videro tra l'altro il monastero soppresso per ben due volte, nel 1806 per le leggi napoleoniche e poi nel 1866 dal nuovo governo dell'Italia unita), nel 1955 le monache dovettero lasciare la sede di Camaiore (a causa dei danni subiti dall'edificio durante la prima Guerra Mondiale e per la precarietà delle sue fondamenta) e si spostarono alla villa Trombi a San Colombano. 

Domenica 11 novembre, alle ore 15.30, l'arcivescovo Italo Castellani celebrerà la messa per la chiusura ufficiale.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


scopri la Q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Piana


sabato, 17 novembre 2018, 14:52

Al museo Athena martedì 20 inaugura la mostra sul popolo Tuareg del Niger

Si intitola "I Tuareg del Niger" la mostra che martedì 20 novembre alle 17 sarà inaugurata al museo Athena di Capannori. È promossa dal Comune di Capannori assieme all'Istituto storico lucchese sezione Auser Serchio e all'Associazione Lucca Tuareg nell'ambito della nona edizione della rassegna "Alla scoperta dell'Africa.


sabato, 17 novembre 2018, 12:52

Capannori celebra i 40 anni dal trasferimento della sede comunale

Sono trascorsi 40 anni da quando la sede del comune, che si trovava in piazza del Suffragio a Lucca, fu trasferita nella frazione capoluogo di Capannori. Quattro decenni in cui si è rafforzato il senso di identità e di appartenenza alla comunità.


sabato, 17 novembre 2018, 11:46

Fornaciari convoca in comune l’ad di Cromology

"Il comune di Porcari è pronto a monitorare da vicino la vicenda dei ventilati esuberi alla Cromology".. Lo assicura il sindaco Leonardo Fornaciari, che per il prossimo martedì (20 novembre) ha fissato un incontro in comune con l’amministratore delegato dell’azienda, alla presenza dell’assessora al lavoro Fabrizia Rimanti


sabato, 17 novembre 2018, 11:26

Spray al peperoncino contro violenza sulle donne. Il Pd: “La Lega fa solo propaganda”

Il Partito Democratico di Altopascio replica alle accuse della Lega e commenta l'iniziativa di allestire dei gazebo dove offrire spray al peperoncino contro la violenza sulle donne


sabato, 17 novembre 2018, 10:53

Esplode un colpo di pistola in un bar e travolge il rivale con l’auto: arrestato

Un cittadino italiano di anni 38 anni è stato arrestato nella notte dai carabinieri, a seguito di una lite per futili motivi avuta dallo stesso in un bar di Capannori con un giovane del posto. L'uomo, armato di pistola, avrebbe esploso un colpo all'interno del locale e, dopo una rocambolesca...


venerdì, 16 novembre 2018, 18:11

SLC – CGIL: “Cartiere Carrara, proseguono le iniziative di protesta e gli scioperi”

Fabio Graziani della SLC – CGIL Lucca interviene in merito ai primi scioperi, del 9 novembre e del 13 novembre dei lavoratori delle Cartiere Carrara dello stabilimento di Carraia, in risposta alla posizione assunta dall'azienda nella trattativa per il rinnovo del contratto aziendale