Anno 7°

mercoledì, 16 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Piana

Fantozzi a Torselli: "Raccolgo l’appello, incontriamoci. C’è molto lavoro da fare"

domenica, 13 gennaio 2019, 17:16

di cinzia guidetti

Dopo la risposta di Francesco Torselli alla lettera aperta del sindaco di Montecarlo, Vittorio Fantozzi, che lo invitata a unirsi a Fratelli d'Italia, quest'ultimo, attraverso La Gazzetta di Lucca chiede un incontro ufficiale al portavoce regionale, mettendo in chiaro i se ed i ma per accettare. 

Il portavoce regionale di Fratelli d'Italia Francesco Torselli, a seguito della sua lettera aperta, l'ha invitata a "mettersi in gioco" con loro. Che cosa gli risponde?

Sono ben felice della proposta di Torselli e gli chiedo, tramite La Gazzetta di Lucca, un incontro ufficiale per metterci all’opera insieme. A Montecarlo ho dato il mio contributo e se Torselli ritiene che io qui abbia fatto un ottimo lavoro, e possa fare la mia parte anche in un complesso al di fuori della dimensione in cui mi sono trovato fino ad oggi, ben venga; però bisogna capire quale indirizzo vogliamo darci nel medio termine a partire dalle amministrative ed europee, e in merito allo spazio politico che sta occupando la Lega e che intendiamo occupare noi. 

Quali sono le idee che vuole proporre a Torselli?

Sicuramente prima di tutto occorre valutare come concretizzare gli indirizzi nazionali che la Meloni sta esponendo, e cercare di ampliare il fronte dell'offerta politica di FdI in vista delle prossime europee, per costituire una forza in grado di essere alternativa, in una chiave di alleanza, con la Lega alla quale oggi vanno riconosciuti diversi successi, ma rispetto alla quale la destra è altra cosa. Come seconda cosa occorre rafforzarsi ad ogni livello, dal regionale al locale, soprattutto in Lucchesia dove devo essere critico - e l'ho già detto a chi di dovere, - l’azione politica di Fratelli d’Italia, fatti salvi alcuni singoli casi, risulta purtroppo irrilevante. occorre un netto cambio di passo rispetto ad una conduzione da sussistenza che riporti in modo adeguato, tra i lucchesi, il progetto politico del partito di Giorgia Meloni. Se le mie modeste, umilissime forze e capacità possono essere indirizzate a questo fine e  poste a servizio , così come sempre ho inteso la politica, di una comunità umana nella quale mi sono formato, servendo al tempo stesso quelle che sono le mie idee e principi di riferimento, ben venga raccogliere subito  l’appello di Francesco Torselli. 

Con Torselli vi conoscete da lungo tempo e c'è stima. Forse è anche naturale che abbia fatto la proposta a lei... 

Io e Torselli, assieme ad una intera generazione di amministratori toscani, ci conosciamo dalla metà degli anni '90. Ma io ho cominciato a respirare politica molto prima, a casa, sotto l'influenza di Ivaldo, che è stato padre, maestro di vita, nonché la migliore persona che io abbia mai conosciuto. Poi la passione politica è sbocciata autonomamente sui banchi del liceo (Lorenzini a Pescia) e nell'autunno del 1993 iniziando a frequentare le sedi del Msi in via del Moro a Lucca ed in piazza Mazzini a Pescia, militando poi nell'organizzazione giovanile appena nata di Alleanza Nazionale. Dal 1995 al 2003 sono stato presidente del circolo di Montecarlo, a quel tempo il più grande della provincia di Lucca e dal 2003 fino al 2008, anno di scioglimento del Partito, sono stato presidente provinciale di Lucca del movimento giovanile di Alleanza Nazionale. Un lungo periodo di militanza importantissimo, specie oggi che i partiti faticano ad riorganizzarsi seriamente, cui si è accompagnata l’attività amministrativa, dapprima come assessore a Montecarlo dal 2004 al 2009, poi come sindaco senza tessere a capo di un progetto civico. 

Un impegno più civico. Può spiegare meglio?

Ho amministrato Montecarlo con una lista civica seguendo il principio per cui in politica ci si adatta sempre alla realtà che si ha di fronte e non viceversa: questo è importante. Io auspico che Montecarlo sia sempre amministrata al livello civico più autentico, perché è stato dimostrato, con i fatti, che un progetto capace di coinvolgere concretamente la comunità nell’amministrazione quotidiana del proprio territorio è in grado di produrre risultati incredibili. Il civismo per me è sempre stato un mezzo e non un fine da applicare a determinare contesti. E' chiaro che ci sono casi in cui la dimensione politica e soprattutto partitica, specie se capace di recuperare serietà e credibilità, conserva ancora oggi tutta la sua logica. Meglio ancora, poi, se i partiti riescono a ritrovarsi in sintonia con i cambiamenti della nostra società aderendo alla realtà. 

