Anno XI

giovedì, 21 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Marco Santi Guerrieri lascia Fratelli d'Italia e si candida a sindaco

martedì, 10 gennaio 2017, 16:48

di silvia bulckaen

E' ufficiale. Da stamani Marco Santi Guerrieri non fa più parte di Fratelli d'Italia. La notizia è stata uffcializzata durante la conferenza stampa frettolosamente annunciata ieri. Oltre a Guerrieri, portavoce comunale del partito, erano presenti Francesco Lucchesi, responsabile della Piana di Lucca e Valerio Biagini, portavoce del coordinamento di Altopascio. Pietro Frati, responsabile della Garfagnana, assente alla conferenza stampa, si accoda alle parole di Guerrieri tramite delega per email. Il messaggio è subito chiaro per tutti: Santi Guerrieri abbandona Fratelli d'Italia e con lui tutto il suo seguito.

“Siamo uomini di destra, una destra moderna, non retorica, attenta ai valori di giustizia e sicurezza – sostiene Guerrieri - per questo abbiamo cercato di portare a Lucca un partito nuovo che rispecchiasse questi valori.” E questi sono stati i valori che hanno ispirato i millecinquecentoquarantasei giorni di militanza di Guerrieri sotto la bandiera di Fratelli d'Italia.

“Abbiamo condotto una politica ispettiva, indagando sui campi rom, sul centro di accoglienza delle Tagliate, interessandoci della sicurezza della nostra città – afferma con forza Guerrieri – e questo ci è costato denunce e minacce”.

Ma nonostante il nome, Fratelli d'Italia non ha dimostrato cameratismo a questo manipolo di seguaci, rivelando la sua natura matrigna. E' lo stesso Guerrieri a denunciare di essere stato abbandonato dal partito, emarginato da ogni coinvolgimento e informazione istituzionale, in un silenzio assordante da parte degli organi regionali e nazionali del partito. “Una pletora di dirigenti nominati dall'alto ha deciso di farci la guerra, ostacolandoci in tutti i modi - denuncia Guerrieri - escludendoci da qualsiasi decisione politica”.

E Santi Guerrieri spara a zero contro il suo (ormai) ex partito, reo di aver respinto “con motivazioni banali” la richiesta dei congressi e di non aver fatto pervenire tutte le tessere agli iscritti che avevano formalizzato la richiesta. E alza il dito accusatorio soprattutto verso Riccardo Zucconi, rappresentante regionale del partito. Motivazioni deboli, quasi inesistenti. Ma si sa, quella elettorale è una campagna dove si aggirano le volpi in cerca d'uva matura...

E la volpe fa presto a trovare consolazione. Cosa di meglio della candidatura a sindaco? “Abbiamo costituito un'associazione da due settimane, sulle orme di Luccativogliobene e sarà un organismo politico che avrà a capo la mia candidatura a sindaco – rivela Guerrieri - che, a questo punto, sarà in rappresentanza della società civile”.

Fumosi, per ora, i contorni di questo movimento, di cui Guerrieri promette di fornire dettagli in un prossimo venturo. Guerrieri ha deciso di giocare il gioco delle tre carte da solo. Ma non esclude l'apertura ad altre forze politiche, inclusa Fratelli d'Italia. La volpe saprà evitare la tagliola?

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400

elettroKDM

tuscania

toscano

auditerigi

il casone

prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


giovedì, 21 gennaio 2021, 17:11

In consiglio la salvaguardia della biblioteca statale

Sarà questo l'ordine del giorno al prossimo consiglio comunale di Lucca previsto per martedì. La proposta arriva dal consigliere Massimiliano Bindocci


giovedì, 21 gennaio 2021, 16:31

Bianucci: "Occorre un impegno sempre maggiore per la qualità dell'aria, ma evitiamo strumentalizzazioni politiche"

Lo sottolinea il presidente della commissione lavori pubblici ed ambiente del comune di Lucca, Daniele Bianucci, rispondendo alle ultime dichiarazioni del Comitato Vivere il Centro storico


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 gennaio 2021, 20:37

Nisini (Lega): "Il Governo stanzia risorse per i centri di islamologia, ma non trova fondi per tenere in vita il patrimonio librario"

"Il Governo non trova fondi per tenere in vita la biblioteca statale di Lucca, ma è riuscito a trovare due milioni e mezzo di euro per sostenere la creazione di una biblioteca islamica a Palermo"


mercoledì, 20 gennaio 2021, 15:41

"Lucca dopo il Covid": si farà un consiglio comunale straordinario aperto chiesto dalle opposizioni sul rilancio della città

L'ex candidato sindaco Remo Santini primo firmatario insieme a Giovanni Minniti (Lega), Marco Barsella (Lei Lucca), Massimiliano Bindocci (Movimento 5 Stelle), Fabio Barsanti (Difendere Lucca), Serena Borselli e Alessandro di Vito (lista civica SìAmoLucca)


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 gennaio 2021, 15:02

La questione Vicolo San Carlo approda in consiglio comunale. Bianucci: "Si replichi l'esperienza del centro commerciale e ed economico naturale di Via Chiasso Barletti"

La questione di Vicolo San Carlo, in Centro storico, approda in Consiglio comunale. E' stato il consigliere Daniele Bianucci a porre il tema, durante l'ultima assemblea, con una apposita raccomandazione


mercoledì, 20 gennaio 2021, 14:53

L'amministrazione presenterà un progetto sull'ex Oleificio Borella

L'amministrazione presenterà un progetto sull'ex Oleificio Borella nell'ambito del Programma innovativo per la qualità dell'abitare. La giunta Tambellini nella seduta di ieri sera ha approvato le linee di indirizzo a cui dovrà attenersi la proposta che avrà al centro la casa