Anno 7°

venerdì, 24 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Piana : altopascio

Tra passato e futuro, la Festa della Liberazione ad Altopascio

lunedì, 22 aprile 2019, 13:55

Come in un passaggio di testimone ideale tra passato, presente e futuro, il 25 aprile di Altopascio unirà il ricordo e la memoria con l'impegno degli studenti delle scuole. La Festa della Liberazione, organizzata da comune, Anpi e Istituto comprensivo di Altopascio, comincerà alle 9.30 alla chiesina di San Rocco, in piazza Umberto I, dove si terrà il saluto istituzionale e la deposizione della corona. A seguire i ragazzi della scuola elementare di Altopascio leggeranno la loro "lettera al partigiano", scritta dagli stessi studenti, che la consegneranno poi al presidente dell'Anpi - sezione di Altopascio.

Alle 10 il corteo si sposterà in piazza Ospitalieri passando da Porta dei Vettori: altri ragazzi della scuola elementare di Badia Pozzeveri terranno una rappresentazione per omaggiare Andrea Bianchi, il partigiano Ras, ucciso nell'eccidio di Vizzola.

Davanti al muro del cimitero di Vizzola il 21 marzo 1945 furono fucilati tre giovani partigiani: Giuseppe Azzolini, di 17 anni. "Andrej" era il suo nome di battaglia, faceva il calzolaio con suo padre. Ferdinando Bremi, di 16 anni, detto "Milan" perché nato a Milano, e abitante a Santa Maria del Piano nel comune di Langhirano. Andrea Bianchi, di 27 anni, con il nome di "Ras", nato ad Altopascio, sposato e padre di un bimbo.

Erano stati catturati il 14 marzo durante un rastrellamento, a Castrignano di Langhirano, dai bersaglieri della divisione Mameli. Una volta arrestati, i bersaglieri della divisione 'Italia' ne pretesero la consegna e trasportarono i prigionieri a Sala Baganza dove il 21 marzo incontrarono i familiari.

Questi vennero rassicurati dal comandante che i loro congiunti sarebbero stati rilasciati. La sorella di Giuseppe riuscì a vedere per pochi momenti il fratello da una finestrella: il giovane, con il volto livido, chiese alla sorella se anche lei fosse stata arrestata e affermò di non aver parlato. I parenti tornarono a casa sollevati, ma subito dopo la loro partenza i ragazzi furono caricati sui camion e condotti a Riccò dove alloggiavano altri bersaglieri della stessa divisione. Dal paese il gruppo di militari condusse i ragazzi a piedi attraverso i campi fino al luogo più appartato di Vizzola: davanti al cimitero vennero trucidati. Alla scena assistettero in lontananza diversi abitanti, alcuni dei quali ricordano oggi come allora quel drammatico episodio. Altri furono avvertiti dagli strilli di una donna che si trovava nelle vicinanze. Superato il primo momento di paura alcuni di loro si recarono sul luogo della tragedia, solo per constatare come i giustizieri si fossero accaniti sui corpi dei giovani. Alcuni si misero a raccogliere i resti e li composero dentro la cappella del cimitero: unico gesto pietoso rivolto ai tre ragazzi.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


auditerigi


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Piana


giovedì, 23 maggio 2019, 17:28

Bartolomei: "Rifiuti, ma quali buone pratiche? Costi elevati e dati preoccupanti"

Salvadore Bartolomei, candidato sindaco del Centrodestra, attacca il sindaco uscente Luca Menesini sul tema dei rifiuti e le buone pratiche del compostaggio


giovedì, 23 maggio 2019, 16:05

Espropri raddoppio ferroviario, Menesini: “Chi aveva un tetto tornerà' ad avere un tetto. Saranno individuati i terreni in cui ricostruire”

Individuazione dei terreni in cui ricostruire le abitazioni che saranno demolite per il raddoppio ferroviario e stop al pagamento dell'Imu, già da quest'anno, per i proprietari di immobili commerciali, di pertinenze, annessi e seconde case sfitte, sempre interessati dalla demolizione per motivi di pubblica utilità


giovedì, 23 maggio 2019, 14:52

Piana, gatti scomparsi e ritrovati morti: le guardie zoofile dell'Oipa Lucca lanciano l'allarme

Sono moltissimi i gatti che, liberi nei giardini o nelle vicinanze delle proprie abitazioni, dopo essere usciti non hanno fatto più ritorno: le misteriose sparizioni, sempre più in aumento e denunciate ormai da sempre più proprietari, sono avvenute in più zone della Piana


giovedì, 23 maggio 2019, 14:17

“Terra nostra”: a Carraia una fattoria didattica per persone con disabilità

Sono passati nove mesi da quando, simbolicamente, veniva posata la prima pietra a segnare l’avvio dei lavori. È così che questa mattina, a distanza di poco meno di un anno, è stata inaugurata la fattoria didattica “Terra nostra” che, sorta sui terreni di Anffas gestiti dall’azienda “Agricola Carraia”, è pronta...


giovedì, 23 maggio 2019, 12:17

Rifiuti nei quartieri residenziali ad Altopascio: "La Foresta che Avanza" dona cestini

L'associazione "La Foresta Che Avanza", dopo varie lamentele dei residenti, ha donato e installato dei cestini per la raccolta rifiuti


giovedì, 23 maggio 2019, 11:47

Cohousing a Castelvecchio di Compito: il 5 giugno apre il bando per l'assegnazione degli alloggi

Sarà pubblicato il prossimo 5 giugno il bando per l'assegnazione di sei alloggi in locazione semplice che compongono l'insediamento abitativo di housing sociale con caratteristiche di cohousing in via del Molino a Castelvecchio di Compito la cui realizzazione è in fase di completamento