Anno 7°

mercoledì, 20 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Province: parte da Lucca l'appello per il rilancio degli enti provinciali

lunedì, 16 aprile 2018, 17:54

Analizzare la situazione di crisi finanziaria delle Province per trovare risposte che consentano a queste istituzioni di riprendere a garantire servizi essenziali efficienti e investimenti per la messa in sicurezza dei 130 mila chilometri di strade provinciali e delle 5100 scuole superiori. Questo l'obiettivo del seminario che vede a Lucca riuniti per una due-giorni di lavoro rappresentanti di tutte le Province italiane, a confronto con i massimi dirigenti ed esperti di finanza locale, dal Ministero dell'economia al Ministero dell'Interno, dalla Corte dei Conti alla Cassa Depositi e Prestiti.

“Le Province - ha ricordato il Direttore generale dell'Upi Piero Antonelli- hanno subito tagli che in molte realtà hanno rappresentato oltre l'80% delle entrate. Questo ha di fatto messo queste istituzioni nell'impossibilita' di assicurare servizi efficienti". Criticità che ormai sono state riconosciute anche dal Governo, tanto che si è appena aperto un tavolo tra Upi e Ragioneria Generale dello Stato, che tra le priorità ha proprio quello di cercare una risoluzione a queste emergenze. L'obiettivo è di tornare a consolidare un ente cui sono assegnate funzioni strategiche, che impattano sulla stessa sicurezza dei cittadini, e che la Costituzione considera tra le istituzioni costitutive della Repubblica”.

Dal canto suo ilpresidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini - che ha introdotto i lavori del seminario - ha sottolineato "la necessità di garantire solidità agli enti provinciali che devono essere in grado di svolgere i servizi al cittadino con i fondi adeguati alle funzione rimaste, dopo anni in cui la scure dei tagli sui bilanci si è abbattuta sugli enti provinciali che devono anche essere, inoltre, ridisegnati in modo più funzionale nell'articolazione di enti locali, nel rapporto con i Comuni e con le Unioni dei Comuni, nonché con le Regioni".

Nel corso della prima giornata, tra l'altro, sono stati illustrati alcuni dati che evidenziano la particolare situazione di emergenza nelle Province toscane le quali, a fronte di oltre 275milioni di tagli hanno ricevuto contributi per assicurare la gestione ordinaria di strade e scuole di 149 milioni. Come si può notare un gap di oltre 126 milioni che ha prodotto la mancata approvazione del bilancio di previsione per tutte le Province toscane ad eccezione di Prato.

Alla Provincia di Lucca, a fronte di un taglio di 42 milioni di euro, sono arrivati soltanto 19 milioni di euro, del tutto insufficienti per assicurare la piena copertura delle spese per le 45 scuole superiori e gli oltre 650 km di strade di competenza dell'ente di Palazzo Ducale.

Questo, infine, il programma della giornata conclusiva di domani (martedì 17) dedicata quasi esclusivamente alla programmazione degli investimenti.

Di seguito gli interventi previsti a partire dalle 9,30: Marco Filippeschi, Vicepresidente UPI e Presidente Provincia di Pisa, Giuseppe Catalano, Coordinatore Struttura Tecnica di Missione del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “Il programma pluriennale per gli investimenti: sfida delle Province” ; Francesco Delfino, Esperto UP “Programmazione e tempi di attuazione degli investimenti”; Maria Lucia Conti, Direttore Generale per le Strade e le Autostrade e per la vigilanza e la sicurezza nelle Infrastrutture stradali, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “La programmazione degli investimenti per la rete viaria provinciale”; Maria Pia Pallavicini, Direttore Generale edilizia statale e interventi speciali, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti : “Il nuovo fondo per la progettazione degli enti locali”; Andrea Gabrielli, tecnico del settore interventi edilizi della Regione Toscana. Le conclusioni del seminario sono affidate ad Achille Variati, Presidente UPI e Presidente Provincia di Vicenza.


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016


q3


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 20 marzo 2019, 14:23

Riforma 118, Marchetti (FI) avanti con un’interrogazione: "La Regione ci dica chi ha ascoltato. Trasparenza sui processi di riorganizzazione"

Il capogruppo di Forza Italia Maurizio Marchetti torna alla carica con un atto: "Basta dichiarazioni in libertà, chiarezza sul volontariato e sui sanitari. Qui si gioca a dividere gli operatori del soccorso con geometrie variabili"


mercoledì, 20 marzo 2019, 14:20

Partiti e civiche di centrodestra: "Nuovo rincaro della tassa rifiuti, poveri cittadini. E Lucca è sporca"

In un comunicato congiunto Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega, SìAmoLucca e Lucca in Movimento intervengono in merito alle nuove tariffe per i rifiuti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 marzo 2019, 09:01

Consiglio, nuovo regolamento e nuove tariffe sui rifiuti

Più inquini, più paghi. È questo, a detta dell'amministrazione comunale, il principio che ispira il nuovo il regolamento e le nuove tariffe sui rifiuti approvati dal consiglio comunale. Le proposte di delibera sono state presentate dall'assessore all'ambiente Francesco Raspini


mercoledì, 20 marzo 2019, 08:59

Consiglio, via libera alla variante del piano acustico

Il consiglio comunale di Lucca ha dato il via libera all'adozione della variante al piano comunale di classificazione acustica adottata in ottemperanza alla sentenza emessa dal Tar nella causa che vedeva contrapposti il comune e la Cartiera Modesto Cardella di San Pietro a Vico


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 20 marzo 2019, 08:57

Archivio fotografico, consiglio: "Ripristinare il servizio"

Il consiglio comunale ha approvato all'unanimità una risoluzione urgente presentata da Massimiliano Bindocci (M5S) che chiede di ripristinare quanto prima il servizio dell'Archivio Fotografico Lucchese. Rassicurazioni a riguardo sono arrivate dall'assessore alla cultura Stefano Ragghianti


martedì, 19 marzo 2019, 22:59

Commissione speciale, polemica in consiglio

È polemica tra i consiglieri comunali sulla decisione dei partiti e delle liste civiche del centrodestra di abbandonare la commissione speciale per i rapporti tra il comune e la Lucchese