Anno 7°

lunedì, 25 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Minniti (Lega): “Con il museo interattivo sul razzismo prosegue l’offensiva ideologica ai danni degli studenti”

sabato, 16 marzo 2019, 13:29

Per il capogruppo della Lega in consiglio comunale, Giovanni Minniti, la scuola lucchese è diventata terreno di conquista dell’ideologia politically correct che mira a propagandare multiculturalismo, relativismo, immigrazione incontrollata.

"Due indizi fanno una prova - esordisce Minniti -: dopo la farsa andata in scena all’ITE Carrara, prosegue l’esponente leghista, è ora la volta della mostra interattiva per “disimparare il razzismo” che coinvolge oltre 600 studenti delle scuole superiori i quali saranno stimolati a comprendere le forme di discriminazione anche attraverso le testimonianze di rifugiati scampati a persecuzioni nei loro paesi di origine".

"Cari lettori - afferma -, notate bene quanto è subdola l’operazione presentata con orgoglio dall’assessore Vietina (assessora è un oltraggio alla lingua italiana). Si organizza una mostra comprendente due percorsi: il primo (viaggio tra i pregiudizi) prevede una simulazione in cui i ragazzi vestiranno i panni dei migranti; il secondo (laboratorio di idee) si propone di stimolare l’immaginazione per far comprendere le  forme di discriminazione che, per la verità, sono del tutto asserite visto che a Lucca i migranti se la spassano più che bene. Simulazione, stimolazione (termini utilizzati da chi ha presentato l’iniziativa) sono chiari meccanismi di manipolazione del pensiero tendenti ad imporre ad adolescenti in età evolutiva il comportamento da tenere nei confronti di immigrati  ritratti come vittime di violenze che inseguono il sogno di libertà in Italia dove, però, vengono accolti da indifferenza, ostilità, razzismo. Naturalmente gli effetti negativi dell’immigrazione incontrollata quali l’incidenza sui tassi di criminalità ed i costi connessi al mantenimento che ricadono sui contribuenti vengono accuratamente taciuti. Al contrario, i personaggi allarmati dal fenomeno migratorio vengono ritratti come spregevoli razzisti per cui è necessario “disimparare il razzismo”.

"Assessore Vietina mi rivolgo a lei ed anche al sindaco Tambellini - incalza -, ma stiamo dando i numeri? Cosa significa disimparare il razzismo? Volete dire che Lucca è razzista e deve smettere di esserlo?  Le mostre e gli spettacoli teatrali che patrocinate nelle scuole sono finalizzati ad estirpare la malapianta del razzismo nella nostra città? Se così è, sono di meridiana evidenza le finalità ideologiche connesse ai cosiddetti progetti legati alle scuole sostenuti dall’amministrazione Tambellini: cambiare la cultura di una certa comunità in quanto imperniata sulla discriminazione, sulla disuguaglianza, sul razzismo per approdare nell’isola felice del multiculturalismo che integra tutto e tutti ed annulla le identità specie quelle tipiche della cultura occidentale per cui è giusto non fare le recite di Natale nelle scuole, non allestire il Presepe negli uffici comunali (a dicembre è stata bocciata una mozione in consiglio comunale), non esporre il Crocifisso nei luoghi pubblici".

"Per cambiare la cultura - conclude - occorre prima cambiare le menti, specie quelle non ancora completamente formate e questo spiega l’interesse verso gli studenti che devono essere coinvolti sul piano emotivo (le testimonianze dei rifugiati vittime di violenza) e fatti sentire in colpa (gli studenti vestiranno i panni dei migranti che come si sa viaggiano in spazi angusti) poiché hanno la fortuna di vivere tra gli agi in un Paese libero. Il riscatto avviene con il culto del migrante che  deve essere accolto ed integrato a tutti i costi e chi non si adegua è un razzista che deve essere rieducato (disimparare il razzismo è il leit-motiv della mostra). Questa è la vera intolleranza dei seguaci della dittatura del pensiero unico che, purtroppo, ha attecchito anche a Lucca. I nostri figli non devono subire né condizionamenti psicologici né tantomeno devono essere fatti sentire in colpa ed è ora di finirla con queste squallide iniziative di colonizzazione ideologica nelle scuole, conclude il a tal fine, conclude il consigliere Minniti, comunico che presenterò una formale nota di protesta al Provveditorato agli Studi di Lucca ed al Ministero della Pubblica Istruzione".


Questo articolo è stato letto volte.


bonito400


elettroKDM


LUCAR_2016


q3


il casone


prenota grande  - Dimensioni 400 x 120 px


Altri articoli in Politica


lunedì, 25 marzo 2019, 16:59

SìAmoLucca e Lucca in Movimento sulla mostra di Sgarbi: "Dal comune 12mila euro di contributo e sei mesi di utilizzo gratis dell'ex Cavallerizza"

Lo sottolineano in una nota Roberta Betti e Cinzia Barabini, rispettivamente segretario e presidente delle liste civiche SìAmoLucca e Lucca in Movimento


lunedì, 25 marzo 2019, 15:59

Nomine partecipate, Barsanti (CasaPound): "Una farsa le candidature e le audizioni. Amicizie e appoggi elettorali i veri requisiti"

Nella selezione dei nomi dei candidati a ricoprire ruoli nei Cda delle partecipate del Comune - secondo il consigliere comunale di CasaPound - non criteri oggettivi ma i soliti metodi di vicinanza politica, con l'aggravante delle finte audizioni e di una trasparenza solo di facciata


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 23 marzo 2019, 17:31

Il Consorzio chiama a raccolta le associazioni, le scuole, i migranti che hanno adottato i corsi d’acqua

Il Consorzio chiama a raccolta le associazioni, le scuole, i migranti che hanno adottato i corsi d’acqua. E l’assessore regionale Bugli annuncia: “Il progetto pilota delle pulizia dei rii dalle plastiche, per prevenire i cambiamenti climatici, sarà rilanciato in tutta la Toscana”


sabato, 23 marzo 2019, 17:28

Bimbo caduto dalle Mura, Barsanti: "Giù le mani dal monumento. Dobbiamo tutelare il Comune di Lucca"

È una difesa del monumento e dell'ente Comune di Lucca, quella del consigliere Barsanti (CasaPound), che vede nell'ostinazione della Procura e della sua inchiesta contro i dirigenti comunali un pericoloso precedente


prenota medio - Dimensioni 220 x 140 px


sabato, 23 marzo 2019, 09:12

Nicolini: “118, servizio basiliare per l’emergenza urgenza territoriale"

100 mila interventi l’anno e migliaia di chiamate nel comprensorio Alta Toscana. Questo il sintetico bilancio fatto dal dottor Andrea Nicolini, direttore della centrale operativa 118 Alta Toscana h 24, che comprende la provincia di Massa-Carrara, Lucca ed il comprensorio di Viareggio in occasione del convegno interregionale sull’Ecmo


venerdì, 22 marzo 2019, 23:42

Il comitato Salute e Ambiente di S. Donato e S. Anna chiede alla giunta una commissione di esperti per valutare le nuove antenne telefoniche

«Non si è ancora spenta l'eco delle migliaia di partecipanti all'Earth Strike di venerdi scorso e per questo vogliamo aggiungere anche la nostra». Non si placa la protesta degli abitanti di Sant'Anna e San Donato, riuniti nel neo costituito Comitato Ambiente e Salute dopo l'installazione di un'enorme antenna telefonica in...