Anno 7°

martedì, 19 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Bindocci: "Lucchese, Tambellini si faccia promotore di una soluzione e non faccia il vigile"

domenica, 20 gennaio 2019, 12:49

Il consigliere comunale di minoranza del Movimento 5 Stelle a Lucca, Massimiliano Bindocci, attacca la giunta guidata dal sindaco Alessandro Tambellini sulle vicende legate alla Lucchese.

"La legge di Murphy (se qualcosa può andare male lo farà) della giunta Tambellini - esordisce il consigliere - vede una delle sue vette nella squadra di calcio della città. L'amministrazione di solito adora depistare parlando di fascismo, ma sarebbe meglio risolvesse qualche problema".

"Non voglio entrare nel merito delle imbarazzanti cronache dirigenziali - incalza Bindocci -, il mio plauso e la mia stima vanno innanzitutto a una squadra che, con grande professionalità, continua a giocare con impegno, e ad una tifoseria che, con un grande attaccamento, preferisce la serietà a delle gestioni improbabili, dimostrando una passione che è guidata dall'intelligenza sportiva".

"Si sa che non sono un tifoso della Lucchese - ammette Bindocci - e non voglio strumentalizzare una vicenda sportiva, ma nel ruolo di consigliere comunale devo dire qualcosa. Voglio esprimere infatti la mia totale disapprovazione per un'amministrazione che ha saputo partorire solo un'inutile commissione cui solo il M5S (tanto per cambiare) votó contro, e che si é caratterizzata per raccogliere bidoni, perché era chiaramente una cosa assolutamente inutile. Siccome era inutile ora la vuole addirittura prolungare..."

"Poi questa amministrazione non ha fatto niente - continua l'esponente grillino -, pertanto merita di essere messo in discussione chi ha la delega allo sport, anche per altre assenze sull'impiantistica e la promozione dello sport tra i giovani che con questa giunta sono imbarazzanti, e questo lo dico anche per la mia esperienza nel mondo dello sport locale, dove ho presieduto una federazione per oltre 10 anni. Ma tornando alla Lucchese è indubbio che un sindaco che si rispetti di una città di circa 100 mila abitanti, come Lucca, e che abbia un minimo di credibilità, deve essere invece in grado di farsi promotore di proposte concrete, per rispetto ad una città ed alla società sportiva di bandiera, che è anche un veicolo di promozione del nome della città a livello nazionale oltre che riferimento locale per lo sport".

"La scusa che non compete all'amministrazione - attacca -, e che si tratta di una società privata è veramente una barzelletta, infatti se valessero questi principi, come si giustificano le agevolazioni enormi per favorire eventi e investimenti nel campo della musica e della cultura? Si promuova lo sport, tutto sempre nei limiti delle regole. Perché anche lo sport ed il calcio hanno un ruolo sociale e la società di calcio rossonera  è la punta dell'iceberg del mondo sportivo locale. Invece il sindaco tra timidezze, e scuse non ha fatto sostanzialmente niente, se non incontri formali e tardivi per prendere le distanze dopo che le avevano prese ormai tutti".

"Un sindaco credibile e stimato - conclude Bindocci -, visto anche che ci sono molte aziende lucchesi (come emerso sulla stampa anche recentemente) che hanno dei fatturati di centinaia di milioni di euro metterebbe insieme alcune di queste forze imprenditoriali - con la sua statura ed il suo ruolo amministrativo acquisito in circa sette anni - per far sì che a Lucca ci sia una società ed squadra che rappresenti con dignità la nostra città. Insomma il sindaco faccia il sindaco e non  il vigile urbano (con tutto il rispetto per i vigili) che sollecita, solo ora, i pagamenti e incontra le figure istituzionali. Se dopo sette anni non è in grado di portare niente e nessuno ad un tavolo, nemmeno per la squadra più popolare e per lo sport più seguito a Lucca la domanda è, ma il sindaco che lo fa a fare?"


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016


q3


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


lunedì, 18 febbraio 2019, 15:40

Barsanti accusa "Il Tirreno" di censura

E' in corso in questi giorni una polemica tra CasaPound Lucca di Fabio Barsanti e il quotidiano livornese Il Tirreno: ci limitiamo a pubblicare per dovere di cronaca


lunedì, 18 febbraio 2019, 15:33

Un libro su CasaPound a Verciano

Giovedì 21 febbraio alle 21, alla Casa del Popolo di Lucca, in via dei Paoli 22, a Verciano, si svolgerà la presentazione del libro Casa Pound Italia, fascisti del terzo millennio. Un viaggio nella galassia nera d'Italia, tra violenza squadrista e interessi economici, illustrato dall'autore, Elia Rosati


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 16 febbraio 2019, 11:51

CasaPound: "Raccolta alimentare ha raggiunto 50 famiglie. Abbiamo bisogno dell'aiuto dei lucchesi"

CasaPound Italia ricorda a tutti gli interessati che la Raccolta Alimentare a sostegno delle famiglie italiane in difficoltà economica prosegue come ogni mese


venerdì, 15 febbraio 2019, 16:06

Crisi musei lucchesi, Marchetti (FI): "7mila visitatori persi in 10 anni. L’ex sottosegretario al Mibact Marcucci cosa ha fatto quando poteva?"

Il Capogruppo regionale di Forza Italia aveva presentato una mozione nel giugno 2018 per interessare del caso la Regione: "La ripresento", annuncia


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:43

SìAmolucca e Lucca in Movimento: "Bus, il comune alzi la voce con Ctt Nord, più investimenti su Lucca"

"Sul trasporto pubblico, a Lucca, siamo all'anno zero: la nostra città conta quanto il due di briscola all'interno del consiglio di amministrazione di Ctt Nord, e a questo si aggiunge il disinteresse totale del Comune per un'organizzazione dei trasporti che sia decente".


giovedì, 14 febbraio 2019, 13:10

Ancora acque agitate alla Lucca Holding Servizi

Il 13 febbraio i dipendenti di Lucca Holding Servizi si sono riuniti in assemblea per discutere sugli interrogativi suscitati dal nuovo assetto aziendale, ormai conclusosi il 1 gennaio con l'incorporazione del Settore Energia proveniente da Gesam Spa. A darne notizia è il funzionario della Fisascat Cisl Simone Pialli