Anno 7°

martedì, 14 agosto 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Accoglienza dei profughi: il comune di Lucca entra a far parte della rete Sprar

venerdì, 10 agosto 2018, 15:04

Il comune di Lucca in tema di accoglienza dei profughi passa dal sistema di accoglienza straordinaria dei cosiddetti Cas al sistema dello Sprar.

Lo ha deciso la giunta comunale nella seduta di martedì 7 agosto, approvando un'apposita delibera per aderire alla rete del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, così come indicato dalla nota del Ministero dell'Interno del 11 ottobre del 2016 sulle “Regole per l'avvio di un sistema di ripartizione graduale e sostenibile dei richiedenti asilo e dei rifugiati sul territorio nazionale attraverso lo Sprar”.

“Lucca ha già messo in piedi negli anni un sistema di accoglienza diffuso che ha ben funzionato – dichiara l'assessore alla cooperazione internazionale Lucia Del Chiaro – e che è stato preso a modello anche da altre realtà locali. Adesso, con il passaggio alla rete Sprar noi vogliamo mettere a sistema il lavoro fatto fin qui e migliorarlo ulteriormente, attraverso gli strumenti normativi che abbiamo a disposizione; questo perché riteniamo che l'accoglienza deve avvenire nella maniera più equilibrata possibile, sia per chi accoglie che per chi viene accolto”.

L'adesione alla rete dello Sprar avverrà nelle prossime settimane e porterà all'attivazione di un sistema di accoglienza che non sarà più meramente assistenziale, ma che prevederà la messa in campo di tutta una serie di strumenti utili a un più efficace inserimento nella comunità delle persone richiedenti asilo e rifugiate presenti sul territorio.

“Non cambia niente relativamente al numero delle persone presenti sul territorio – aggiunge l'assessore Del Chiaro – perché il passaggio da un sistema all'altro avviene a numeri invariati. Ciò che invece cambia, e migliora, è il meccanismo dell'accoglienza, che risulterà incentrato su una collaborazione ancora più ampia tra il Comune e il Governo, rappresentato localmente dalla Prefettura. Avremo l'opportunità, inoltre, di condividere con l'Anci un piano operativo che consentirà una distribuzione ancora più equilibrata e sostenibile fra le diverse realtà locali, grazie alla cosiddetta 'clausola di salvaguardia', che prevede il non superamento del numero di presenze di richiedenti asilo così come definito in rapporto alla popolazione del territorio comunale”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016



il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


lunedì, 13 agosto 2018, 19:57

'Sinistra con' visita San Vito

Prende il via da San Vito la mobilitazione di Sinistra con per le risorse dei quartieri: "Abbiamo incontrato tanti cittadini preoccupati, la Camera ribalti la scelta decisa in Senato che colpisce la qualità della vita di molti"


lunedì, 13 agosto 2018, 17:20

Piano urbano della mobilità sostenibile (PUMS): fino al 12 settembre sarà possibile presentare osservazioni

Il PUMS è il piano strategico di programmazione e pianificazione territoriale che si propone di soddisfare la domanda di mobilità delle persone e delle merci in un contesto di sostenibilità ambientale per migliorare la qualità della vita dei cittadini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


lunedì, 13 agosto 2018, 15:53

Notte Bianca, Torrini (SìAmo Lucca): "Mettere al centro l'interesse generale"

Il consigliere comunale risponde alle critiche che sono arrivate alla sua proposta di chiudere il traffico in centro storico in occasione della prossima Notte Bianca, che si terrà a Lucca il 25 agosto


lunedì, 13 agosto 2018, 14:38

Natali (SiAmoLucca): "Trasloco Civitali all'Itc Carrara, preoccupati per la sicurezza degli studenti"

SiAmoLucca condivide le preoccupazioni dei genitori degli studenti dell'Itc Carrara in merito alle modalità organizzative del trasloco degli alunni dell'Istituto Civitali


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 11 agosto 2018, 18:43

“Scuola Leone XII: da Tambellini ancora silenzio sul futuro”

Lo dichiarano Marco Martinelli e Simona Testaferrata che fin da subito si sono interessati a questo problema al fianco del personale della scuola e delle famiglie


sabato, 11 agosto 2018, 18:16

SìAmoLucca: "Stop a bar e ristoranti fuori tempo massimo, ormai il danno è fatto"

"Non sempre vale la regola "meglio tardi che mai". Ci sono occasioni in cui quando è tardi, significa che chi doveva lavorare per stare nei tempi ha sbagliato e dovrebbe quanto meno ammettere i propri errori, giustificandoli". Lo sostiene in una nota la lista civica SìAmoLucca