Anno 7°

mercoledì, 20 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Santi Guerrieri: "Foibe, l'Anpi ha sempre taciuto"

sabato, 9 febbraio 2019, 15:45

"L’ANPI parla della necessità di una revisionismo storico dimenticando di  aver orrendamente sottaciuto per oltre cinquanta anni  l’immane tragedia delle foibe. Un'ideologia faziosa, negazionista  ad oltranza quella dei “ moderni partigiani”, che tutt’ora perdura  anche fra le mura di casa nostra”.  Cosi’ Marco Santi Guerrieri, presidente della libera associazione di Cittadini “Lucca Ti Voglio Bene “ interviene nel ricordo di chi italiano in terra d’Istria fu orrendamente trucidato dagli infami connazionali, dai vili, dai disertori e dai partigiani italo slavi.

Donne stuprate, uomini evirati, violenze di ogni genere prima di essere gettati, VIVI o MORTI, nelle profondità delle foibe. Indegni di una seppur misera sepoltura, migliaia di italiani finirono a marcire la loro morte senza un nome ed un cognome. L’esodo Giuliano-Dalmata condannò alla fame, alla sete e alla morte migliaia di italiani. Un esodo biblico di oltre trecentomila giuliani, fiumani e dalmati italiani .

Chiamiamoli con il loro vero nome, partigiani, gli autori di quegli efferati crimini, che ricordo essere avvenuti in buona parte a guerra finita. Italiani uccisi due volte dai “Titini” prima e dalla stessa Repubblica Italiana dopo visto che solo con la legge 92 del 30 Marzo 2004 vennero riconosciute le foibe e istituito il giorno del “ricordo”  .

Diciamola la verità, e che sia chiara conclude Guerrier: “Il vero problema dell’ANPI, che fino all’altro ieri s’ingraziava illuminandosi d’immenso dell’appoggio dell’intera sinistra, non era certamente i morti fascisti o civili accatastati nelle foibe ma il rischio di una inammissibile riabilitazione di italiani repubblichini e tedeschi che avrebbero portato a commissioni d’inchiesta sulle stragi di civili di talune orde partigiane in terra d’Italia.”

 


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016


q3


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


mercoledì, 20 febbraio 2019, 11:29

Cub Trasporti attacca: “Basta con i disservizi nel trasporto pubblico locale”

“Disservizi del trasporto pubblico in una situazione giunta al limite di ogni ragionevole sopportazione”. Prosegue la battaglia di CUB Trasporti che denuncia lo stato di abbandono del servizio pubblico locale


martedì, 19 febbraio 2019, 17:23

Fratelli d’Italia Lucca Dipartimento Tutela Ambientale e Mobilità: "Continuiamo ad emettere ordinanze che non servono a nulla"

Fratelli d’Italia Lucca Dipartimento Tutela Ambientale e Mobilità interviene in merito all’ordinanza di divieto alla circolazione veicolare ed utilizzo di legna da ardere


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 19 febbraio 2019, 16:49

Elettrodotto Terna, ok unanime a mozione Baccelli (Pd): "Sostegno alle posizioni dei nostri amministratori"

Il consigliere regionale Pd e presidente commissione Trasporti e infrastrutture interviene nel dibattito sul progetto per il riassetto dell'elettrodotto nell'area lucchese, con un atto approvato all'unanimità


martedì, 19 febbraio 2019, 15:16

Barsanti (CasaPound) replica a Potere al Popolo: "Attendo condanna della bomba e delle minacce contro CasaPound"

Fabio Barsanti di CasaPound risponde a Potere al Popolo: "Sono costretto mio malgrado ad abbassarmi al livello di Potere al Popolo per rispondere alle loro patetiche accuse"


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


martedì, 19 febbraio 2019, 12:38

SìAmoLucca e Lucca in Movimento: "Campo di Marte sia dichiarato esclusivamente struttura pubblica e sanitaria con atto ufficiale"

Lo sostengono in una nota le liste civiche SìAmoLucca e Lucca in Movimento. Le liste civiche ampliano il discorso anche su recenti prese di posizione dei comuni vicini


martedì, 19 febbraio 2019, 10:02

Sanità penitenziaria, Marchetti (FI) interroga la giunta regionale

Il quadro complessivo sulle soluzioni di media sicurezza pianificate ormai anni fa dalla giunta regionale in materia di sanità penitenziaria per pazienti con disagio mentale: è quel che chiede con un’interrogazione il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Maurizio Marchetti