Anno 7°

giovedì, 12 dicembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Santi Guerrieri attacca il prefetto sull'invasione di clandestini. E ha ragione

mercoledì, 18 gennaio 2017, 13:05

"La paura fa 90, lacrime di coccodrillo in vista delle amministrative fra Tambellini e Sichi". Esordisce ironicamente il candidato a sindaco di Lucca Marco Santi Guerrieri affrontando il tema dell'invasione di clandestini cui è stata sottoposta ed è sottoposta ancora oggi grazie al prefetto, la città di Lucca.

"E' di questi giorni la notizia che il sindaco Tambellini in procinto di avviarsi al prossimo giro di boa per le amministrative  di Lucca 2017 - incalza Guerrieri - sia seriamente preoccupato  della polveriera umana stipata  all'interno del campo della CRI in via delle Tagliate. Piu' che timori  sono certezze, infatti  sia il Sindaco Tambellini che l'assessore Sichi sanno  bene che nella  tendopoli della CRI alle Tagliate  le risse accadute per i piu' futili motivi sono fatti  noti e certi.  Negli ultimi tempi  , per non farsi mancare niente sono saltate fuori anche armi da taglio e qualche ospite  pare sia dovuto andare alla sartoria del  San Luca per farsi dare una ricucita. Unica nota positiva  e solo grazie alle forze dell'ordine , che dissapori e beghe  fra i clandestini ospiti della tendopoli , sono sempre state  puntualmente sedate".

"Ma c'è di più - incalza Guerrieri - Non è la prima volta che sollevo il problema immigrati e faccio notare che fino ad alcuni mesi fa la parola d'ordine dell'attuale giunta Pd era all'insegna dell'accoglienza. Ritengo  che Tambellini abbia in seno lo stramaledetto sospetto di aver commesso  un grave errore di valutazione relativamente al prefetto Cagliostro. Infatti dopo la fase del più ne hai più ne metti, immigrati, clandestini e fancazzisti, dopo essere diventati oggetto di un lucroso business basato sull'accoglienza indiscriminata, il prefetto noncurante dei problemi di ordine pubblico che ne sarebbero potuti scaturire, ha pensato bene di prendersi oltre alla mano anche tutto il braccio a Sindaco e Assessore stipando città e dintorni con un numero imprecisato di clandestini che nel migliore dei casi è per ben tre volte superiore quanto previsto dalla norma. Come era prevedibile infatti le botte da orbi con spranghe e bastoni sono arrivate ad impazzare ora anche dentro la città , sempre a firma dei soliti noti che hanno dato vita nel mese di dicembre ad una rissa fra nord africani  proprio sul sagrato della chiesa di San Leonardo in Borghi".

"Appare pertanto evidente - aggiunge Guerrireri - che la propaganda cattocomunista del perbenismo piddino  ha fregato per l'ennesima volta gran parte dei cittadini lucchesi,  portandoci  in casa ben 425  migranti fra clandestini ,profughi, immigrati o senza nome che dir si voglia, dei quali 210 stipati come animali, con donne e minori al seguito nella tendopoli della CRI. Ma attenzione  il giochino non è finito in quanto altri 250 clandestini sono in arrivo e un nuovo bando della Prefettura  ha già dato avvio alla corsa del  chi prima arriva meglio alloggia. "

"Inammissibile - conclude il candidato a sindaco - la convivenza a tarallucci e vino fra Prefetto e  giunta Tambellini che ha portato a questo disastro. Uno mero esempio di pressappochismo in cui il primo cittadino fregandosene delle conseguenze si è unicamente impegnato  a dar seguito alle insistenze del governatore Rossi che  guarda caso oggi lo premia  riconfermandolo  candidato alla poltrona di Sindaco alle prossime amministrative. Si prospetta pertanto la riedizione di un ennesimo disastro politico contro il quale continuerò a dare battaglia senza sconti per nessuno con la promessa alla cittadinanza che la tendopoli della Croce Rossa sarà assolutamente da smantellare e ricondotta  agli originari compiti della profilassi e controllo medico unicamente per piccoli numeri di immigrati in transito e per i quali già assegnata tassativamente  una destinazione".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


tambellini


brico


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 11 dicembre 2019, 14:59

SìAmoLucca: "Sanità, il Comune se ne frega dei cittadini. Come su tutto il resto"

'Take home è, di solito, un modo di dire al termine di una relazione e indica: prendi e porta a casa. Un termine che si addice molto anche alla 'parlata politica' del sindaco Tambellini, che al consiglio comunale sul futuro del Campo di Marte ha dato un'altra prova di falsa...


mercoledì, 11 dicembre 2019, 13:45

A Campo di Marte funzioni socio-assistenziali. E Tambellini dice no all'acquisto

Va sempre più delineandosi il futuro dell'ex area Campo di Marte che, dopo la seduta del consiglio comunale tenutasi nella serata di ieri presso la sede di Palazzo Santini, si vede pronta ad accogliere funzioni sociosanitarie


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 11 dicembre 2019, 12:55

Martinelli (FI) attacca Tambellini: "Responsabilità politiche dell'amministrazione su Campo di Marte"

"Ci sono evidenti responsabilità politiche dell'amministrazione Tambellini sulla definizione delle future funzioni della struttura di Campo di Marte visto che a distanza di oltre 7 anni alla guida della città di Lucca ha prodotto solo paroleche non si sono tradotte in fatti concreti".


mercoledì, 11 dicembre 2019, 12:14

Ex Campo di Marte, il centrodestra presenta una mozione: "Tutelare gli interessi pubblici"

Una mozione, che sarà presto discussa in consiglio comunale, presentata dai gruppi di opposizione che rispondono al centrodestra e che chiede all'amministrazione, tra le altre cose, il rispetto dell'interesse pubblico per un'area che dovrà, qualsiasi cosa sarà decisa, avere interventi di vario tipo


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 10 dicembre 2019, 19:37

Per Lucca e i Suoi Paesi: "Campo di Marte, inutile acquisto dell’area da parte del comune"

Il movimento "Per Lucca e i Suoi Paesi" interviene a ridosso del consiglio comunale sul futuro dell'ospedale Campo di Marte


martedì, 10 dicembre 2019, 19:22

Sottopasso di piazzale Boccherini: investiti 8 milioni su Sant'Anna. Marchini replica a Confcommercio

Sottopasso di piazzale Boccherini: investiti 8 milioni su Sant'Anna. “Le opere pubbliche si fanno per migliorare la qualità della vita dei cittadini e i ritardi, soprattutto nei grandi cantieri, non possono essere preventivati”. L'amministrazione comunale risponde alla commissione Città di Lucca di Confcommercio