Anno 7°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Bindocci (M5S) boccia il nuovo regolamento sui contributi

giovedì, 10 gennaio 2019, 15:42

"In merito alla votazione del regolamento sui contributi ed i patrocini, che è stato votato l'altra sera in Consiglio Comunale, credo che sia stato fatto un atto grave, che rischia di passare sotto silenzio ed avrà ripercussioni nella città" accusa il consigliere comunale Massimiliano Bindocci (M5S).
"In primo luogo - scrive - sarebbe stato utile coinvolgere il mondo delle associazioni di volontariato, sportive, umanitarie, sociali, quelle che lavorano nel campo dell'assistenza, della cultura ed altre ancora, per condividere una impostazione da cui doveva scaturire  un testo. Se poi è vero che mettere chiarezza su questo tema era necessario, ritengo sarebbe stato ugualmente importante praticare la partecipazione e non solo dire negli slogan di essere partecipativi. Inoltre emergono due problemi di merito pesanti come macigni: i beneficiari possibili, in questo regolamento vengono ritenuti potenziali beneficiari di contributi anche i privati con scopo di lucro, ed anche le iniziative economiche. Nelle finalità possibili viene inserito il turismo per due volte, ma mancano le iniziative umanitarie, manca anche la protezione civile e non ci sono causali generiche onnicomprensive. Aver visto poi la maggioranza di centro sinistra che ha votato contro la possibilità di dare i contributi alle iniziative umanitarie e per la pace, oltre che alla protezione civile, ha confermato la deriva autoritaria e ipocrita di certa sinistra. Inoltre avrei ritenuto opportuno limitare tra i beneficiari quelle realtà che hanno la sede od operano su Lucca".
"Cervellotico - prosegue - anche l'articolato sui criteri di assegnazione, corretta la scelta dei bandi, ma sbagliato imporre a tappeto il criterio del rapporto tra contribuzione e compartecipazione alle spese, devono essere fatte invece le valutazioni nei bandi tra progetti omogenei, ed poi è preferibile a stanziamenti definiti aiutare più progetti se meritevoli, e non selezionarne solo alcuni. Insomma un regolamento che rischia di premiare pochi eletti, ed anche con finalità discutibili. Per questi motivi abbiamo presentato 11 emendamenti, e trattandosi di argomentazioni politiche ci doveva essere una discussione di merito, invece ci siamo beccati le battute per un errore di stampa, e quella infelice del Sindaco che mi ha preso in giro personalmente, (dovrebbe ricordarsi che lui è il Sindaco ogni tanto) per un'espressione usata
in un emendamento, senza tener conto che proprio quella espressione era stata pedissequamente copiata dal testo proposto dalla giunta, e dimostrando quindi di non aver nemmeno letto il testo del regolamento che si andava a votare".
"Il resto del Consiglio - sostiene ancora Bindocci - ha mostrato (tranne qualche osservazione) di non sapere di cosa si stesse parlando. L'unico che ha difeso il regolamento con cognizione, anche se secondo me impropriamente, è stato il Segretario Comunale, che aveva anche fatto una ottima relazione introduttiva, che ne spiegava l'importanza, ma non doveva pregiudicarne i cambiamenti nè doveva impedire un processo partecipativo. Insomma questo regolamento sui contributi è una cosa molto importante ma gestita male, l'ANAC ritiene che i contributi (come gli appalti) siano delle procedure fondamentali per valutare la trasparenza, in questo caso non convincono troppe cose, la mancata partecipazione, i beneficiari, i criteri di scelta, la pubblicità, insomma questo regolamento per i contributi ci voleva ma non così. Un altro brutto
giorno per i soldi dei lucchesi".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


Lucar


auditerigi


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 19 giugno 2019, 22:37

Fratelli d'Italia: "A Lucca ci si preoccupa di rifare lo stadio ex novo e non si pensa a quante altre strutture non sono agibili in città"

"Avrà luogo domani pomeriggio a Lucca un importante consiglio comunale, che vedrà protagonista lo stadio Porta Elisa. Nel complimentarci con la squadra e con tutto lo staff per lo strepitoso risultato della stagione 2018/2019, che ha visto la salvezza della Lucchese, vogliamo nel contempo sollevare alcune problematiche", afferma il segretario...


mercoledì, 19 giugno 2019, 15:41

"Quota 100" in comune: in 19 hanno già presentato le dimissioni

A quanto riportato nella delibera di giunta, i dipendenti che hanno maturato nell'anno 2019 i requisiti per aderire alla cosiddetta "quota 100" sono in tutto 42 e già 19 di essi hanno presentato le loro dimissioni, aggiungendosi ai 21 dipendenti che saranno collocati in pensione sempre nell'anno 2019 con la...


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 19 giugno 2019, 15:00

Cliniche private, Marchetti (FI): "Pazienti disperati senza cure si rivolgono agli avvocati. Coi tetti imposti dalla Regione già 20 licenziati solo alla Barbantini"

Il Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti da sempre contrario: "Effetti della contrazione dei budget ampiamente previsti. Grave responsabilità politica del Pd di governo toscano non aver corretto"


mercoledì, 19 giugno 2019, 14:45

Marco Santi Guerrieri: "Menesini e Tambellini tanto fumo e poco arrosto"

Marco Santi Guerrieri, presidente della libera associazione cittadina “Lucca Ti Voglio Bene” interviene in merito alla discussione sugli assi viari tra il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e il primo cittadino di Capannori Luca Menesini


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


mercoledì, 19 giugno 2019, 12:38

Maniglia: "Maria, 91 anni, ama la Lega e Salvini"

"Maria, classe 1928, ama la Lega e Matteo Salvini. Per me è stato un onore tesserarla!" Lo afferma Marcella Maniglia, segretario Lega Lucca e Piana


mercoledì, 19 giugno 2019, 11:25

Distretto floricolo Lucca e Pistoia, Mugnai e Marchetti (FI): "Riconosciuto nel 2006 e ancora senza struttura. La Regione faccia il suo"

«Quello floricolo interprovinciale tra Lucca e Pistoia somiglia alla storica réclame di una nota caramella: è il distretto senza l'organismo attorno. Basta: la Regione lo metta subito in condizione di funzionare». Questo il senso di un'articolata mozione presentata in consiglio regionale