Anno 5°

mercoledì, 18 luglio 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Lucchese, Tambellini: "Ho fatto tutto quello che era nella mie possibilità"

martedì, 10 luglio 2018, 23:25

di eliseo biancalana

Il dramma della Lucchese, oramai a un passo dal fallimento, entra nell'aula di Palazzo Santini. Nella seduta del 10 luglio del consiglio comunale le opposizioni hanno messo sotto accusa l'amministrazione accusandola di non essersi mossa abbastanza per salvare la squadra di calcio locale. In risposta, dal sindaco Alessandro Tambellini è arrivata una difesa orgogliosa del lavoro svolto: "Credo di aver fatto tutto quello che era nelle mie possibilità".

Sono stati Massimiliano Bindocci (M5S) e Fabio Barsanti (CasaPound) a porre subito le vicissitudini della Pantera al centro della seduta, a cui hanno assistito numerosi tifosi rossoneri. Il primo ha presentato una raccomandazione sull'argomento, il secondo ha proposto di discutere un proprio ordine del giorno. Entrambi hanno espresso aspre critiche verso la giunta.

Il sindaco Tambellini non si è sottratto alla sfida. Nel suo intervento, il primo cittadino ha ricordato il tentativo dell'amministrazione di mettere insieme un gruppo di imprenditori locali per dare una mano alla Pantera. "Abbiamo messo insieme più di venti incontri" ha rivendicato, rivelando di aver tentato di promuovere la costituzione di un gruppo di imprenditori che potesse sostenere la Lucchese anche grazie ai contributi statali dell'art bonus, e che puntasse sui giovani.

"Nessuno ha mai avuto l'intenzione di rilevate la società" ha però ammesso il sindaco a proposito degli imprenditori contattati. Il tentativo comunque si è interrotto con la cessione della quota di maggioranza della Lucchese all'imprenditore senese Lorenzo Grassini.

Tambellini ha ricordato di aver incontrato il nuovo padrone della Pantera, in un incontro che ha definito "molto cordiale e ricco di promesse". "Non capisco perché a un certo punto si è reso introvabile" ha detto il sindaco su Grassini, che a quanto pare si è reso irreperibile anche a lui. Di fronte al precipitare della situazione, Tambellini ha rivelato di aver fatto un ultimo tentativo, ma oramai è troppo tardi.

Sempre con riferimento all'impegno della giunta per la Lucchese, Tambellini ha ricordato che il comune ha messo 100 mila euro per la sicurezza delle torri del Porta Elisa e che il comune ha affidato in concessione lo stadio a condizioni molto favorevoli (20 mila euro l'anno).

"Non siamo disposti ad accettare soluzioni che non siano nella piena chiarezza" ha detto Tambellini con riferimento al futuro della società, esprimendo in particolare preoccupazione per la sorta della realtà giovanile. L'amministrazione è invece pronta a sostenere un progetto che sostenga i giovani con proposte "convincenti e realistiche".

L'intervento del primo cittadino non ha soddisfatto le minoranze. Fabio Barsanti (CasaPound) ha espresso la preoccupazione che la Lucchese o subisca il suo terzo fallimento nella sua storia o finisca nelle mani di qualche "bandito".

Per Remo Santini (SìAmo Lucca) la giunta si è mossa con "poca convinzione". "L'amministrazione non ha a cuore la situazione dello sport" ha accusato il leader delle liste civiche del centrodestra. Per Massimiliano Bindocci (M5S) il comportamento dell'amministrazione è stato "deludente". Il capogruppo del Pd Renato Bonturi ha difeso la giunta. "L'amministrazione non può sostituirsi ai soggetti privati" ha sostenuto. Nella sua replica, Tambellini ha riportato di aver pure cercato di coinvolgere un soggetto estero, ma non ne ha rivelato l'identità. 

La conferenza dei capigruppo ha poi discusso se votare o meno l'odg di Barsanti. Alla fine il consigliere ha accettato di ritirare il suo testo, a fronte di una convergenza di tutti i gruppi nel promuovere la costituzione di una commissione consiliare speciale dedicata alla Lucchese, che ne segua le sorti qualunque esse siano.

"È il massimo che si poteva ottenere dall'amministrazione" ha commentato Barsanti. Il consiglio ha poi ripreso a discutere gli altri temi all'ordine del giorno mentre i tifosi della Pantera abbandonavano l'aula in rassegnato silenzio.


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 18 luglio 2018, 01:13

Consiglio, bocciata la proposta M5S di un garante per le vittime di reato

No all'istituzione di un garante per le vittime di reato. Il consiglio comunale ha bocciato la proposta del consigliere Massimiliano Bindocci (M5S), ma ha invece approvato a larga maggioranza un ordine del giorno elaborato dalle commissioni partecipazione e sociale che impegna la giunta e il sindaco a far conoscere e...


martedì, 17 luglio 2018, 20:42

FdI: "Sito turistico comunale, l'amministrazione dia risposte chiare ai cittadini"

Il circolo lucchese di Fratelli d'Italia, dopo gli interrogativi in merito sollevati dalla lista civica SìAmo Lucca, annuncia di voler presentare un'interrogazione riguardo agli affidamenti per la manutenzione del sito turistico comunale


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 17 luglio 2018, 18:00

Cantiere Geal a San Filippo: il sindaco ha incontrato una delegazione dei commercianti della zona

Stamani il sindaco Alessandro Tambellini ha voluto incontrare una delegazione degli esercenti di via di Tiglio che hanno segnalato nei giorni scorsi i disagi che provocherà alle loro attività la chiusura di un tratto della strada in programma da domani e fino all'11 agosto per i lavori che porteranno alla...


martedì, 17 luglio 2018, 16:42

Moratoria, parere favorevole della Soprintendenza, Mercanti: "Giornata bellissima"

Parere favorevole dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le provincie di Lucca e Massa Carrara al blocco delle licenze per le nuove attività commerciali in centro storico. Entusiasta il commento dell'assessore alle attività produttive Valentina Mercanti


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 16 luglio 2018, 18:01

Maniglia (Lega): "Disagi per lavori a San Filippo, protestano gli abitanti"

"Dal 18 luglio all'11 agosto alcune attività poste in via di Tiglio e altre nella zona di San Marco non potranno lavorare perché il primo cittadino ha deciso questo": così inizia il comunicato di Marcella Maniglia


lunedì, 16 luglio 2018, 17:59

Lavori a S.Filippo, sopralluogo di Borselli e Santini: "Il Comune limiti i disagi per residenti e negozianti"

"Stiamo dalla parte dei residenti, impauriti dei disagi che dovranno sopportare, e stiamo dalla parte dei commercianti, che temono di ricevere un colpo di grazia agli affari che già vanno male"