Anno 7°

mercoledì, 3 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Piana

Semplicioni (Tau): "Giovanissimi B, serve riforma del campionato"

domenica, 13 ottobre 2019, 16:41

Antonello Semplicioni, presidente Asd Tau Calcio Altopascio chiede una riforma del campionato, nei Giovanissimi B, per fare gironi più equi, valorizzare i ragazzi ed evitare disparità.

Ecco il suo intervento:

"21 a 0. L'arbitro decreta il triplice fischio e come avviene sempre a fine partita mi arrivano gli aggiornamenti dai vari campi dove giocano i nostri ragazzi. 

E ieri è arrivato anche quel 21 a 0, che non è poi tanto diverso da un 15 a 1 o da 18 a 2 o da un 10 a 0, dei Giovanissimi B.

Un risultato che mi conferma quello che il Tau chiede da tempo: cambiare l'organizzazione dei campionati, fare gironi più equi, permettere a società di preparazione simile di confrontarsi alla pari, in campionati dove società dilettantistiche e professionistiche possano competere insieme.

Perché quel 21 a 0 fa male a tutti, è nocivo per tutti. 

Fa male a chi riceve 21 gol, è evidente. 

Fa male a chi ne segna 21, perché è un risultato falsato proprio perché nato da una disparità troppo lampante e troppo forte tra le due squadre in campo.

Io so che il mio mister ha detto ai ragazzi di trattenersi, di non fare più di due tocchi, di evitare esultanze sui gol. Lo so, perché prima di formare giovani calciatori lavoriamo sull'aspetto umano, sul rispetto delle regole, sul rispetto dell'altro. Ma sarebbe giusto se chiedessi ai miei ragazzi di giocare alla meno? Di scendere in campo sapendo di avere di fronte un avversario più debole e quindi di tirare la palla in tribuna ogni volta che arrivano davanti alla porta? Sarebbe un comportamento rispettoso dell'altra squadra, degli altri ragazzi e in generale dello sport? Noi crediamo di no.

La FIGC chiede a ogni squadra, a inizio campionato, di schierare la miglior formazione disponibile, perché il campo da gioco va onorato dall'inizio alla fine. Noi lavoriamo tutta la settimana, con tanto di sacrifici dei ragazzi e dei genitori, per valorizzare gli atleti, per tirare fuori il meglio di ognuno di loro, per prepararli e farli sentire importanti, attraverso una struttura tecnica e motoria che stimola il miglioramento del singolo e che si prefigge il raggiungimento di obiettivi chiari per poi arrivare al test della partita e proporgli cosa?  Come possiamo poi essere credibili ai loro occhi se sminuiamo noi stessi il campionato in cui li facciamo giocare?  

Il problema non è delle società, non prendiamoci in giro. Il problema è a monte e riguarda le scelte che sono state fatte. Se vogliamo davvero valorizzare il calcio giovanile dobbiamo dare a ognuno di questi ragazzi, a prescindere dalla società in cui giocano, la possibilità di esprimersi al meglio di loro stessi. Senza ansia da prestazione e senza umiliazioni inutili e dannose. 

Occorre riformare il campionato e i gironi dei Giovanissimi B, fare abbinamenti più equi e aprire al confronto diretto tra società professionistiche e società dilettantistiche, ma di livello simile, come avviene in altre regioni. 

Possiamo lavorarci? Io credo di sì. E come TAU Calcio ci mettiamo a disposizione per collaborare al tavolo di lavoro e fare la nostra parte, con un unico forte e chiaro obiettivo in mente: tutelare il calcio giovanile, cioè esaltarlo per quello che è. Un bellissimo percorso di sport, sano agonismo, divertimento, passione e crescita tecnica e personale".


Questo articolo è stato letto volte.


tambellini

tuscania

toscano

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

auditerigi

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Piana


mercoledì, 3 giugno 2020, 19:41

Dolore e commozione al funerale di Marco Lencioni

E' stato celebrato oggi pomeriggio, alle 16.30, il funerale di Marco Lencioni, l'uomo di 38 anni che ha perso la vita nel tragico incidente di lunedì 1 giugno, sulla via Pesciatina a Lunata, mentre si trovava alla guida della sua moto BMW R 1200. Video


mercoledì, 3 giugno 2020, 19:38

Folla commossa per salutare Samuele

Il rintocco delle campane ha accompagnato il dolore e lo sconforto di questa triste giornata in cui si è celebrato il funerale di Samuele Leto, il giovane di 17 anni di Segromigno in Piano che ha perso la vita in un incidente stradale lunedì 1 giugno sulla via Pesciatina a Lunata.


mercoledì, 3 giugno 2020, 13:21

Scuole primarie di Guamo e Segromigno in Piano: lavori al via entro la settimana

Prenderanno il via entro la fine di questa settimana i lavori che metteranno a nuovo le scuole primarie "Lorenzo Nottolini" di Guamo e "Luigi Boccherini" di Segromigno in Piano


mercoledì, 3 giugno 2020, 12:20

L'ultimo saluto al giovane Amedeo Favilla

Un'atmosfera di forte dolore, quella che si è respirata questa mattina, dentro e fuori l'affollata chiesa parrocchiale di Guamo, nel comune di Capannori, nella commossa folla accorsa al funerale di Amedeo


martedì, 2 giugno 2020, 20:42

Tragedia: a 28 anni si toglie la vita impiccandosi ad un albero

Un giovane di Castelnuovo Garfagnana è stato trovato privo di vita impiccato ad un albero in un bosco sopra l'osservatorio di Vorno


martedì, 2 giugno 2020, 19:59

Celebrata a Marlia la festa della Repubblica

È stata una cerimonia nel segno della sobrietà – per la situazione nazionale e per il lutto delle famiglie dei tre giovani capannoresi che hanno perso la vita ieri – quella che si è svolta stamani a Marlia in occasione della Festa della Repubblica