Anno 5°

lunedì, 18 giugno 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Minniti (Lega): “La Flat Tax conviene a tutti, vi spiego perché”

martedì, 13 marzo 2018, 13:01

Il consigliere comunale della Lega Giovanni Minniti interviene sulla “Flat Tax”, cavallo di battaglia di Matteo Salvini”, per fare chiarezza dopo i vari commenti che si sono spesi al riguardo.

"La Flat Tax è incostituzionale: falso! - esordisce Minniti - La Costituzione dispone che il sistema tributario deve essere informato ai criteri di progressività. Questo vuol dire che i tributi proporzionali possono essere conformi al dettato costituzionale purchè sia assicurato il carattere progressivo dell’imposizione fiscale che, con riferimento all’IRPEF, è garantito dall’introduzione di una “no tax area” e da un coordinato sistema di deduzioni e detrazioni capaci di rendere  progressiva anche un’imposta con un solo scaglione o con una sola aliquota".

"La Flat Tax favorisce i ricchi e penalizza i poveri: falso! - continua - La sinistra afferma che la Flat Tax  favorisce i percettori di redditi alti i quali è giusto che siano tassati con aliquota progressiva giustificata dal principio di utilità marginale con finalità di redistribuzione della ricchezza. Niente di più falso, vediamo perchè. Le principali categorie reddituali sono: redditi

 di capitale derivanti dall’impiego di danaro (interessi) e dalla partecipazione non qualificata al capitale di rischio di soggetti IRES che sono tassati a titolo definitivo con aliquota del 26%. Nel caso di partecipazioni qualificate la tassazione avviene sul 58,14% degli utili incassati; redditi diversi come le plusvalenze da cessioni immobiliari che possono essere tassate con imposta al 20%, le plusvalenze da cessioni di attività finanziarie (capital gain) tassabili nella misura del 58,14% del loro ammontare (partecipazioni qualificate) o con imposta sostitutiva del 26% (partecipazioni non qualificate). Le plusvalenze realizzate dai soggetti IRES sono addirittura esenti nella misura del 95% (participation exemption); redditi di lavoro dipendente e redditi di pensione tassati con aliquota IRPEF progressiva; redditi di lavoro autonomo tassati con aliquota IRPEF progressiva; redditi di impresa – imprese individuali e società di persone -  tassati con aliquota IRPEF progressiva"

"I “ricchi” - spiega - conseguono redditi di capitale e redditi diversi che come abbiamo visto sono tassati o con flat tax (aliquota 26%) o dopo una consistente riduzione della base imponibile. I “ricchi” conseguono anche redditi di locazione tassabili con una Flat Tax al 21% (cedolare secca) che li esclude dall’imposizione progressiva. I percettori delle altre tipologie di reddito sono tassati con aliquota progressiva ma mentre lavoratori autonomi ed imprenditori deducono i costi sostenuti in applicazione del giusto principio di correlazione tra costi e ricavi e quindi pagano le imposte sull’utile di esercizio aumentato delle poste indeducibili, i lavoratori dipendenti ed i pensionati scontano la progressività dell’imposizione fiscale sul reddito complessivo fatte salve alcune deduzioni fruibili, però, dai soggetti dotati di maggiore capacità contributiva. Avete mai visto un povero che paga i contributi per la previdenza complementare, per la colf  o fa erogazioni liberali ad Onlus e Ong?"

"Ecco allora - osserva Minniti - che la Flat Tax appare come una necessaria misura di equità fiscale capace di attenuare i disallineamenti nella tassazione delle varie categorie reddituali a beneficio dei percettori di redditi medio-bassi. L’esigenza di misure perequative a favore dei soggetti passivi IRPEF è evidenziata dai dati comunicati dall’amministrazione fiscale secondo i quali oltre il 55% del gettito IRPEF proviene dai contribuenti che si collocano nella fascia di reddito 15.000/50.000 euro. L’IRPEF fornisce oltre il 42% delle entrate tributarie complessive (circa 105 miliardi di euro) mentre IRES e redditi di capitale forniscono rispettivamente 14 miliardi e 5,5 miliardi (fonte Bollettino delle Entrate tributarie 2017)".

"Pertanto - conclude Minniti - sbaglia la sinistra quando afferma che la Flat Tax è un regalo per i ricchi. Se alla sinistra sta a cuore far pagare di più i “ricchi” non si comprendono le ragioni per le quali il Governo Renzi nel 2016 ha abolito il contributo di solidarietà del 3% a carico dei percettori di redditi oltre i 300.000 euro introdotto nel 2011 dal Governo Berlusconi. Sbagliano anche alcuni settori della sinistra a sostenere l’imposta patrimoniale perché essa colpirebbe non i “ricchi” ma la classe media perché i ricchi, quelli veri, i propri patrimoni li hanno blindati con i “trust” oppure hanno stabilito in Svizzera la propria residenza fiscale come Carlo De Benedetti tessera n. 1 del PD".   

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


domenica, 17 giugno 2018, 16:06

CasaPound onora i caduti della Grande guerra: pulito il Parco della Rimembranza a Monte San Quirico

"A 100 anni dalla vittoria della Prima guerra mondiale abbiamo un dovere: onorare il sacrificio di chi ha combattuto per l'Italia", con questa motivazione CasaPound ha ripulito sabato la via del Parco della Rimembranza a Monte San Quirico


sabato, 16 giugno 2018, 15:56

Comitati Sanità Lucca: "Paladini-Civitali, chiediamo spiegazioni e chiarezza"

I Comitati Sanità Lucca intervengono a proposito del recentemente progetto di trasferire un'intera scuola, il Paladini-Civitali, in strutture prefabbricate, negli spazi di Campo di Marte. Una soluzione ritenuta dai comitati "emergenziale e inadeguata da più punti di vista


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 15 giugno 2018, 13:07

Di Vito (SìAmoLucca): "Studenti e prof di Civitali e Paladini trattati come terremotati, no ai container al Campo di Marte"

"Trattati come terremotati: è questo è il rispetto che hanno il presidente della Regione Rossi, il presidente della Provincia Menesini, il sindaco di Lucca Tambellini e l'assessore Vietina nei confronti di studenti, professori e genitori?"


venerdì, 15 giugno 2018, 11:32

Montemagni (Lega): "Sgombero degli istituti Paladini e Civitali, mille studenti saranno costretti a studiare per anni in prefabbricati"

Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega si dichiara interdetta sulle alternative potenzialmente previste per ospitare i circa mille studenti interessati dall'ordinanza di sgombero del comune di Lucca dell'intero complesso lucchese di Via San Nicolao


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 15 giugno 2018, 08:49

Consiglio congiunto sul bullismo, Bindocci (M5S): "Problema sottovalutato da gran parte delle forze politiche locali"

Si è svolto ieri a Palazzo Ducale il consiglio congiunto dedicato al tema del bullismo. La seduta è stata chiesta da alcuni esponenti delle minoranze del comune capoluogo, primo firmatario Massimiliano Bindocci (M5S), che in questa nota ricorda che non avevano aderito alla richiesta di convocazione il centrosinistra e parte...


giovedì, 14 giugno 2018, 22:12

Paladini-Civitali: 920 persone deportate nei container, insorge la deputata M5S Gloria Vizzini