Quale è stata la sua forza come sindaco in questi anni?

Sicuramente coinvolgere la comunità, essere al suo servizio, mantenere fede agli impegni presi in aderenza ai programmi elettorali sia nel 2009 che nel 2014. E' vero che governi la quotidianità, ma se spendi delle parole per chiedere il voto poi a quelle parole devono seguire i fatti, e sono quelli che contano. Quello che si vede oggi a Montecarlo è il risultato di 10 anni di costanza in una direzione guidata da una visione chiara dello sviluppo di un territorio e di una comunità. Dalla salvaguardia della nostra identità, dalla tutela alla valorizzazione turistica e commerciale del territorio dove sono state tese tutte le forze. Ecco che per me il commerciante o l’imprenditore non è mai stato un avversario, ma il principale alleato, assieme al produttore di vino fino al più semplice cittadino. 

Montecarlo è rinata in questi anni, però se ne parla poco sui giornali...

Si parla molto di Montecarlo, specie con il passaparola che è ancora adesso lo strumento più forte di conoscenza e diffusione, meno magari del suo sindaco e questo effettivamente può essere, in quanto, rispetto ad altri comuni, io non ho creato un ufficio stampa pagato dai miei concittadini perché lavorasse alla costruzione del (sempre falso) mito del bravo sindaco per le mie necessità di carriera. Questo si fa poco lontano da Montecarlo, qui si lavora con gli uffici direttamente con le redazioni senza costare niente al contribuente. È una questione di priorità, e nel nostro caso anche una questione di stile. 

A breve finirà il suo mandato. Quale futuro per lei e per Montecarlo?

C’è ancora molto lavoro da fare per chiudere il mandato e la cittadinanza vedrà ripagata ancora una volta la fiducia riposta nell’amministrazione. Il percorso verso le amministrative invece si è avviato, dal basso come sempre, e si respira un’aria ottima dove prevale la volontà di partecipare e continuare a darsi da fare, come in questi anni, per far crescere Montecarlo. Io mi divido, come sempre e domani ancora di più, tra azienda e politica, due passioni che sono parte della mia vita e di ciò che voglio farne.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


q3


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Piana


mercoledì, 16 gennaio 2019, 16:22

Pista ciclabile Capannori – Lucca: ultimatum del comune alla ditta esecutrice

Ultimatum dell'amministrazione comunale alla ditta esecutrice dei lavori della pista ciclabile della Francigena. Se lunedì 21 gennaio i lavori al cantiere sul territorio comunale di Lucca, fermo ormai da tempo, non riprenderanno, saranno messe in atto tutte le procedure necessarie per la risoluzione del contratto in modo che l'Ente possa...


mercoledì, 16 gennaio 2019, 15:09

Il sindaco riceve Marco Giannotti, l'uomo che domato un principio di incendio in un condominio di via Pacconi

Un gesto di grande altruismo, prezioso per scongiurare danni ben peggiori. Lo ha compiuto Marco Giannotti, 54 anni, che da 20 gestisce un'attività artigiana a Porcari. Qualche giorno fa, intorno alle 15, stava rientrando in azienda quando ha scorto del fumo provenire da un terrazzo di un condominio di via...


mercoledì, 16 gennaio 2019, 14:21

Marocchino 27enne crea scompiglio in pieno centro: denunciato

Momenti di tensione questa mattina nel centro di Altopascio, quando un cittadino straniero di origine marocchina, in palese stato di alterazione psicomotoria, ha creato disordini in via Cavour e in due locali del corso


mercoledì, 16 gennaio 2019, 12:43

Giornata della Memoria 2019: gli eventi a Capannori

Anche quest'anno in occasione della Giornata della Memoria che ricorre il 27 gennaio l'amministrazione Menesini promuove una serie di importanti iniziative per mantenere viva la memoria su una delle pagine più buie della nostra storia


mercoledì, 16 gennaio 2019, 12:42

Inaugurata la mostra del pittore Raffaele Antonucci

Taglio del nastro stamani nello spazio espositivo del palazzo municipale di Capannori per la mostra "Percorso d'arte numero 6" del pittore lucchese Raffaele Antonucci. Era presente, oltre all'artista, la vice sindaca Silvia Amadei


mercoledì, 16 gennaio 2019, 11:55

Elezioni, Lega Toscana propone Rontani per il centrodestra

Il commissario provinciale di Lega Toscana, Ilaria Quilici, interviene a seguito delle notizie riportate sulla stampa in questi giorni riguardanti la scelta del candidato sindaco per il centro destra per le elezioni comunali di Capannori 2019