Anno 7°

sabato, 23 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Fratelli d'Italia lancia un appello al sindaco Fantozzi

martedì, 8 gennaio 2019, 18:48

Il primo cittadino di Montecarlo ha scritto una lettera aperta sulle elezioni regionali del 2020 e Francesco Torselli gli ha subito risposto invitandolo ad unirsi a Fratelli d'Italia. 

Ecco la lettera aperta di Vittorio Fantozzi sindaco di Montecarlo:

Non sono pochi coloro i quali guardano alle elezioni regionali del 2020 come ad un traguardo. Mai come oggi sembrano sussistere le condizioni valide per un cambiamento, senza dubbio epocale, al governo della Toscana. Meno ancora, invece, sono coloro che riescono a vedere in quella scadenza non soltanto l’agognata meta, quanto il vero punto di partenza della questione, smisuratamente più importante della conta dei voti. 

Sarebbe un errore politico, al limite del fatale, ridurre a mera contesa elettorale la partita che da qui si gioca fino al prossimo anno, senza mettere in campo una chiara, concreta ma soprattutto attuabile proposta di governo per la Toscana, attuabile da un’ora dal voto in avanti. Vorrebbe dire consegnarsi nuovamente al ruolo di opposizione e, peggio, riconsegnare la Toscana ad un futuro di paradossale declino e ininfluenza. E qui bisogna decidersi. O andare ad amministrare la regione in virtù più degli gli errori e dei limiti della sinistra che non per i nostri meriti e capacità, come già successo altrove, oppure grazie alla delusione e voglia di voltare pagina degli elettori toscani e non per averli convinti che un’alternativa migliore è possibile. Ovvero, fermi restando errori, limiti e desiderio di cambiamento, lavorare da subito per mettere a profitto il valore dell’offerta politica espressa sul territorio, come in ogni sede istituzionale, dal centrodestra toscano. 

Un compito impegnativo, assolvibile solo con metodo e dedizione, capace comunque di conseguire, in questo anno e mezzo, almeno due risultati a modo loro fondamentali. Da un lato far scaturire quella proposta di governo in grado di offrire ai toscani quel motivo in più, oltre al non votare a sinistra, per scegliere e sostenere un’alternativa credibile. Dall’altro rispondere ad una necessità concreta, contribuendo ad accrescere, evolvere e meglio strutturare le organizzazioni di partito, sia al loro interno che tra loro sia con le  esperienze civiche, affinché ritrovino la necessaria sintonia con l’attuale società toscana, interpretandone bisogni ed aspirazioni, preparandole così ben oltre il momento della campagna elettorale, al dopo. 

In questa impresa è alla Destra nazionale che spetta fare la differenza perché, se la posta in gioco impone il coinvolgimento fattivo di tutti, dagli eletti ad ogni livello ai dirigenti ed iscritti di partito, passando per associazioni e comitati, fino ad ogni rappresentanza di categoria e settore, per assicurare il miglior risultato contesto e tempistica impongono di guardare, tra i pochi che sono tanti, agli interpreti di quel lungo percorso di militanza e di esperienza politico amministrativa, frutto di un radicamento e di un impegno diretto ultra decennale su tutto il territorio regionale, oggi in possesso di coloro che, cresciuti e formatisi nei movimenti giovanili e studenteschi, sopravvissuti all’eutanasia di Alleanza Nazionale e del Pdl, sono poi confluiti in Fratelli d’Italia od hanno portato il loro contributo in numerose esperienze civiche. 

Rispetto a tutte le forze politiche in campo, in un quadro assai difficile relativamente al numero ed alla qualità di dirigenti ed amministratori, questa generazione forgiata ed evolutasi in principi e pratiche oggi pressoché scomparse, rappresenta una risorsa umana e politica dal valore inestimabile non soltanto nel percorso necessario verso la creazione di una grande destra nazionale ma per tutta la coalizione alternativa alla sinistra ed ai cinque stelle. Solo attraverso il loro diretto supporto, risulterà ancora più chiaro come i problemi e le necessità della nostra regione non si assolvano con un semplice cambio di amministrazione, tanto meno grazie ad un centrodestra riproposto come mero cartello elettorale, quanto attraverso la definitiva maturazione di una visione del futuro prossimo della Toscana. A quale punto anche le uscite del Governatore della regione saranno  soltanto un ulteriore gratifica. Che aspettiamo?

 

Ed ecco la risposta di Francesco Torselli di Fratelli d'Italia:

"Ho apprezzato molto le parole del sindaco di Montecarlo, Vittorio Fantozzi, scritte nella sua 'lettera aperta' con la quale traccia un'analisi lucida e corretta della situazione politica toscana, attuale e futura. Concordo con lui: il centrodestra governa già 6 capoluoghi di provincia su 10, presto sono certo ne governerà altri 3 e nel 2020 governeremo la regione; ma senza una strategia, senza una sinergia condivisa, senza un programma a lungo termine, rischieremmo di trasformare le storiche vittorie di Siena, Massa, Grosseto, Arezzo, Pistoia e Pisa in episodi sporadici. Su una cosa però, mi sento di replicare a Fantozzi: Fratelli d'Italia ha la volontà, le donne e gli uomini per compiere quel percorso che egli auspica". Questa la replica di Francesco Torselli, portavoce regionale di Fratelli d'Italia, alla lettera inviata alla stampa dal sindaco di Montecarlo.

"La classe dirigente attuale di Fratelli d'Italia - prosegue Torselli - è composta in larghissima parte da donne e uomini cresciuti con Vittorio nei movimenti giovanili di Alleanza Nazionale. Persone che Fantozzi conosce e che sa bene non essere inclini a crogiolarsi sulle vittorie ottenute, ricercando sempre la volontà di andare oltre. Ma per prepararci al meglio al 2020, passando dalle storiche vittorie di Prato, Livorno e Firenze, serve anche il contributo di chi, come lui, sa bene cosa significa governare il territorio, avendolo fatto per 15 anni in maniera più che egregia".

"Ben vengano quindi - conclude Torselli - le belle parole e gli apprezzamenti, che sicuramente fanno piacere, ma a Vittorio mi sento di rivolgere io un appello: mettiti in gioco, con noi, e contribuisci a quel progetto di 'liberazione' della Toscana che, da ragazzini sognavamo, ma che ormai, appare tutt'altro che un'utopia".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016


q3


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


sabato, 23 febbraio 2019, 09:29

Fagni (Giovani Leghisti): "Massima solidarietà al 15enne brutalmente aggredito"

Giacomo Fagni del Movimento Giovani Leghisti Sezione Lucca interviene in merito all'aggressione di piazza Napoleone, a Lucca, del giovane ragazzo, avvenuta qualche giorno fa


venerdì, 22 febbraio 2019, 17:23

Borselli: "Nuova aggressione in città, preoccupati per i nostri figli. Fate qualcosa"

Serena Borselli capogruppo Lucca in Movimento al brutto episodio di cronaca accaduto in Piazza Napoleone, dove un ragazzo 15enne è stato aggredito da un gruppo di nordafricani


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 febbraio 2019, 15:26

DDL Pillon: una tavola rotonda a San Micheletto

“DDL Pillon: dalla parte di chi? Un confronto sul disegno di legge – proposte e criticità” è il titolo della tavola rotonda che si terrà sabato 23 febbraio dalle 9 alle 13 nell'auditorium di San Micheletto a Lucca organizzata dalla Commissione pari opportunità del comune di Lucca


venerdì, 22 febbraio 2019, 13:28

Santini: "Maria Pia Bertolucci ci lascia un'eredità morale che va ben oltre la sua morte"

Così Remo Santini, a nome delle liste civiche SìAmoLucca e Lucca in Movimento, sulla prematura scomparsa della Bertolucci


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


venerdì, 22 febbraio 2019, 08:44

Comitati Sanità Lucca: "Campo di Marte, sia ad esclusivo utilizzo sociosanitario"

Continua il "dibattito" intorno a Campo di Marte. I Comitati Sanità Lucca (in memoria di Raffaello Papeschi), in attesa di chiarezza a seguito del consiglio comunale aperto dei primi di febbraio, ribadiscono la propria posizione


venerdì, 22 febbraio 2019, 08:38

"Non c'è libertà senza sovranità": presidio di Forza Nuova a Lucca

Giovanni Damiani, segretario di Forza Nuova Lucca, annuncia che il movimento effettuerà un presidio nel Centro Storico in Piazzetta Pieri, domenica 24 febbraio dalle 16